Scavalcano la recinzione dell’oratorio per giocare a pallone. Poi aggrediscono i carabineri

7

Nel pomeriggio di ieri, in Montichiari, il parroco – mentre si stava apprestando a chiudere il locale centro giovanile – ha notato due giovani entrare nell’oratorio scavalcando la recinzione per giocare a pallone. Nonostante gli inviti del sacerdote, i due non ne hanno voluto sapere di allontanarsi così come non hanno aderito agli inviti loro rivolti dai Carabinieri di Montichiari intervenuti su richiesta del prelato. I ragazzi, due fratelli iracheni ma con cittadinanza italiana, un maggiorenne ed un minorenne (già noto alle Forze di Polizia) domiciliati in Montichiari, all’improvviso hanno aggredito i due militari colpendoli con pugni e calci ed infierendo su uno di loro anche dopo che era caduto a terra. La loro azione si è interrotta solo con l’arrivo di altra pattuglia dell’Arma inviata a supporto. Nei confronti dei due giovani è così scattato l’arresto per resistenza, violenza, minaccia a pubblico ufficiale e lesioni personali. Entrambi sono stati condotti presso la loro abitazione a disposizione delle Autorità Giudiziarie competenti che nella mattinata odierna hanno rimesso in libertà il minore e condannato il maggiorenne ad un anno di reclusione con i benefici di legge. I due militari sono stati medicati uno presso l’Ospedale Civile di Brescia, l’altro presso il nosocomio di Montichiari.

Comments

comments

7 COMMENTS

  1. aggressione razzista : Ma cosa centra con la notizia sopra riportata ? . Se vedete il razzismo anche nella notizia qui sopra , avete dei problemi .

  2. Mah?! Che dire?Negli USA semplicementre li avrebbero fermati sparando (aggressione a pubblico ufficiale). Non dico di fare così: ma insegnargli le buone maniere con una buona mano di legnate sul posto? E dotare le forze dell’ordine di dissuasori elettrici e/o spray urticanti NO è?
    Tanto andrà sempre peggio …..NON vogliono capire COME ci si deve comportare e quindi l’unica è di non essere delicati:non siamo in Svezia e non sono svedesi.

  3. ho riportato la notizia dell’aggressione razzista a Rachid Jadid su qs pagina solo perché é in evidenza e perché non l’ho trovata su bsnews. la redazione l’ha cancellata e posso anche capire che non gradisca il taglia incolla da altro sito concorrente. peró la notizia non é ancora stata data quí. mi sembra invece un fatto gravissimo avvenuto a Brescia che non puó essere taciuto.

  4. benefici di legge? per punirli come si deve aspettiamo che crescano bene, già adesso non hanno rispetto per la legge, figuriamoci quando saranno adulti. immagino quale orgoglio siano per i loro genitori (e per il loro imam…)

  5. tutto questo perchè chi legifera vive in un altro mondo pensate anche per le forze dell’ordine oggi arrestano e domani sono al bar a ridere di questo vale anche per i giovani italiani che non son di meno in quanto educazione e rispetto

LEAVE A REPLY