Capriolo. Sfoga la rabbia per una multa contro l’auto dei vigili: preso

0

Una multa maldigerita. Pagherà molto caro il proprio sfogo di rabbia un cittadino di Capriolo che nella notte tra venerdì e sabato ha devastato l’auto della Polizia Locale.

Dopo poco più di due giorni di indagini gli agenti della Locale di Capriono sono venuti a capo del pesante atto di vandalismo contro una loro vettura. L’auto, un’Alfa Romeo 147, è stata letteralmente devastata nella notte di venerdì: con una pietra sono stati infranti i vetri del parabrezza e di un finestrino, è stato ammaccato il cofano, è stato squarciato un sedile ed è stata distrutta la radio trasmittente. La brutta scoperta alle due di notte, al termine delle perlustrazioni notturne da parte di due agenti. 

La indagini sono partite sabato mattina, e si sono concluse ieri, con l’ascolto della confessione da parte di un cittadino capriolese, volenteroso di vendicarsi della Polizia Locale in seguito alla multa e al sequestro dell’auto che guidava (ma non di sua proprietà) in quanto sprovvista dell’assicurazione. Dovrà rispondere di una denuncia per danneggiamento di beni pubblici.
(a.c.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Certo che viene da pensare. Da una parte un disoccupato che si arrangia come può, dall’altra un comune sufficientemente ricco da dotarsi di vetture di un certo pregio. Il disoccupato ha reagito nella maniera peggiore possibile, ma il comune che ha fatto per prevenire questo? Anche il comune ha agito nella maniera peggiore possibile: prima vanno tutelate (e motivate) le persone, poi si pensa alle automobilette sfiziose.

  2. Quanta benevolenza per un povero disoccupato italiano che gira con auto non assicurate e devasta auto della polizia.
    Ricordiamo celo anche per altri…

  3. @Mace: non si tratta di benevolenza (ho scritto che è stata la soluzione peggiore possibile, cioè un atto che condanno fortemente) ma di una semplice constatazione, e non ho idea se il cittadino capriolese sia italiano o meno (la nazionalità che centra, scusi?), il problema è che a lasciare nel disagio le persone queste arrivano a livelli di stress che portano a trovare sfogo nella maniera meno appropriata (causando poi danni che devono essere pagati dalla collettività). Motivare le persone è a tutela di tutti quanti. Ma bisogna investire risorse in questo.

  4. hahaha…si, adesso facciamo centri d’ascolto per balordi che girano senza assicurazione e che devastano le auto della pola xchè stressati……hahah ahaha, mi fai venir da ridere !

LEAVE A REPLY