La onlus bresciana Scaip in mostra a Ferrara per il festival dei diritti

0

A Ferrara, nella cornice del prestigioso Festival dei Diritti, dal 5 al 14 ottobre 2012 verranno esposti alcuni dei quadri più significativi del pittore mozambicano Antonio Alberto Malendze, in arte Malé. La mostra, a cura della Onlus bresciana Scaip (acronimo di Servizio Collaborazione Assistenza Internazionale Piamartino), sarà allestita nel corso del noto festival organizzato dalla Regione Emilia Romagna, dalla Provincia, dal Comune di Ferrara e da un pool di associazioni non profit, giunto alla decima edizione; un susseguirsi di iniziative centrate sulla valorizzazione dei processi di integrazione e della diffusione della cultura di pace contro le discriminazioni a cui partecipano ogni anno migliaia di persone. I quadri di Malé saranno visibili all’interno di una delle più interessanti testimonianze architettoniche della città, il palazzo della Racchetta, nel cuore antico di Ferrara. A pochi passi, in contemporanea alla mostra dello Scaip, si svolgerà il noto Festival dell’Internazionale, un weekend (5-6-7 ottobre) ricco di workshop e incontri con personalità di fama sovranazionale del mondo dell’informazione.

"Nelle sale espositive il filo rosso che guiderà i visitatori sarà l’acqua, tema sociale fondamentale in Africa – spiega la curatrice Milena Zanotti, bresciana, collaboratrice di alcune gallerie d’arte a Milano e a Roma e di diverse riviste del settore -. Un tema trasversale nelle opere pittoriche di Malé, dove la spiritualità e la vita terrena si uniscono simbolicamente nell’acqua, quando anche una sola minuscola goccia diviene carica del significato della vita. E dunque, in un passaggio narrativo e artistico che si apprezza in ogni quadro, l’acqua si personifica nell’”uomo goccia”, imbevuto allo stesso tempo di trascendenza e materia". Non è frequente poter osservare una mostra di quadri di artisti africani in Italia. Sono più comuni altre espressioni artistiche quali l’artigianato e le piccole lavorazioni manuali. L’artista nasce a Maputo, in Mozambico, il 21 gennaio 1980. Fin da giovanissimo appassionato di pittura, diventa presto allievo di Musis e di Sibemi, pittori mozambicani che lo introducono alla tecnica a olio. "Sono un artista plastico" dice Malé di se stesso nelle poche uscite pubbliche che si concede. Il fulcro delle raffigurazioni è l’elemento umano, sintetizzato negli elementi chiave quali: grandi occhi, labbra, nasi allungati, mani e piedi squadrati, ventri allungati o prominenti. Come spiega ancora Zanotti, spicca la resa cromatica, costruita con pennellate dense e sovrapposte, che raggrumano il colore e lo illuminano di bagliori luminosi e improvvisi, che creano un’atmosfera quasi sovrannaturale e rendono dinamica la composizione. “Siamo particolarmente soddisfatti di essere stati invitati al Festival dei Diritti di Ferrara durante l’autunno caldo delle iniziative. L’opportunità di portare la nostra mostra nel contesto di altri appuntamenti di caratura nazionale è per noi significativa" sottolinea il presidente Scaip Camillo Fratus. Tra gli appuntamenti del Festival, ad esempio, si potrà assistere all’assegnazione del premio giornalistico Anna Politkovskaja, per ricordare la giornalista russa uccisa a Mosca nel 2006. La mostra dello Scaip è a palazzo della Racchetta, via Vaspergolo 6/a, a Ferrara. Ingresso gratuito, aperta tutti i giorni dal 6 al 14 ottobre, dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.30. L’inaugurazione è prevista venerdì 5 ottobre alle ore 18.30.

Comments

comments

LEAVE A REPLY