I sei migranti di piazzale Cesare Battisti passano dalla gru alla pellicola

46

"Con l’aria sotto i piedi". La vicenda dei 6 migranti saliti alla ribalta delle cronache nel 2010 per l’estrema protesta in piazzale Cesare Battisti è diventata un film firmato dal regista bresciano Mario Piavoli. Si tratta di una riflessione che porta un messaggio ampio riguardo al fenomeno, un lavoro nato da un´idea di Martina Stipi (mediatrice culturale) e che si è avvalso della prestigiosa collaborazione dello scrittore Erri De Luca, autore di dialoghi, testi e riflessioni.

Il film inizia sul finire del fatto di cronaca e si concentra sulle storie di vita e sulla quotidianità dei migranti, ma anche sui loro rapporti con gli abitanti della città.  

Comments

comments

46 COMMENTS

  1. "I LORO RAPPORTI CON LA CITTA’" significa che si parla delle legnate che i bresciani vorrebbero dare a questi sei per il fatto di aver fermato un cantiere. questo è il rispetto che hanno gli immigrati della nostra città. Mi dispiace dirlo perchè sono socialista da più di 30 anni, ma alle prossime amministrative voto Rolfi.

  2. Hai fatto anche il pellegrinaggio ad Hammamet? Perchè lì un italiano che tu hai votato per qualche decennio lo rispettavano molto. O sbaglio?

  3. "socialista da più di 30 anni". Quindi in pratica da quando diventa segretario Craxi. Beh, dov’è la sorpresa che voti per Rolfi?

  4. Bisogna vedere se Rolfi ti vuole come elettore: "basta balera, xxx in galera!", "xxx restituisci il bottino" erano rivolti a voi "socialisti"! O sono slogan che non valgono più, come quello sul numero della tessera P2 del signore con cui la lega ha governato per un decennio?

  5. Siete fuori tema… Se il socialista vuole votare Rolfi peggio per lui!!! Io dico solo che finalmente c’è qualcuno che dà voce a chi non ne ha, ma che è solo vittima dei soliti luoghi comuni. Non ho ancora visto il film, ma è una buona notizia per Brescia e per il dialogo culturale in città!

  6. Il socialista che vorrebbe votare Rolfi? Ogni tanto salta fuori uno di qualche partito che si offre di votare Rolfi! Porca miseria che coraggio………… se non fosse che………

  7. Questa gente ha bloccato per giorni la citta’ e il cantiere del metro dimostrando di sbattersene della citta’ e dei diritti dei bresciani e qualcuno vuole farne degli eroi! In un paese normale sarebbero stati rispediti a casa loro e senza tanti complimenti. Scandalosi l’ordine chi li appoggia

  8. grazie ragazzi della gru. avete insegnato molto a questa città abitata da molti incivili che avete visto….dall’alto. si parlerá a lungo di voi.

  9. ma che ti sei fumata?voce a chi non ce l’ha?stai parlando dei vecchi dimenticati o dei disabili bresciani?no,credo.. ………….fossi grillo saprei cosa dirti

  10. certo,e sopratutto come si puo’ impunemente violare la legge e farla franca,che tanto in italia,basta non essere italiano che fai quel che vuoi…………..un film su chi si impiocca per disperazione del governo dei banchieri sinistri,no>?ovvio,i problemi degli extra tiran sempre di piu…………che schifo

  11. Grande! I "banchieri sinistri" ancora ci mancava… Perchè non lo fai tu un bel film invece di lamentarti di quelli che fanno gli altri?

  12. caro gio.avessi le entrature dei banchieri sinistri(o come li dipigeresti tali profumo passera ?)o di una certa elite radical chic lo farei volentieri,purtroppo ,con un figlio autistico,famiglia,m utuo da soddisfare e lavoro da seguire non e’ che mi avanzi troppo tempo per cazzeggiare in giro per le citta’…abbi pazienza,prestami un paio di mioni di euo,che ole al film ,ti faccio pure una comune per gli autistici……….. ..scommettiamo che ti viene il braccino corto?certo,son italiani,ma tant’e’…….

  13. quello che i ragazzi della gru ci hanno ricordato é che in una società sono gli ultimi i più importanti: i piú fragili, gli anziani, i malati, i bambini e anche gli immigrati. mettere poveri contro poveri é una strategia di chi poi sfrutta sia gli uni che gli altri. gli uomini hanno tutti pari dignità, ma chi é piú fragile ce lo ricorda.

