Brescia: i contributi comunali elargiti attraverso lo strumento del “Quoziente familiare”

0

(a.c.) Lo stesso contributo erogato negli ultimi anni, ma elargito in maniera più oculata, e più controllata. L’assessorato ai Servizi Sociali guidato da Giorgio Maione ha introdotto importanti novità per quanto riguarda il sostegno a famiglie in difficoltà economica.

Con l’approvazione della delibera di Giunta del 5 settembre sono stati ratificati i nuovi criteri di assegnazione di 3 diverse modalità di contributo, temporaneo, straordinario e continuativo. Nel dettaglio: il contributo spetta a famiglie con reddito Isee annuo certificato minore di 5.424,90 euro, ed ha un importo che varia tra i 100 e i 300 euro mensili. Nel calcolo del contributo mensile entra per la prima volta il "quoziente familiare", un moltiplicatore che varia tra l’1,6 per una coppia e il 3,7 per un nucleo composto da cinque persone. Applicato per la prima volta a Parma, il quoziente familiare si pone come obiettivo una più corretta elargizione dei contributi comunali, che potranno arrivare in maniera proporzionale nelle famiglie, sulla base del numero dei figli a carico.

Presto sul sito internet del Comune di Brescia il bando completo per inoltrare le richieste.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome