Il Brescia travolto fuori casa. Con lo Spezia finisce 3-1

0
Bsnews whatsapp

Continua a soffrire il Brescia in questa nuova stagione. Sotto un sole cocente le Rondinelle cercano di portare a casa tre punti utilissimi per dare la carica alla stagione, ma contro lo Spezia non è una missione facile. La partenza è buona, ma nella ripresa – complice un rigore inesistente – si consuma la tragedia (sportiva).

Il Brescia parte in attacco e al 13′ è già in vantaggio. Di Gennaro apre lo spazio per Zambelli che in contropiede serve Mitrovic. Bouy prima sbaglia, ma al secondo tentativo la manda dentro. I bresciani ci riprovano 10 minuti più tardi con una punizione di Scaglia (Caracciolo non colpisce bene) e quindi alla mezz’ora con Finazzi che, solo in area, cicca clamorosamente. Ancora, al 37, Bouy si rende ancora pericoloso, ma Russo devia la palla in angolo. Due minuti dopo l’immeritato pareggio dei padroni di casa: Antonio Caracciolo lascia libero in area Sansovini che si gira bene e batte Arcari.

Nella ripresa squadre in campo senza cambi. E lo Spezia gela le Rondinelle già al primo, quando ilgoal di Antenucci viene annullato per fuorigioco. Le Rondinelle riprovano a farsi sotto con Andrea Caracciolo, che prima spedisce alto il bel cross di Zambelli poi, al 17′, colpisce di testa in area sfiorando la porta. Ma lo Spezia torna subito sotto e al 22′ sfiora il vantaggio con Okaka: solo un grandioso Arcari evita il peggio. E cinque minuti più tardi arriva il goal del vantaggio ospite. Di Gennaro cade in area e l’arbitro assegna un dubbio rigore che la punta non sbaglia. Al 41′, quindi, la beffa che chiude l’incontro: su contropiede Sansovini viene servito da Bovo e insacca senza difficoltà.

 

SPEZIA – BRESCIA 3-1
SPEZIA: (4-2-3-1) Russo; Madonna, Schiavi, Benedetti, Garofalo; Bovo, Sammarco; Antenucci, Di Gennaro, Sansovini; Okaka. (Iacobucci, Mario Lui, Piccini, Pasini, Crisetig, Mandorlini, Pichlmann). All. Serena.
BRESCIA: (3-5-2) Arcari; De Maio, Salamon, Antonio Caracciolo; Zambelli, Finazzi, Budel, Bouy, Scaglia; Andrea Caracciolo, Mitrovic. (Russo, Rosso, Lancini, Welbeck, Quaggiotto, Saba, Picci). All. Calori.
Arbitro Cervellera di Taranto.
Reti: 13′ pt Bouy, 39′ pt e 41 st Sansovini, 22′ st Di Gennaro.
Note: spettatori 7.520, incasso di 57mila euro.  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. …MI CHIEDO COME SI PUO’ SCHIERARE ANCORA UNO COME CARACCIOLO…..IL SOLITO PARACARRO PIANTATO IN CAMPO ! MA NON LO VEDE NESSUNO CHE QUESTO è ARRIVATO ALLA FRUTTA DA ALMENO DUE ANNI ????? BASTAAAAAAAAA

  2. ..il presidente ha detto che farà visitare dai medici caracciolo perchè non sta in piedi…..ades?
    e quando stavamo in a che faceva ? mani ai fianchi o in terra sempre, quindi la " malattia è più che cronica "…per noi è letale averne uno così perchè giochiamo in 10 !

RISPONDI