  14. caro insegnamento,per,que llo che riguarda la mia piccolissima esperienza,la vicenda di quellidella gru,insegna che sei extacomunitario ed alzi la voce,ottieni,se sei italiano,e cerchi di difendere tuo figlio,ti mandano via a calci in culo……….e parlo per vita provata,sai,mio figlio e’ autistico,e per fargli ottenere poche cose,che grazie a dio,ancora lavoro,ho dovuto gridare abbastanza(ma nessuno fara’ un film su di me,e me ne frega di meno,ma far diventar sti signori eori,mi fa girar le palle,abbi pazienza)

  15. caro io. in fondo mi dai ragione: per far ottenere a tuo figlio una parte di quello che gli spetta di diritto, in quanto piú fragile, hai dovuto gridare e lottare. ho appena finito di leggere un bel libro che ti consiglio, é scritto proprio dal padre di un ragazzo autistico "se ti abbraccio non spaventarti". a me é piaciuto. (ora peró vado a mangiare, non ti offendere se non risponderò subito)

  16. Considerati i personaggi illustri citati nella produzione della pellicola, sono certo che sarà un film documento di cui andare non solo fieri, ma orgogliosi di si tanta attenzione per una città e provincia che quando deve far parlare di sè lo fa quasi sempre in modo negativo. Se solo mi viene in mente la vicenda del sindaco di Adro e del sole delle alpi sul tetto della scuola elementare………. ..

  17. Dici che non sei uno che ha tempo di cazzeggiare, ma sei sempre qui. Addirittura ti lamenti che non ti rispondono!!! Guarda che tutti lavoriamo, quasi tutti abbiamo il mutuo da pagare e ognuno ha i suoi problemi. Sei il risultato vivente di quello che vogliono i "potenti" (che non sono i "banchieri di sinistra"…): la guerra tra poveri! Anzichè mettersi tutti dalla stessa parte a far valere i propri DIRITTI, tutti a beccarsi come i capponi manzoniani. Risultato raggiunto, purtroppo… Vatti a vedere chi è il regista del film, poi mi dici se è un "radical chic" (parola che non si usa più da trent’anni, tranne per chi è fermo a trent’anni fa…).

  18. Caro signor "x Mary" concordo con lei. Disabili e anziani non hanno voce, come tutti gli altri deboli, (immigrati compresi). Rientrano in quel grande calderone che non porta profitto e che la nostra giunta amica degli imprenditori continua a snobbare

  19. Bravi; siamo il paese dell’incontrario. Alcuni soggetti, strumenti ciechi di occhiuta manipolazione politica, che tengono in ostaggio una città ed infliggono un danno enorme alla collettività, diventano dei campioni! Viva le regie: quella del fatto e quella che lo racconta.

  20. ……."tengono in ostaggio la città ed infliggonoun danno enorme alla collettività…" E’ proprio vero che neanche l’impresa finanziaria della galleria sotto il castello riesce a smuovere le menti occultate alla ragione di questa città, dove gli amici degli amici si sono spolpati quel poco che ancora rimaneva attorno all’osso! E siamo sempre lì, adoss ai negher, per far felice l’economia evasa che giorno sì e giorno no compare minacciosa a far soffrire, questo sì, migliaia di bresciani disperati. I personaggi che usano ed useranno diversivi per nascondere i veri problemi sociali ci sono ora e purtroppo ci saranno sempre fintanto che questa società rimarrà iniqua verso i più deboli e maneggiona verso i potenti. Per cui sopportiamoli, ma verrà un giorno……..

  21. Gli unici danni enormi a questa città li sta facendo chi la amministra. Chi parla di "strumenti ciechi di occhiuta manipolazione politica" non conosce la realtà. Quegli "strumenti" sono esseri umani. Certo, tutti hanno dei problemi e c’è modo e modo di protestare, ma quando non si garantiscono i diritti umani è giusto farsi sentire. Se poi gli attivisti e i facinorosi dei centri sociali gettano benzina sul fuoco quello è un altro discorso che nulla avrebbe a che fare con la gru

  22. Dal numero dei punti di domanda quel signore ha molti interrogativi da porsi. Vorrebbe che ad ogni problema che una persona ha blocchi un’attività pubblica, tiri in testa bulloni ai vigili del fuoco, blocchi una strada e via discorrendo? Siete capaci solo di slogan e di attribuire ad altri le colpe della vostra inadeguatezza.

  23. Già, signor Ribaltamento, meglio che tutto resti in ordine e ben insabbiato, tutti zitti. Un po’ come sul tema "ambiente" a Brescia. Siamo la terza città più inquinata d’Europa per qualità dell’aria, ma va bene così… Zitti… Come nel ventennio, come in Cina… Zitti…

  24. Mary, bella creatura; se si bussa a coppe, non si risponde bastoni.
    Provate comunque a coniugare il verbo dovere. In particolare alla prima persona dell’indicativo presente, sia singolare che plurale. E’ quello che han fatto i vostri padri, meglio, forse, i vostri nonni: quelli che han riscattato l’Italia dalla miseria del dopoguerra, con i loro immani sacrifici.

  25. Quelli che han riscattato l’Italia dalla miseria del dopoguerra sono gli stessi che l’hanno prima riscattata dalla vergogna della dittatura, armi in pugno. E il verbo dovere lo coniugavano sì, ma pretendevano che lo coniugassero tutti, indipendentemente dalle condizioni di nascita, in base alle esigenze e alle possibilità di ciascuno.

