Garda: Mazoom, Fura e Sesto senso fanno rete

0

Grazie agli sforzi di Ottavio Ferri e Gianni Togni, creatori  di locali storici della zona (Capovolto, Grande Vetro, Baraonda, Fura, Teatro Alberti), alcuni gestori dei più importanti locali del Garda, si sono riuniti attorno ad un unico progetto denominato " I’Mazoom ". Il concept è che i costi di gestione che ormai sono diventati insostenibili per tutte le discoteche in Italia, possono essere abbattuti solo se all’interno di un unica struttura (Il Mazoom, per l’appunto) collaborano gli staff di più locali. Si sono così riuniti Il Mazoom, il Fura, il Sesto Senso nella persona di Puccio Gallo, William Braga e Geppo Geloso, ideatori dell’evento "Aperitivo Chic", una delle serate più glamour del Lago, lo staff del Qi Clubbing per gli eventi estivi ed alcune tra le più importanti organizzazioni di pubbliche relazioni della zona. Tutti insieme per dare vita per ora alle serate del sabato e della domenica, mentre il venerdì prenderà vita a breve.

La serata del sabato sarà dedicata ad un pubblico adulto nella Sala 1, mentre la sala 2 sarà gestita dallo staff del Fura che si sposta definitivamente in questa location dalla sede storica di Via Lavagnone a Lonato. Grande rilevanza viene data alla ristorazione, alla musica dal vivo ed agli spettacoli che occuperanno la prima parte della serata. Sarà perciò possibile prenotare la cena con il sottofondo della musica delle migliori band in circolazione, mentre la serata disco partirà con il vero e proprio concerto live che porterà tutti in pista sulle note delle cover più famose e delle ultime novità internazionali. La serata verrà conclusa dai dj’s della migliore tradizione house.

La serata della domenica vedrà protagonista nella prima parte la "Notte Italiana", il cavallo di battaglia del Fura, un fenomeno unico che ha avuto inizio cinque anni fa e che ha contagiato anche le nuove generazioni con il repertorio delle migliori canzoni italiane degli anni ’70 e ’80. Grande merito va quindi dato a Gianni Togni che in questi anni è riuscito a promuovere anche tra i più giovani un patrimonio musicale e culturale che probabilmente si stava esaurendo. La domenica si concluderà con i dj’s e la musica house di ultima generazione.

Comments

comments

LEAVE A REPLY