Green Hill, sono ancora 300 i beagle che cercano una nuova casa

0

Sono stati quasi tutti affidati i beagle di Green Hill, l’ex “canile-lager” di Montichiari (di proprietà della multinazionale Marshall) posto sotto sequestro dalla procura di Brescia lo scorso 18 luglio. Il riesame ha dissequestrato la struttura, ma ha mantenuto il sequestro probatorio degli animali (che successivamente potrebbero essere dati a chi li custodisce in forma definitiva). Ad oggi, fanno sapere le associazioni animaliste, sono stati affidati circa 2.100 cani: all’appello ne mancano ancora 300, ma con questo ritmo tutti gli animali potrebbero avere una nuova casa entro pochi giorni.

PER ADOTTARE UN CANE DI GREEN HILL BISOGNA SEGUIRE LA PROCEDURA INDICATA IN QUESTO LINK  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E quanti sono i bambini negli istituti e nelle comunità che cercano genitori e casa? Magari parliamo un po’ anche di loro che Green Hill ha avuto abbastanza pubblicità

  2. il vostro sondaggio su green hill può essere votato ripetutamente da qualunque account, quindi i mantenuti di sindacati, stato e ambientaslisti e partiti di sinistra che hanno i buchi in bilancio pubblico per gente che risulta ancora dipendente della Margherita, possono passare la giornata a cliccare e falsare la realtà.
    Siete complici o vogliamo ripartire da zero con un sondaggio serio?
    A me fanno ranta tenerezza i cagnolini, ma penso sia da pervertiti spendersi in battaglie per gli animali quando ancora c’è l’aborto, ossia l’uccisione dei cuccioli di uomo e tante altre cose…
    Invito gli ambientalisti talebani a boicottare le multinazionali farmaceutiche che usano animali di laboratorio non comprando farmaci testati su animali per loro stessi, sicuramente la medicina sciamanica non offenderà le loro idee animaliste.

  3. e di chi in Green Hill ha perso il lavoro frega nulla a nessuno ? kompagni , sindacalisti , animalisti , pacifisti…ci siete ?

LEAVE A REPLY