Polpenazze. Riserve d’acqua a secco: si rimedia con le cisterne

0

(a.c.) Da alcuni giorni il sindaco ha raccomandato di utilizzare l’acqua il meno possibile, evitando lavaggi di automobili ed innaffiatura di giardini. Precauzioni che non sono servite a molto: i pozzi di Polpenazze sono a secco, e il sindaco ora interviene con un’ordinanza vera e propria, chiedendo altresì a Garda Uno di intervenire portando in paese cisterne d’acqua.

E’ vera e propria emergenza-acqua a Polpenazze. L’ordinanza emessa dal sindaco Andrea Del Prete (la alleghiamo) vieta ai cittadini ciò che fino a pochi giorni fa era "sconsigliato": innaffiare giardini, lavare l’auto, riempire le piscine. Il provvedimenteo non vale per chi ha un’attività economica. La multa prevista per chi viene colto in flagrante ammonta a 150 euro, 300 per le recidive. 

Nel frattempo, e fintantoché la situazione non migliora (cioè fino a che non piove copiosamente) Garda Uno interviene portando acqua in paese con delle cisterne.

Comments

comments

LEAVE A REPLY