Mairano. La risposta del sindaco alle accuse di Legambiente

0

(a.c.) Non si placa, e anzi si acuisce, la polemica innescata dal circolo Legambiente Bassa Bresciana Centrale con l’Amministrazione comunale di Mairano, colpevole, a detta dei detrattori, di scempio nei confronti di 4 alberi tagliati e della copertura di un tratto di roggia.

Il sindaco Piervincenzo Lanzoni ha risposto a stretto giro di posta al volantino recapitato dal presidente del circolo (leggi la notizia completa, con l’allegato originale), il mairanese Gabriele Pellegrini. Pesantemente tendenziose, e palesemente false, le accuse mosse all’Amministrazione secondo il primo cittadino, che senza giri di parole definisce "bufale" quelle fatte circolare da Pellegrini tra i suoi concittadini e diffuse alla stampa. Ad esempio dice che la roggia che Pellegrini non vorrebbe coprire in realtà è coperta da anni, oppure che non si verserà un solo grammo di cemento bensì materiale eco-compatibile che si integrerà perfettamente con il territorio circostante.

Ecco il testo del volantino recapitato nelle abitazioni di tutti i cittadini:


Cari Concittadini,
LA CREDIBILITA’ SI BASA SULLA VERITA’

Il Responsabile del Circolo di Legambiente Mairano-Barbariga si è divertito in questi giorni a diffondere notizie e dati sulla costruzione della PISTA CICLO-PEDONALE verso il santuario della Madonnina della Lama.

L’Amministrazione Comunale, ad onor del vero, deve smentire alcune BUFALE VENDUTE GRATUITAMENTE:

1ª BUFALA: su Bresciaoggi di giovedì 13 settembre si legge un virgolettato di Legambiente che parla di “…500 metri di asfalto…”. Ebbene: nella nuova pista ciclo-pedonale NON SARA’ UTILIZZATO UN SOLO GRAMMO DI ASFALTO in campagna!

2ª BUFALA: sempre su Bresciaoggi, Legambiente in virgolettato parla di “…strage di ippocastani…”. Ebbene: sono stati divelti 4 ippocastani (di proprietà di un agricoltore) MA VERRANNO PIANTATI ALTRI  25 alberi!

Questa pista ciclo-pedonale, come ogni uomo di buona volontà può capire visionando il progetto, è un esempio di infrastruttura ECO-COMPATIBILE costruita con soluzioni e materiali ecologicamente INNOVATIVI. Molti cittadini hanno visto il progetto ed hanno avuto modo di apprezzarlo. Legambiente incentiva in tutta Italia le piste ciclo-pedonali… strano che a Mairano non sia così… visto il primato della rete ciclo-pedonale mairanese!

L’Amministrazione Comunale ha compiuto, CON I FATTI, in questi 3 anni una politica AMBIENTALE riconosciuta da tutti:
– Due impianti fotovoltaici per complessivi 100 KW di potenza installati;
– Riqualificazione e potenziamento dell’isola ecologica;
– 300 nuove piantumazioni di alberi in tutto il territorio;
– Attivazione di “My time for Myrano”, la scuola pratica di ecologia (ovvero giornate in cui gli amministratori ed i cittadini puliscono i cigli delle strade extraurbane).
– Nuovi cassonetti con calotte elettroniche per incentivare la differenziata.

Dov’era il rappresentante di Legambiente in questi 3 anni? Dov’era quando nel giardino della casa dove vive si è sterminato un bellissimo bosco di piante ad alto fusto? Forse non ha visto?

Non accettiamo lezioni da chi non è credibile.

Cari concittadini, la credibilità si basa sulla verità: quando la pista ciclo-pedonale sarà terminata, la sottoporremo, come abbiamo sempre fatto, al vostro sovrano giudizio.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Bell’esempio di democrazia partecipativa quella del Sindaco di Mairano che afferma che: "quando la pista ciclo-pedonale sarà terminata, la sottoporremo, come abbiamo sempre fatto, al vostro sovrano giudizio". Cioè si chiede il giudizio dopo che è stata fatta e se davvero fosse una inutile schifezza poco compatibile con l’ambiente chi rimborserebbe le spese sostenute col denaro pubblico, il Sindaco ed i suoi Amministratori o i soliti bravi e buoni cittadini?

  2. Il solito amministratore che perde le staffe quando qualcuno che non la pensa come lui fa notare gli esiti delle sue scelte. Un pò meno arroganza e più volontà di condividere le scelte con i propri concittadini sarebbe auspicabile.

  3. non conosco questo sindaco e nemmeno la giunta ma scommetto che non e’ di estrema sinistra o sinistra moderata , altrimenti Legambiente non si sarebbe mossa affatto…sono ambientalisti a corrente alternata LOL dipende da chi governa

  4. Scommetto che il tipo che da del lazzarone a chi non la pensa come lui è, o un evasore fiscale o uno che conosce molto bene il modo di tirare a campare

LEAVE A REPLY