La festa bresciana della Lega allontana Maroni da Alfano

0

Brescia al centro del panorama politico italiano. È quanto è accaduto nel giorno di chiusura della festa della Lega Nord, con il confronto tra il segretario del Carroccio Maroni e Angelino Alfano del Pdl. Mentre il secondo si è complimentato con la Loggia auspicando il rinnovo del binomio Pdl – Lega alla guida della Leonessa anche per il futuro, il primo ha scagliato frecce appuntite in ottica elezioni 2013.

“Se il Pdl sostiene il governo Monti non saremo al loro fianco e sceglieremo un giovane candidato premier. Non c’è una doppia morale, locale e nazionale. Chi si allea con noi deve sottoscrivere il programma della Lega e difendere il Nord”.

Maroni ha dato sfogo al cavallo di battaglia leghista del recente passato auspicando una cancellazione dell’Imu. Alfano ha replicato puntando all’abbattimento della pressione fiscale, ma è stato chiaro: “Far cadere ora il governo Monti avrebbe solo un effetto fumogeno”. 

Toni alti e clima di sfida, dunque, con Maroni che non ha escluso di poter presentare anche a Brescia un candidato sindaco in camicia verde. 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Fine del duo Parolfi ? Non credo proprio e comunque al ballottaggio Paroli appoggerebbe Rolfi e viceversa. A meno che il candidato PD (chi è?) non trovi l’accordo con l’UDC o con SEL ed IDV più la galassia delle Liste Civiche ed allora niente ballottaggio. Ma se il movimento 5 Stelle prende più del 10% sono, si scompaginano schieramenti e previsioni: io tifo per il massimo incasinamento per i pantofolai che bazzicano in politica a Brescia da 40 anni.

  2. Io so solo che se Renzi non vince le primarie del Pd e il movimento 5 stelle non fa il botto siamo condannati a solito riciclo di politici arrampicatori sociali e parrucconi che da anni e anni sbaffano alle nostre spalle a Brescia come a Roma. God save the democracy!

  3. IL PDL NON E CREDIBILE QUANDO DICE CHE VUOLE TOGLIERE L’IMU, LA LEGA SI’. IL PDL SOSTIENE MONTI CHE HA VOLUTO L’IMU. FORMIGONI RICATTA LA LEGA DICENDO CHE SE CADE LUI, CADE ZAIA E COTA. ZAIA E COTA NON SONO INDAGATI PER CORRUZIONE, FORMIGONI SI’ SE TUTTI I CRISTIANI CATTOLICI FOSSERO COME FORMIGONI PREFERIREI AVERE A CHE FARE CON GLI INTEGRALISTI ISLAMICI, CHE SONO QUANTO DI PEGGIO CI SIA AL MONDO COME INTEGRALISMO RELIGIOSO.

    LEGHISTI, MANDATE A CASA FORMIGONI SE NON VOLETE SCOMPARIRE DALLA LOMBARDIA! ELETTORALMENTE VI STA DEPAUPERANDO E NON VE NE STATE ACCORGENDO. QUEL LA’ L’E’ FURB!

LEAVE A REPLY