Evasione, Galletti (Cgil) all’attacco: stipendi giù, ma gli acquisti del lusso non calano

0

«L’evasione fiscale continua a essere uno dei principali nodi del Paese e il sommerso, secondo Bankitalia, ha raggiunto il 27% del Pil. Purtroppo, e come era prevedibile, non bastano le dichiarazioni di Ferragosto del presidente del consiglio né qualche blitz una tantum ma si deve fare molto di più. Se lo spread è così alto è anche colpa dell’immagine di illegalità diffusa che l’Italia trasmette all’estero». Lo afferma Damiano Galletti, segretario generale della Camera del Lavoro di Brescia, a commento dell’indagine sul rischio evasione fatta dal Centro studi Sintesi per il Sole 24 Ore e che vede Brescia tra le città più a rischio evasione in Italia. «La 92esima posizione su 103 provincie, ultima provincia del Nord Italia, conferma che a Brescia ci sono tanti redditi nascosti e non dichiarati e tanta ricchezza è prodotta illegalmente – dichiara Galletti -. Un triste record, che fa il paio con l’essere la seconda città più inquinata d’Europa ed essere una delle capitali delle morti sul lavoro. In questi anni i lavoratori e le lavoratrici, e con loro i pensionati e le pensionate, hanno pagato pesantemente il prezzo della crisi. In tanti hanno perso il lavoro, tutti hanno visto i redditi reali calare: sicuramente non sono loro quelli che hanno mantenuto il tenore di vita elevato, continuando ad acquistare barche o automobili di lusso (oltre il 10% del parco macchine a Brescia, al pari di poche altre città) come se nulla fosse accaduto».  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Siamo in vetta alla classifica in Italia per evasione fiscale. Da questi dati emerge un dato inconfutabile: anche il nord ha un suo sud con Brescia che si vede onestamente superata anche dalla città di Napoli. Sembra proprio che la "terronia" si sia rovesciata.

  2. Se gli evasori pagassero le tasse i dipendenti e i pensionati pagherebbero circa mille euro in meno all’anno di tasse !

  3. Perchè tantissimi commercianti ( pizzerie, gelaterie, fornerie, bar, ecc. ecc. ecc. ecc. ecc.) si arrabbiano se gli chiediamo lo scontrino ?

  4. Leggete l’interessante – e impressionante – articolo su " Corriere Sera – Brescia " on line sulla spaventosa evasione fiscale nel Bresciano.

  5. Certo che c’è sempre qualcuno pronto a negare l’evidenza anche quando a denunciare la gravità di una situazione illegale qual è l’evasione fiscale è un organo di polizia dello Stato. State a vedere che a breve salterà anche fuori un "certo qualcosa" che riguarderà gli extracomunitari tanto per depistare questo ennesimo crimine ai danni dei cittadini.

  6. buisogna anche sottolineare che il 50/60% di questi dipendenti ha sempre preso anche soldi in nero in piu’ in busta paga, ma non e’ mai andata a debnunciare il proprio datore di lavoro. come mai???

  7. C’è una risposta seria al suo quesito. Se avessero messo in galera il datore di lavoro evasore chi mai si sarebbe arrischiato a lavorare in nero? Speriamo che adesso, trattandosi di un crimine vero e proprio speriamo che i provvedimenti ad hoc si facciano più stringenti e restrittivi rispetto al passato che avrà sì giovato alla felicità di qualcuno, ma ha pesantemente rovinato le sorti non solo del paese, ma anche quelle di milioni di famiglie.

  8. E gli intermediari finanziari (su tutti le banche) che parte fanno ? E’ dal 1992 che è stata introdotta nella normativa antiriciclaggio la cosiddetta segnalazione delle operazioni sospette ma nulla hanno fatto i legislatori per sanzionare duramente il sistematico aggiornamento delle norme vigenti. Eppure, l’istituzione degli archivi informatici consentirebbe di colpire alla fonte sia l’evasione, sia la detenzione di capitali illeciti, sia complessivamente il sistema di illegalità che imperversa in questo paese di furbacchioni ed impuniti.

  9. Devi considerare la forte debolezza in cui si trovano molti lavoratori, soprattutto in alcuni settori, in cui sono praticamente sotto ricatto.
    Sottoliner ei però un altro aspetto, che coinvolge autonomi e dipendenti allo stesso modo (e che spesso i secondi dimenticano quando attaccano i primi): quando si fa fare un lavoro, bisogna *sempre* chiedere la fattura. Fare un lavoro senza fattura è a tutti gli effetti evasione fiscale, anche da parte del cliente che non la chiede e collude con l’artigiano (professionista, ecc.) che non la rilascia.

  10. Chissa perchè la foto di Galletti al microfono mi ricorda molto quella di Lenin sulla Piazza Rossa?Se non è uguale è simile.

  11. beh, se Galletti ricorda fotograficamente Lenin, allora speriamo che altrettanto lo ricorda per le grandi capacità intellettuali che tutti, dico tutti indistintamente gli hanno invidiato. Fatta eccezioni per i padrno, i monarchici e la peggior specie di servi dei servi.

LEAVE A REPLY