Beccalossi (Pdl): “Stop al concorso per i presidi mina la meritocrazia”

8

“Per prima cosa ne risente il principio di meritocrazia, dato che persone qualificate che hanno vinto il concorso non potranno svolgere il loro lavoro. E questo succede solo in Lombardia e per un probabile cavillo formale”. Così l’on.Viviana Beccalossi, vice coordinatore regionale vicario del Pdl in Lombardia, commenta la decisione del Consiglio di Stato di non sospendere la sentenza del Tar Lombardia con cui era stato annullato il concorso per dirigente scolastico.

“In questo modo corriamo due rischi. O, come dice il direttore dell’ufficio scolastico regionale Giuseppe Colosio, si dovranno nominare dei reggenti, col rischio di un grave disservizio per gli studenti che inizieranno l’anno nell’incertezza. Oppure i posti in Lombardia verranno coperti da presidi provenienti da altre regioni, discriminando le nostre figure professionali che hanno meritatamente vinto un concorso”. “Ci appelliamo al Governo – conclude Beccalossi – affinché trovi una soluzione che possa garantire una partenza di anno scolastico in ordine”.

Comments

comments

8 COMMENTS

  1. Ma fatemi il piacere, adesso che si avvicina la campagna elettorale incominciano a scaldarci la testa con i buoni propositi pensando che noi poveri cittadini ci abbocchiamo di nuovo. Parlano adesso di meritocrazia, quando in questi anni hanno piazzato le loro pedine in ogni posto possibile. Basta il voto dei bresciani non lo riavrete

  2. il risveglio delle fatine è cominciato…prima il ministro, ora la Becca ,dopo averla vista prendere il sole a Ponte,ritornata in città la vediamo affrontare ( ???)i problemi della scuola con …il caro libri ..un governo che si occupa dei precari??? nooooo!!! come se fosse a comando di una bacchetta si occupa del problema dei Presidi mancanti ….dopo aver letto il Corsera si appresta a fare il compitino …ma dove eran prima?? non entra nel merito di irregolarità che sono state ammesse …lei che è-era paladina della legge ?? chiede solo di soddisfare il bisogno primario ….peccato che non ci creda più nessuno a queste fatine che tutto promettono e nulla fanno ….e a desso aspettiamo la posizione della terza fatina …che di scuola se ne sempre occupata e di caos ne ha fatti ….

  3. E brava la Beccalossi che sembra di saperla lunga. Ci spieghi adesso come mai ha taciuto su un altro concorso bandito dal precedente Governo per l’insegnamento all’estero, dove migliaia di partecipanti vincitori nelle diverse discipline scolastiche sono da quasi 1 anno in attesa di sapere che fine abbiano fatto le graduatorie. Non è anche questa materia di meritocrazia scolastica come quella del concorso per presidi? Non è che lei si scaldi tanto solo quando i ministri (esteri ed istruzione) del suo ex Governo e di militanza politica del suo stesso partito sono i diretti responsabili di questa assurda situazione? Suvvia ci dica qualcosa in proposito anche su questo argomento.

  4. conosco personalmente una decina dei cosiddetti "futuri presidi" che la Beccalossi ritiene molto preparati ma io so che la maggioranza di loro è addestrata solo nell’asservimento a Comunione e lberazione e le buste trasparenti del concorso servivano alla coppia Formigoni-Berlusconi per eliminare i nominativi scomodi al potere di CL in Lombardia
    dopo la sanità CL e la Compagnia delle opere stanno mettendo le loro avide manine sull’istruzione pubblica per spartirsi ancora una volta la torta!!!

  5. "si dovranno nominare dei reggenti, col rischio di un grave disservizio per gli studenti che inizieranno l’anno nell’incertezza": da moti anni vengono nominate decine di presidi reggenti in provicnia di Brescia, eppure il buon Colosio ha sempre garantito un inizio d’anno scolastico regolare. Io penso che un preside non possa gestire 2 istituti in modo ottimale, ma se Colosio diceva che andava bene prima, perchè quest’anno dovrebbero esserci problemi?

  6. alla ricerca di riflettori,ancora una volta la Beccalossi sbaglia obiettivo.Cianciare che non si può lavorare così quando Colosio,perchè nulla si decide nella nostra scuola senza di lui,comunque fa"lavorare" i dirigenti scolastici su due scuole,vedi l’Arnaldo, il Calini ecc.ecc.. non da oggi ,, ci sembra quella che si straccia le vesti senza conocsere i problemi . Capita spesso a coloro che vogliono andare sotto i riflettori .

  7. non conosciamo il riferimento dell’Avvocato,ce ne dispiace molto,perché apprezziamo le sue battaglie ,anche se non le condividiamo sempre. lo preghiamo di spiegarsi meglio cosi avremo modo di capire anche noi ….grazie

  8. Ma nessuno ha detto alla Becalossi che se anche tace ogni tanto non ne soffriamo.É mai possibile che debba imperversare su tutto non sapendo nulla.Ma le dica il suo caro amico Labolani che più parla e più perde consensi,oppure se decide di parlare come é nel suo diritto,la faccia con cognizione di causa.

LEAVE A REPLY