Operaio romeno residente a Ospitaletto stritolato da un macchinario. 11° vittima sul lavoro da inizio anno

0

(a.c.) Gambe, busto e braccia stritolati da un grosso macchinario che si è messo in funzione mentre lui era all’interno per eseguire una saldatura. Una morte terribile quella andata in sorte a Gheorghe Ciobanu, operaio romano di 53 anni residente a Ospitaletto da tempo.

Esperto saldatore, Gheorghe Ciobanu è partito ieri mattina alla volta di Caorso per seguire un intervento nello stabilimento della Saib. L’incidente che gli è costato la vita è accaduto intorno alle 15:30, mentre si trovava all’interno della tramoggia che si è messa in moto stritolandolo. Altri operai presenti nella fabbrica sono accorsi non appena hanno udito le sue disperate grida d’aiuto, ma senza poter fare nulla per salvarlo. I sanitari giunti a bordo dell’eliambulanza non hanno potuto fare altro che constatarne la morte. Si è resa necessaria quasi un’ora di tempo solo per estratte il corpo dalla tramoggia.

Gheorghe Ciobanu lavorava come dipendente per la ditta ospitalettese del suo connazionale Marius Ioan Babuta.

Comments

comments

LEAVE A REPLY