Inceneritore sotto inchiesta. La procura indaga sul guasto dell’8 agosto e sul mancato rispetto delle normative Aia

7
Bsnews whatsapp

L’inceneritore di Brescia è finito sotto la lente d’ingrandimento della Procura, e come ha annunciato il Giornale di Brescia è sotto inchiesta. Al momento non ci sono ipotesi di reato e indagati, ma è stato aperto un fascicolo.

Le indagini sono strettamente connesse al guasto dell’8 agosto, quando in seguito a un black out il livello di emissione salì alle stelle. Ma c’è dell’altro, perché da una relazione dell’Arpa si evidenzia il mancato rispetto delle normative previste dall’Aia (Autorizzazione Integrata Ambientale) riguardo all’incenerimento dei rifiuti. Ci sarebbe infatti un deficit nelle rilevazioni dei microinquinanti emessi dalla seconda linea, dove emergono un valore di diossine triplo ed esuberi di monossido di carbonio.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

7 COMMENTI

  1. "E’ mia intenzione inserire un O.d.G. nella prossima riunione di Maggioranza e conseguentemente nel Consiglio di Circoscrizione, per chiedere informazioni sull’accaduto". Comunicato di Lini di Agosto.

  2. La notizia manca di un "piccolo" dettaglio: le indagini riguardano anche il mancato funzionamento dei dispositivi di sicurezza elettrici per i quali Aprica ha già detto che bisognerà provvedere aqnche con nuovi dispostivi elttronici. Proprio così: avete capito come siamo messi ? Vi ricordate Seveso ?

  3. "Speriamo che lo chiudano definitivamente per la nostra salute e per i nostri soldi. "
    Bene, così i ns rifiuti poi ce li mangiamo!

  4. Ma lo sai che i rifiuti bresciani, cioè i rifiuti della città e della provincia, sono una quantità sufficiente solo per una linea dell’inceneritore?
    Ma lo sai che il resto che serve ad alimentare le altre due linee viene da fuori provincia e da fuori regione?
    Ma lo sai che ci chiamano la pattumiera d’Italia ?
    Ma lo sai che la raccolta differenziata è ferma al 40% e siamo in infrazione rispetto alle direttive europee che stabiliscono che entro quest’anno si deve raggiungere il 65%?
    Ma lo sai che siamo il fanalino di coda e che Salerno, dico Salerno è al 70% di raccolta differenziata e che se noi fossimo al livello di Salerno basterebbe mezza linea dell’inceneritore?
    Ma lo sai che invece i fumi che respiriamo e gli inquinanti che contengono sono fumi ed inquinanti che noi ci becchiamo mentre chi ci da i rifiuti se li risparmia?
    Ma lo sai che tutto quello che ho scritto prima lo trovi nei siti ufficiali che censiscono la quantità e la provenienza dei rifiuti, cioè sono atti pubblici e non propaganda di qualche esaltato estremista ambientalista?
    Ma lo sai che dovremmo cominciare a preoccuparci invece che berci beati della propaganda di chi fa i soldi con i rifiuti che vengono dappertutto fregandosene dei nostri polmoni?

  5. hai perfettamente ragione, ma purtroppo bs è piena di bigotti ignoranti che ancora credono che chi abbia dato il premio all’inceneritore non sia il progettista

RISPONDI