Caso Sinti, Rolfi mette in sicurezza il passaggio per i bambini rom di via Borgosatollo

24
Bsnews whatsapp

Si sono conclusi gli interventi di manutenzione finalizzati a porre in sicurezza il collegamento pedonale tra l’area di insediamento del campo nomadi di via Borgosatollo e le zone di servizio ai più vicini plessi scolastici.

Per quel che riguarda la carreggiata sud di via Maggia, individuata tra l’intersezione con via Borgosatollo e l’area di ambito al campo nomadi, all’interno dell’esistente guard-rail i tecnici del Servizio Traffico, su espressa indicazione dell’assessore alla Mobilità e Traffico Fabio Rolfi, hanno fatto realizzare un apposito percorso pedonale mediante la ripulitura del sentiero, la compattatura del terreno e la stesura di materiale stabilizzante e drenante per circa un metro di larghezza

Sono stati inoltre installati cartelli di segnaletica verticale indicanti le direzioni del “percorso pedonale” e la ritracciatura dell’attraversamento pedonale sulla rotatoria all’incrocio tra le vie interessate. Tale intervento consentirà di percorrere in assoluta sicurezza (all’esterno della carreggiata) il tratto che collega le zone di ordinario servizio stradale tra le scuole e l’insediamento di provenienza degli utenti in oggetto.

“È la migliore risposta a coloro che hanno intentato una battaglia ideologica su una scelta puramente amministrativa volta al rispetto delle regole da parte di tutta la cittadinanza. – ha dichiarato il vicesindaco di Brescia Fabio Rolfi – La segnalazione sulla pericolosità del collegamento pedonale tra il campo nomadi di via Borgosatollo e i vicini istituti scolastici è stata immediatamente presa in esame dall’Amministrazione comunale e in pochi giorni abbiamo provveduto a porre in totale sicurezza il passaggio per evitare che ci possano essere pericoli per i bambini che si recano a scuola”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

24 COMMENTI

  1. In politica contano i numeri e null’altro: Rolfi si dà un gran da fare, ma Del Bono, che non vincerà al primo turno, vincerà sicuramente al ballottaggio perchè così hanno deciso, magari turandosi il naso, le quattro famiglie che democristianamente decidono e determinano da molti lustri le sorti di Brescia, previa benedizione dela Curia. Chi affronterà Del Bono al ballottaggio è del tutto irrilevante.

  2. Si accorge solo ora Rolfi della pericolosità in cui ha costretto con una sceelta vergognosa a farsela a piedi tra i camion e auto che pericolosamente sfrecciavano in tangenziale mettendo in pericolo i bambini a cui era stato tolto il servizio di scuolabus. Fino all’altro ieri si chiedeva perchè della protesta dei comitati ambientalisti che denunciavano questa pericolosità. Nonostante tutto ciò, da perfetto incapace qual’è fa sistemare solo 100 metri di percorso a piedi a lato della tangenziale, senza sapere che questi bambini a piedi ne fanno 3 di km per raggiungere scuole dislocate su entrambi i lati. Ora prova a fare il "taia e medega" senza neanche esserne capace. Povero assessore alla mobilità in(sostenibile). Vada a casa da perfetto incapace.

  3. Io trovo anomalo che nel 2012 si permetta ancora l’esistenza dei campi nomadi.Sta a vedere che a sentire i sinistri adesso chiudiamo la tangenziale per far andare a scuola gli zingarelli.

  4. Creare uun caso rumoroso per distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica dalla questione Matisse. Solita strategia…ma la gente non è scema!!!

  5. è incredibile il casino che cgil e associazionucole varie riescono a creare sul nulla,nonostante la gente comune che lavora gli zingari non li puo vedere neanche dipinti sul muro…..questo è reso possibile da giornalisti sinistrati che ricattano i politici.Del resto si sa,i rom costringono i figli a chiedere l’elemosina o peggio, figuriamoci se per loro è un problema far succedere un incidente in modo da lucrarne un po di grano e fare un favore ai loro amici sinistri.

