Bongioni e Poetini profeti in patria. Sono loro i campioni della Bresciacup di mtb

0

Ormai pronta all’ultimo atto, la grande cerimonia di premiazioni che verrà presentata e svelata nei prossimi giorni, il Circuito Bresciacup 2012 passa in rassegna tutti i protagonisti della stagione. Dopo aver visto i vincitori di categoria nelle diverse specialità con le maglie rosse della Bresiacup XC e le maglie verdi della Bresciacup GF ecco che oggi omaggiamo i due grandi protagonisti della Cup targata 2012.

Stiamo parlando di Alessio Bongioni (Giangi’s Free Bike Erbusco) e di Daniela Poetini (US Sellero Novelle 2000), i due vincitori delle speciale classifica stilata in base alla somma dei tempi registrati ad ognuna delle 12 prove previste dal calendario della Cup. L’atleta di Ome e la biker di Sellero si sono contraddistinti per la loro tenacia e la loro costanza nei risultati ed a prova di ciò la conquista delle maglie rossa e verde nelle rispettive categorie. Ma a rendere il tutto più speciale è giunta, proprio nella prova conclusiva, la certezza matematica della vittoria anche nella generale a tempo a cui fa capo la maglia bianca intitolata alla Provincia di Brescia – Assessorato Cultura e Turismo che si aggiunge così alla già colorata bacheca dei due atleti andando a comporre un inedito tricolore.

“In veste di madrina della maglia bianca non posso che essere molto soddisfatta – è stato il commento dell’Assessore a Cultura e Turismo della Provincia di Brescia, Silvia Razzi – Ho seguito tutto l’anno gli esiti delle gare della Bresciacup. Da marzo a settembre il circuito ha attraversato in lungo ed in largo l’intero territorio della nostra provincia regalando una piccola quanto efficace finestra mediatica sulle affascinanti realtà territoriali e turistiche di cui Brescia dispone. La vittoria finale è poi andata a due atleti di casa, due veri appassionati di mountain bike che tra impegni lavorativi, famigliari e tanti sacrifici hanno saputo cogliere uno splendido risultato.”

Alessio Bongioni e Daniela Poetini hanno iniziato da lontano la loro cavalcata verso la vetta della speciale graduatoria, riuscendo solo da metà campionato a rendere solida e più stabile la loro leadership. Tutto è iniziato con la prima prova, a Monticelli Brusati, quando Nadia Tosi (US Sellero Novelle 2000) e Carlo Manfredi Zaglio (Team Bike Gussago) sono stati i primi a conquistare la maglia bianca. Maglia che i due hanno difeso sino a Montecampione. La Tosi resiste mentre Zaglio cede la leadership ad Alessio Bongioni. Dopo la Conca d’Oro Bike tutto resta uguale ma a Sellero è Zaglio a tornare in testa nella maschile. Si passa la Valsaviore Bike senza cambiamenti ma alla Franciacorta Bike arriva lo scossone decisivo in testa alla classifica.

Bongioni torna leader ma al suo fianco rientra in corsa Roberta Seneci (Racing Rosola Bike) lanciata anche nella rincorsa alle maglie di specialità. Altra tappa senza cambiamenti, alla Rampigolem, ma all’inedita prova di Rezzato ecco che la Bresciacup perde una delle sue indiscusse protagoniste. Roberta Seneci è costretta ad abbandonare le gare dopo una brutta caduta avvenuta la settimana prima, un incidente che la costringe al riposo totale per le dovute cure dovendo così dire addio alle speranze di vittoria. Daniela Poetini subentra, seppur con tanto dispiacere, a causa dell’episodio dell’amica ma dimostra subito di esserne una degna erede.

Da Rezzato parte la cavalcata dei due leader assoluti che si riconfermano gara dopo gara. Rezzato, Niardo , Rovato, Soprazocco e quindi Nave, una cavalcata che oltre a vestirli della maglia bianca gli ha permesso di conquistare anche le altre maglie messe in palio dalla Bresciacup: verde, bianca e rossa ed ecco il tricolore Bresciacup!

“Sono emozionata e soddisfatta della mia stagione, dei risultati ottenuti e dei traguardi raggiunti – è il commento di Daniela Poetini – una gioia che voglio condividere con la famiglia, gli amici, la mia squadra ed in particolar modo con una cara amica che è anche una grande biker. Roberta è stata sfortunata, ma sono certa che con la grinta che la contraddistingue tornerà ancora più forte di prima ed io non vedo l’ora di potermi rimettere in gioco con nuove emozionanti sfide!”

Comments

comments

LEAVE A REPLY