Caso Matisse: in Loggia la resa dei conti, con il Pd che chiederà le dimissioni di Arcai

8

Il grande punto di domanda issato sulla mostra di Matisse e sull’operato di Artematica e della Loggia a riguardo verrà dissipato oggi nel primo pomeriggio nel consiglio comunale il programma alle 14. Sull’effettivo numero dei visitatori sta indagando la procura. Restano da capire le ragioni per cui il sindaco Paroli ha scelto la società di Andrea Brunello per l’allestimento delle grandi mostre, i dettagli dell’accordo e del rapporto tra Comune e Artematica.

Il tutto rientra in una sfera politica tumultuosa, con il Pd pronto a chiedere le dimissioni dell’assessore alla Cultura Arcai. L’opposizione vuole mettere in risalto anche le responsabilità politiche di Paroli nella vicenda. 

Comments

comments

8 COMMENTS

  1. Ma che razza di opposizione fa il PD? Le responsabilità politiche di Paroli sono grandi come una casa, molto maggiori di quelle specifiche del povero Arcai (vittima del dilettantismo di BresciaMusei nello stendere il contratto), eppure le dimissioni vengono richieste solo per Arcai. Hanno paura, sono timidi? Boh….valli a capire, tanto casino per raccogliere solo uno scalpo insignificante.

  2. Grazie al Pd che in questa città ha presidiato, controllato e si batte come un leone. Unica forza politica che ha coraggio. e non votato PD ora lo voto a Brescia con convinzione

  3. Vediamo che succede, ma qui la giunta Paroli si è giocata il secondo mandato (che in ogni caso era già in bilico). Detto questo il continuo avvicendamento centrodestra – centrosinistra fa vomitare. Serve aria nuova!

  4. E’ NATURALE CHE IN ITALIA LE RESPONSABILITA’ CADANO SEMPRE SU CAPRI ESPIATORI CHE DEVONO COPRIRE I VERI RESPONSABILI – IN QUESTA VICENDA E’ IL POVERO ASSESSORE ARCAI – NON SI PUO’ NASCONDERE IL FATTO CHE PECCANDO DI INGENUITA’ NON SI E’ ACCORTO DI COME LO STAVANO RAGGIRANDO ED UN ASSESSORE COMPETENTE DEVE VIGILARE BENE – COMUNQUE I VERI COLPEVOLI VANNO CERCATI IN COLORO CHE HANNO VOLUTO E SOSTENUTO ARTEMATICA – ED E’ NECESSARIO CONTROLLARE ANCHE I PRECEDENTI ORGANIZZATORI DI GRANDI MOSTRE IN QUANTO GOLDIN BRAVO ED AVIDO DI SOLDI NE HA PORTATI A CASA MOLTI DI PIU’ DI ARTEMATICA (IN QUEI ANNI LE CASSE DEL COMUNE ERANO MOLTE PIU’ RICCHE!!!) LO STESSO DEL BONO NON DOVREBBE ATTACCARE ARCAI (TROPPO SEMPLICE!!!) SE E’ COSI’ BRAVO VADA ALLA RICERCA DEI VERI COLPEVOLI ED ANCHE LUI NON ABBIA PAURA DI METTERSI CONTRO I POTENTI!!!

  5. dopo lo scandalo carte di credito, l’addizionale comunale per foraggiare le spese folli e inutili (vedi notti bianche, giardini in piazza paolo sesto, pensilina ecc…. ci mancava anche questa.

  6. non si capisce se è un belato di pecora….siete veramente degli ipocriti strumentalizzatori, perchè non avete il coraggio di dire che la questione carte di credito è stata archiviata (a proposito andate a vedere le spese folli dei consiglieri regionali di UdC e PD in Lombardia che sono i due gruppi che spendono di piu’….su Libero di oggi) e che l’avete utulizzata solo x sputtanare chi stava al governo della città.

LEAVE A REPLY