  6. piuttosto che mettere le ganasce alle macchine degli insolventi rolfi se la prende con i bambini. forte con i deboli e debole con i furbi. poi peró poco prima delle elezioni solleva il polverone per speculare politicamente.

  7. hanno scelto di farli andare a scuola a piedi al posto che accompagnarli in auto (visto che non gli mnacano) come fanno tutti i genitori che nella testa hanno almeno un neurone funzionante. Se rivogliono il trasporto che lo paghino altrimenti alla scuola dell’infanzia ci vanno come meglio credono e sarà una loro libera scelta!

  8. Se le donne non hanno la patente, così come hanno dichiarato, ci sono gli autobus di linea che passano ogni giorno…..certo quello però bisogna pagarlo subito! Quindi piuttosto che pagare il trasporto pubblico hanno preferito la pericolosità della strada e la protesta in piazza loggia fatta dai loro figli…davvero vergognoso!

  9. Io mi vergogno di essere circondato da cittadini che difendono l’illegalita’,mi vergogno di chi attacca solo per fini politici,mi vergogno di voi che non sapete distinguere il giusto dallo sbagliato,mi vergogno di voi e non degli zingarelli che al posto vostro dimostrano di essere almeno furbi nel approfittarsene di tutto sto casino per farsi i propri interessi,cioe’ fare come sempre…quello che vogliono

  10. io mi vergogno ad avere una amministrazione che a pochi mesi dalle elezioni (perché non 4 anni fa?) strumentalizza a fini di propaganda un problema che andava affrontato con piú severità, ma senza far pagare ai bambini gli errori degli adulti. finirá come sempre con una polemica infinita e con una condanna della magistratura. a spese nostre, come sempre. stiamo ancora pagando i ricorsi per i bonus bebè perché rolfi non cede alla evidenza.

  11. eh lo so che ti piacerebbe vedere coomenti tipo quelli che si leggono sul Manifesto Liberazione L’unita’ Repubblica o quelli che si "leggevano" sulla Pravda pero’ sai com’e’ …su questo pianeta alcuni stati hanno inventato la democrazia gia’ da decenni…

  12. Quelli che tu chiami razzisti sono semplicemente il 90% dei bresciani(anche tanti di sinistra) che non vogliono venga dato un servizio gratis agli zingari,visto che i bresciani lo pagano o ne fanno a meno.Se tu vivi in un mondo tutto tuo dove prima di tutto vengono zingari e immigrati è un problema tuo, non prendertela con chi si limita a dare le notizie.

  13. Con lo stesso accanimento che tu hai con i rom dovresti averlo anche con coloro che da evasori fiscali depredano lo stato nel modo peggiore e, precisamente derubandolo di risorse che loro stessi utilizzano senza tirare fuori un tolino, mentre io da lavoratore dipendente pago e sono anche disponibile volentieri ad essere solidale con i più disperati che non necessariamente possono essere rom, sinti, o immigrati, ma anche migliaia di famiglie bresciane che oggi sono costrette a pagare una pesante crisi di cui, la maggiore responsabilità ricade sull’evasione fiscale che è ben altra porcata gigantesca rispetto ai debiti di cui qui si fa riferimento e che devono essere comunque saldati trovando soluzioni che non possano colpire ignari bambini. Quanto poi alla vicenda dello scuolabus per i bimbi rom e sinti quello che è inaccettabile è che Rolfi, togliendogli il servizio non si era nemmeno reso conto, che li avrebbe costretti a camminare sul ciglio di una tangenziale, correndo poi ai ripari per paura di doversi trovare responsabile di un loro eventuale investimento. Ma ha pure sbagliato perchè il servizio di ripristino di un vecchio sentiero di 100 metri l’ha fatto in una direzione senza sapere che altre scuole frequentate dai bambini sono nella direzione opposta. Un guazzabuglio di incapacità per un vicesindaco che si arroga il ruolo di assessore alla mobilità (in)sostenibile che, per chi ne capisce qualcosa fa solo sorridere o…….piangere.

RISPONDI