La promozione del territorio passa anche per malghe, caseifici e formaggi

0

(a.c.) Bovegno e Pezzaze: due paesi di alta valle che hanno due ottimi caseifici (per qualità) ma forse non del tutto sufficientemente sfruttati, almeno dal punto di vista dell’ottimizzazione organizzativa. Ora che il Nostrano di Valle Trompia ha ottenuto dall’Unione Europea la Dop (25 aziende per una produzione complessiva di circa 1000 quintali, il 25% del totale di latte prodotto), le cose potrebbero migliorare in maniera significativa.

Grazie a fondi regionali che nel triennio in corso ammontano a circa 2,1 milioni di euro, la Comunità Montana potrà investire nei processi di raccolta del latte e produzione del Nostrano da conferire nel caseificio comunale di Bovegno, che almeno in una prima fase diverrebbe l’unica struttura alla quale conferirebbero il latte i produttori locali. Grazie a un investimento di circa 60mila si dovrebbe metter mano alla struttura e acquistare un mezzo per la raccolta del latte. In futuro anche il caseificio di Pezzaze, se vi saranno le condizioni (se cioè sarà raccolto latte a sufficienza), potrà tornare ad essere pienamente operativo. 

Comments

comments

LEAVE A REPLY