Sassi dal cavalcavia, colpita l’auto di una coppia di lumezzanesi

0

Si sono visti infrangere il vetro dell’auto da un sasso lanciato dall’alto, mentre percorrevano la tangenziale che dall’Eib sale verso nord. E’ successo domenica pomeriggio ad una coppia di lumezzanesi, Mauro Zani di 37 anni e la fidanzata di un anno più giovane. Come dichiarato dallo stesso Zani al quotidiano Giornale di Brescia, “Prima di entrare nel tunnel un sasso mi ha rotto il parabrezza. A quel punto ho proseguito per circa 200 metri, per poi mettermi in sicurezza”. Ciò che ha notato il giovane valgobbino è che sulla carreggiata c’erano già una quarantina di sassi, di diverse dimensioni, probabilmente frutto di altri lanci precedenti. Il ragazzo è riuscito anche a volgere lo sguardo in alto per vedere qualcuno che si deva alla fuga dopo essersi accorto di aver centrato un’automobile. La coppia ha fatto denuncia in Questura ma degli autori del folle gesto non si sa ancora nulla.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. i cacciatori che ci sono in giro e sparano a minuscoli uccellini, non possiamo convicerne qualcuno a mettere il gabbiotto vicino al ponte e impallinare questi amiconi dei sassi ??

  2. Bisogna proprio essere totalmente fuori di testa per commettere queste cose, io non avrei nessuna pietà per queste persone, ricordiamoci per esempio di Maria Letizia Berdini, la donna uccisa a 31 anni da un sasso lanciato dal cavalcavia di Tortona, sull’autostrada Piacenza-Torino. I ragazzi che la uccisero ora sono tutti fuori dalla galera…… e anche qui ci sarebbe da scrivere non sò quanto … ma non lo faccio altrimenti mi cancellano il messaggio!

  3. Ragazzi vi prego, leggete prima di fare queste .
    Non è un gioco, un gioco fa divertire, non fa MORIRE.
    A noi è successo di vedere 2 ragazzini che ci buttavano un sasso, li ho visti in faccia, e spero di riuscire a ribeccarli prima o poi per far passare loro una marea di guai perché chi fa queste cose non è un essere umano, è una bestia !
    Avevamo in macchina 2 bambine di 3 e 5 anni quando questi ragazzini hanno deciso che dovevano ammazzarci, e solo per un miracolo non ci sono riusciti, solo per un miracolo quando la nostra machina ha sbandato nessuno ci è passato di fianco e non ci ha travolti, solo per un miracolo non ci siamo cappottati, solo per un miracolo siamo vivi.
    Ragazzi non è un gioco, è un tentato omicidio. Nel nostro caso potevamo morire in 4, di cui 2 bimbe di 3 e 5 anni… ma io mi chiedo: e se facessero questo stupido "gioco" alla vostre famiglie, e a morire fosse un vostro fratellino, una vostra sorellina, la vostra mamma… se fosse la vostra famiglia a giacere in una bara per colpa della stupidità di altri, voi come vi sentireste soli al mondo ? E se dovesse succedere qualcosa, come è molto probabile che in questi casi accada, con che coscienza potrete guardare in faccia i vostri figli e pensare: ""Ho ucciso un bimbo che aveva la tua età, ma io vado a dormire tranquillo…"
    Raga zzi fidatevi, non rovinereste solo la vita altri, ma anche la vostra, un peso sulla coscienza così grande non si riesce a portare !
    Pensateci, siete degli esseri umani con una coscienza ed un’intelligenza, non delle bestie, pensate ai vostri fratellini, alle vostre sorelline, ai vostri papà e alla vostre mamme… e a voi !!!

LEAVE A REPLY