Mairano. Torna nel week-end l’evento che ci riporta nella vita contadina

0
Bsnews whatsapp
Torna nel prossimo fine settimana, con l’ottava edizione, la "Sagra del Contadino" a Mairano. L’evento, organizzato con il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Comune di Mairano, Associazioni Comuni Terre Basse e Coldiretti Brescia, che ricrea, nelle vie del paese, i momenti più caratteristici della vita contadina. Un appuntamento che negli anni scorsi ha sempre richiamato nella Bassa Bresciana migliaia di persone. 
 
Ieri sera presso il cortile del Museo della Civiltà Contadino, il fulcro della festa, alla presenza del presidente del Museo, il consigliere regionale Gianmarco Quadrini, del sindaco di Mairano, Vincenzo Lanzoni, del presidente regionale di Coldiretti Ettore Prandini, dell’assessore provinciale all’Agricoltura Tomasoni, del segretario regionale di ANUU, Domenico Grandini e di Vincenzo Conti dei Panificatori, sono state presentate le novità di quest’edizione, e il ricco calendario.  
 
Gli ospiti hanno innanzitutto posto l’accento sui valori che questa festa cerca di far rivivere, e di trasmettere alle nuove generazioni. Innanzitutto la solidarietà tra le persone che condividevano le fatiche dei campi, la loro forte umanità, la serenità con la quale affrontavano gli eventi della vita. Durante la Sagra, all’interno della cornice delle festa e dei momenti di svago e divertimento, questi valori emergeranno, si faranno concreti nei gesti e nello spirito di coloro che animano l’iniziativa.  
 
L’apertura è fissata per venerdì 21 settembre, presso il Cortile del Museo della Civiltà Contadina, alle ore 18.30 con l’incontro: “Caccia, agricoltura e ambiente: un conflitto insanabile?”; ne parleranno Aurelio Guarneri, assessore provinciale, Ettore Prandini, presidente Coldiretti Lombardia, Marco Castellani, presidente nazionale ANUU Migratoristi, Mauro Cavallari, presidente regionale Federcaccia, moderatore Beppe De Maria, giornalista di Caccia e Dintorni. A seguire, intorno alle ore 20:00 (al costo di 15 euro, su prenotazione allo 030-975321); alle 21:00 l’evento che chiude la prima giornata, la "Scarfoiada" accompagnata dalle canterine del Gruppo Primavera.
 
La festa continua sabato 22, dalle 18:00, con la celebrazione della Santa Messa presso il Santuario della Madonna della Lama e la successiva processione verso la Chiesa Parrocchiale. Alle 19:30, per le vie del paese ci sarà la sfilata di macchine e attrezzi contadini d’epoca, mentre alle 20:00 presso i numerosi punti ristoro sarà pronta la "Cena contadina". Chiuderà la serata lo spettacolo del Gruppo Folkloristico "I Malghesetti", che si terrà nel cortile del Museo di Mariano. 
La giornata-clou, domenica 23, comincerà presto. Alle 6:00 il borgo si sveglierà al canto del gallo (diffuso con gli altoparlanti in tutto il centro storico), l’apertura del Mercato Contadino in Piazza Europa è fissata per le 8:30, mentre alle 9:00 le vie e i cortili del paese si animeranno di scene di vita contadina. Alle 9:30 avrà luogo la rievocazione storica della visita del Conte Calini, il nobile mairanese per eccellenza. Nel pomeriggio proseguiranno le attività nei cortili e lungo le vie; al campo sportivo ci sarà la pigiatura dell’uva e alle 16:30 la sfilata in abiti vintage delle giovani bellezze locali. La giornata si concluderà alle 21:00 con lo spettacolo, presso il cortile del museo, "Goi de contala" a cura dell’Associazione culturale "La Zerla". 
Nutritissimo il comitato promotore dell’evento: Coldiretti sezione Mairano, Commercianti di Mairano e Pievedizio, Amici del Museo della Civiltà Contadina, Circolo Culturale Mario Polpatelli, Biblioteca Comunale di Mairano, Giardino di Carta, I gnari dei tratur vecc, Circolo Ritrovarci, Mairano Live, Associazione Raggio di Sole, Oratorio San Giovanni Bosco di Mairano, Oratorio S. Filippo Neri di Pievedizio, I gnari de Merà, Gruppo Volontariato Primavera, Corpo bandistico S. Cecilia Mairano e Gruppo Alpini di Mairano.
 
Tutti gli aggiornamenti dell’evento saranno disponibili sulla pagina facebook ufficiale dell’evento: “Sagra del Contadino di Mairano”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI