Sale a 433 milioni il fatturato della controllata tedesca di Feralpi. Gemellaggio tra Riesa e Lonato

0
Bsnews whatsapp

Celebrati a Riesa i vent’anni dall’acquisizione, avvenuta nel 1992, da parte del gruppo siderurgico guidato da Giuseppe Pasini, che da allora ha investito oltre 260 milioni di Euro nell’innovazione tecnologica, con particolare riguardo per la tutela ambientale e per la sicurezza.

Per l’occasione è stato sancito il gemellaggio tra i Comuni di Riesa e Lonato del Garda

Si è chiuso con un fatturato di 433 milioni di Euro (in costante crescita dal 2008, e nonostante il permanere di un contesto congiunturale difficile) il bilancio 2011 di ESF – Elbe-Stahlwerke Feralpi Gmbh, storica azienda siderurgica tedesca, fondata nel 1843 e sviluppatasi fino a contare, a fine anni ’80, 12.000 dipendenti, acquisita da Feralpi nel 1992 dopo che, a seguito del crollo dei mercati oramai consolidati nell’Europa dell’Est, la perdita di competitività a fronte degli enormi costi di produzione e le ripercussioni negative sull’uomo e sull’ambiente che l’area industriale aveva con i suoi 75 ettari, siti proprio nel cuore della città, subì un vero e proprio tracollo, predisponendosi allo smantellamento.

Oggi ESF è la capofila europea del gruppo siderurgico italiano guidato da Giuseppe Pasini.

Nel sito di Riesa, che si estende su una superficie di oltre 500.000 metri quadrati, operano oggi, oltre a ESF, lEDF Elbe-Drahtwerke Feralpi GmbH, Feralpi Stahlhandel GmbH e Feralpi Logistik GmbH che, nel complesso, occupano oltre 600 dipendenti diretti (1.000 addetti considerato l’indotto), per una produzione annuale di 1.000.000 tonnellate di acciaio, trasformate e distribuite sotto forma di varie tipologie di prodotti in acciaio da costruzione. Qui hanno inoltre la propria sede anche l’amministrazione delle consociate Feralpi-Praha s.r.o. di Kralupy nad Vltavou (Repubblica Ceca) e Feralpi-Hungaria Kft. di Csepel (Ungheria). Dal 2008 tutte e sei le aziende operano sui mercati europei con il marchio FERALPI STAHL.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI