Movimento 5 stelle: l’obiettivo in città è il ballottaggio

0

(a.c.) L’elezione di Federico Pizzarotti a sindaco di Parma ha senz’altro accresciuto la consapevolezza dei "grillini" di poter dire la loro in ogni città. Anche per questo motivo i membri del Meet Up di Brescia hanno grandi ambizioni: tanto per cominciare arrivare al ballottaggio per la poltrona di sindaco della città. 

Nella riunione del gruppo che si è tenuta ieri presso la Casa delle associazioni di via Cimabue i presenti erano circa un centinaio. A fare il "moderatore" della serata, con il dibattito aperto a tutti, Vito Crimi, che ha delineato il programma di lavoro dei prossimi mesi, quelli che porteranno (entro gennaio) a definire la lista dei candidati del Movimento 5 stelle e ad organizzare la campagna elettorale. Per tanti sostenitori, e per quasi tutti i possibili candidati, si tratterà della prima vera campagna elettorale della propria vita, ed anche per questo Crimi dice che la strada sarà lunga e impegnativa. Ambiziosissima però la meta finale: il ballottaggio. Chi condurrà la volata? Presto per dirlo, quando saranno sul tavolo tutte le persone interessate, e con esse le idee per il governo della città, verrà scelto il candidato sindaco, che dovrà confrontarsi con la base attenendosi ai principi fondatori del programma di Beppe Grillo.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Decine di candidati sindaco, decine di liste, la confusione politica che regna anche a livello nazionale e lo spirare del vento dell’antipolitica, lascano intravvedere in concreto ai grillini l’ipotesi del ballottaggio. Il problema resta però il programma, l’organizzaizone, gli uomini, il candidato sindaco. Non poco, e il tempo stringe…

  2. Ho avuto il piacere di conoscere molti bravi cittadini iscritti al Movimento, come conosco altri cittadini egualmente bravi in altri partiti e il mio augurio è che siano solo le persone perbene a candidarsi e a vincere le elezioni. Avete tutta la mia stima e fiducia.

  3. Sinistra…disastro ambientale a brescia ; destra ….disastro ambientale a brescia. Entrambi al servizio dell’industria inquinante e non della citta’ e dei cittadini. Per i nostri figli votiamo chi la difesa dell’ambiente non la fa solo a parole elettorali. E’ mai possibile che i sindaci debbano indebitare la città per lasciare ai posteri la grande inutile opera che porti il loro nome come la metropolitana o il parcheggio scavato nel Cidneo? (come berlusconi con il ponte di Messina )Proviamo i 5 stelle dato che non sono ancora immanicati in storiche lobbies di potere.

  4. Ma a questo punto non ha più importanza come e chi. Questa volta voglio votare qualcuno che assomigli a me. Che accolga le proposte dei cittadini e che ne rispetti la volontà della maggioranza, sia una persona onesta, civile e che abbia la fedina penale almeno come la mia. Pulita. Non che gli altri siano dei poco di buono, ma a scanso di equivoci è meglio partire sul sicuro.

LEAVE A REPLY