Servizi sociali, Rezzato conferma i fondi nonostante i tagli di Roma

0
Bsnews whatsapp

Approvato dal Consiglio Comunale di Rezzato il Piano Socio Assistenziale 2012, documento che rendiconta e presenta la vasta programmazione di tutti i Servizi Sociali del Comune di Rezzato. Francesco Marzaroli, assessore ai servizi sociali: “La difficoltà economica e la stato di disagio in cui versa parte dei nostri concittadini purtroppo non sono di certo migliorati rispetto alla scorso anno, le verifiche effettuate dalle assistenti sociali e da tutto il personale degli uffici non hanno potuto che ribadire la necessità di confermare tutti i servizi e i contributi previsti dal PSA. Per contro, come ben risaputo, tutti i Comuni,non esente quindi quello di Rezzato, registrano ulteriori riduzioni degli ingressi da Stato e Regione: in particolare per quanto attiene ai Servizi Sociali non saranno totalmente rifinanziati dai livelli istituzionali superiori al Comune i contributi destinati a buoni per anziani e minori, i fondi per la non autosufficienza,i progetti di prevenzione del disagio giovanile, gli sportelli per immigrati, i fondi per grave disabilità, per assistenti ad personam, per alunni disabili, per fondo affitti. In questo desolante scenario la scelta dell’Amministrazione di Rezzato è stata unanimemente quella di non ridurre gli stanziamenti e di finanziare con risorse proprie la mancanza degli ingressi: confermati infatti in particolare, per citare solo interventi peculiari del Comune di Rezzato, il pacchetto anticrisi, il servizio di consulenza psicologica, lo sportello consumatori, tutte le agevolazioni contenute nell’accordo con le organizzazioni sindacali dei Pensionati. Tutti i particolari sono ben descritti nel Piano Socio Assistenziale che è consultabile sul sito comunale. Colgo l’ occasione per ringraziare tutto il personale dei servizi Sociali per la dedizione e le professionalità messe in campo, tutti i volontari che ci danno un fondamentale aiuto per vari servizi, in particolare nella nostra casa di riposo e tutti i colleghi di Giunta per la priorità assoluta conferita ai Servizi sociali nella salvaguardia ai tagli effettuati nel Bilancio 2012.”

A livello nazionale i finanziamenti per i servizi sociali sono passati dai 2 miliardi e 527 milioni di euro del 2008 ai 545 milioni di euro previsti per il 2011, pari a un taglio di oltre l’87%. In Lombardia, poi, nel 2011 i Comuni hanno dovuto già fare i conti con una riduzione complessiva di 35 milioni di euro di trasferimenti per il settore sociale e nel 2012 il taglio delle risorse è diventato ancora più drammatico, con un’ulteriore riduzione di non meno 110 milioni di euro. Al riguardo l’assessore al bilancio, Davide Giacomini “I tagli nazionali e regionali ai servizi sociali sono già di per sé pesantissimi ma sono ancora più gravi se letti congiuntamente ai tagli ai trasferimenti statali ai comuni (meno un milione di euro in soli due anni per Rezzato). Con queste politiche si scarica il peso della crisi sulle categorie più deboli, sulle famiglie con figli e gli anziani. Nel Comune di Rezzato abbiamo fatto una scelta diametralmente opposta: mantenimento per quanto possibile di tutti i servizi, compartecipazione richiesta ai cittadini per i servizi compatibile con la propria fascia di reddito e attenzione costante ad evitare sprechi.”

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Bravi, una scelta coraggiosa. Volendo ben vedere potreste magari risparmiare qualche soldo da investire ancora nei servizi alle persone attingendo ad esempio da quelli che ultimamente state spendendo per il campo sportivo di Via De Gasperi, i mega gazebi, la tinteggiatura la realizzazione della piattaforma in cemento (a cosa serve?), ecc. ecc. Ma è solo un esempio

  2. Gentile concittadino, la ringrazio per il commento. Le segnalo che tutte le opere a cui fa riferimento (i mega gazebi, la tinteggiatura la realizzazione della piattaforma in cemento) non sono stati reliazzati utilizzando risorse comunali. Sono stati realizzati dalla società sportiva che ha in gestione l’impianto.

RISPONDI