Maxi operazione della polizia locale in centro storico

0
Bsnews whatsapp

Gli agenti della Polizia locale di Brescia hanno portato a termine una importante operazione di presidio del centro storico. Si è trattato di un maxi intervento di vigilanza finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati, all’identificazione di cittadini stranieri irregolari, al controllo di esercizi commerciali e a controlli di polizia stradale ed amministrativa, che hanno riguardato principalmente il territorio compreso tra via S. Faustino, Salita della Memoria, via Mazzini, c.so Zanardelli, via Cairoli, via dei Mille, ia Calatafimi, via Brigata Meccanizzata Brescia e via Pellico (area quartiere Carmine).

All’operazione hanno preso parte otto pattuglie auto montate, una pattuglia moto montata composta da 3 agenti, una pattuglia della commerciale, una unità cinofila, una pattuglia ciclomontata, una pattuglia ippomontata, una pattuglia del nucleo di Polizia giudiziaria, un operatore dell’Ufficio Falsi Documentali e un agente con autocarro per la rimozione forzata.

Sono stati controllati in totale 44 cittadini extracomunitari presenti nella zona: sei stranieri, di cui uno minorenne, sprovvisti di documenti personali sono stati accompagnati al Comando per l’identificazione; di essi uno è stato denunciato per ricettazione, essendo stato trovato in possesso di una tessera regionale dei servizi risultata rubata. Una squadra operativa ha inoltre tratto in arresto due extracomunitari per spaccio di stupefacenti.

Il nucleo di Polizia commerciale ha controllato un pubblico esercizio e sei esercizi commerciali elevando due verbali per infrazioni di vario genere. Durante l’intervento sono stati controllati 77 veicoli ed elevati 13 verbali per infrazioni al Codice della strada. La pattuglia ippomontata, infine, ha individuato e recuperato un veicolo risultato compendio di furto.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. anche la polizia locale puó controllare gli scontrini fiscali. ECCOME CHE PUÓ, peró l’effetto pubblicitario sarebbe un altro, non desiderato dai nostri amministratori….

  2. Segnalo che nella cosiddetta "era Monti" sono di botto ricomparsi dalla notte dei tempi gli scontrini fiscali: nella zona movida di Piazzale Arnaldo, per esempio, erano ormai una specie in estinzione peggio del panda o della tigre siberiana. E poi c’è ancora qualcuno che ha qualcosa da dire sulla lotta all’evasione fiscale come priorità in un Paese di furbi, fubetti e furbacchioni !

  3. La Sezione di Polizia Annonaria e Commerciale si occupa del controllo delle attività commerciali e di ogni forma di pubblicità svolta nel territorio.

  4. la pagliacciata dei cavalli della polizia, ho letto che ci costa 200mila euro all’anno! tutto per la propaganda dell’assessore del fare/finta.

  5. Perché controllare solo il centro storico ???.Come via Cremona e laterali,ad esempio via del Brasile,dove vi sono le ricevitorie del gioco che sono piene di extracomunitari che fanno un caos tremendo ad ogni ora della sera e della notte. Scusate ma non fanno parte della città ???

  6. la montagna ha partorito il topolino….erano più gli agenti coinvolti che che gli extraomunitari controllati….e vai, Rolfi, che il futuro è tuo

RISPONDI