  26. Giusto Cruijff! Il problema di chi ragiona come il signor Ribaltamento è che chiede di coniugare i verbi ma non ha ancora imparato il significato dei soggetti. Il NOI riguarda TUTTI. Nessuno escluso. Troppo spesso, invece, c’è un noi per ogni categoria sociale, razziale, economica ecc. Errore madornale. E c’è un abuso sconsiderato del LORO

  27. Non replicherò oltre. Non vedo un pensiero; vedo solo livore e una rovinosa,compiaciuta , carica di odio. Manipolate le frasi, non vi interessa dibattere; cercate solo uno sfogo alla rabbia.

  28. perché lei non vede la violenza sociale alla quale sono sottoposti tutti i soggetti deboli di questa società, che per lei é perfetta. quindi vede la realtà, come dice il suo nick, ribaltata. nulla é mai stato regalato e le conquiste sociali sono il frutto di lotte, anche dure, a volte anche violente quando non esistono altri modi. dobbiamo certamente fare in modo che esistano altri modi.

  29. MI DISPIACE CONTADDIRLA UN ENNESIMA volta,ma ,abbia pazienza,l’accoglien za di tante persone,pressuppobne di avere delle caratteristiche di opulenza che non abbiamo piu,continuare a pensare,venite,che una soluzione si trovera’,credo,da poverino qual sono,solo a tensioni sociali altissime,e non saranno colpa di chi amministra ma di chi non ha il coraggio di capire che ogni pezzo di pane costa ed ogni bocca IN PIU e’ un pezzo di pane in meno per chi ci e’ gia’……………. .e non mi venga a fare la menata di chi ha troppo(chi ha tanto,non lo detiene in questo paese…………… …)

  30. per quello che dice che son sempre qui a cazzeggiare,va ben,ci sta,son dipendente pubblico,ma se mi trovi vuol dire che qui ci stai anche te,o sbaglio?e ,di grazia,visto che sai come sono,da quanto ci conosciamo ?abbiam mai mangiato insieme?oddio……. ………uno che dall’altop della sua proverbiale cultura,si permette di giudicare chi nn conosce(e son stato leggero,che se mi chiamassi beppe grillo,sai come ti avrei risposto…..chi sedi?come ti permetti di giudicarmi?chi te ne ha dato l’autorizzaZXIONE?TI CREDI COSI MEGLIO DI ME?)

  31. Chissà se il nostro "ribaltone" pensa le stesse cose per gli evasori fiscali, affamatori del popolo! Sono curioso di sapere cosa ne pensa.

  32. Ribaltamento mi trovi d’accordo. inutile replicare a questi signori perchè troppo infarciti di ideologie sinistrorse. Ormai non c’è più legge. La legge la fanno questi qui, a loro convenienza, secondo i loro punti di vista ideologici.

  33. Le leggi ci sono e andrebbero applicate alla lettera. Cosa che in questo paese di malandati non viene fatto perchè puntualmente intervengono i vari movimenti che "picchettanno" stile anni 70′ davanti alle case o alle fabbriche di turno impedendo di fatto l’applicazione della legge. I sei appollaiati sulla gru, per legge, dovevano scendere e anche alla svelta. Cosa impedita dai soliti, ripeto "sinistrorsi". Fosse stato un’altro paese col cavolo che permettevano uno spettacolo così vergognoso.

  34. Chiedere di far rispettare le leggi oggi è diventata una questione da benpensanti? Pensavo fosse solo una questione di democrazia e rispetto delle leggi. Tiennammen è esattamente quello che i cinesi hanno dimostrato per la loro libertà, non per quelli che si appollaiano ad una gru incitati da sinistroidi fancazzisti.

  35. Ma poi io dico di cosa vogliamo meravigliarci? Curcio, il terrorista tiene lezioni alle università di questo paese di decelebrati, il capo gabinetto di Pisapia è quel tipo ritratto da una foto mentre punta una pistola verso le forze dell’ordine negli anni 70′, metà degli attori di Gomorra di Saviano erano davvero camorristi e addirittura uno era un boss. Di cosa vogliamo meravigliarci? Questi sei hanno vissuto il loro momento di gloria e adesso verrà coronato con un film che non guarderei nemmeno se mi obbigassero. IO non posso scriverlo ma Beppe Grillo esprime esattamente il mio augurio più appassionato.

  36. di fronte all’ingiustizia é giusto ribellarsi, anche contro la legge, se non ci sono altre possibilità. ricordiamo che l’occupazione della gru é avvenuta dopo il divieto di rolfi di mantenere un presidio pacifico. cosa dovevano fare i migranti? tacere e subire? 100 gru se necessario.

  37. Le proposte erano state fatte ma sistematicamente respinte. Ma quale ribellarsi e ribellarsi…qui ci sono 6 migranti che prima migrano a casa loro e meglio è.

LEAVE A REPLY