“Parcheggi riservati ai consiglieri in città, basta con i privilegi”

0
Bsnews whatsapp

Pubblichiamo la nota del consigliere della circoscrizione Centro Franco Gramano sulla questione dei parcheggi riservati ai consiglieri e la pedonalizzazione del centro storico cittadino.

ECCO IL TESTO INTEGRALE

In un momento difficile per la classe politica e per la sua credibilità, il Consiglio Provinciale di Brescia approva una mozione urgente, votata all’unanimità, di sfrattare il Palazzo del Governo dal Broletto; sembrava una scherzo, invece gli assessori e i consiglieri Provinciali multati dai vigili urbani si sono vendicati nei confronti del Prefetto colpevole, a loro modo, di aver chiesto l’intervento dei vigili per multare le auto pareggiate in sosta vietata all’interno di Palazzo Broletto..

Da anni i Consiglieri del Partito Democratico della Circoscrizione Centro si battono per la pedonalizzazione di piazza Paolo VI , delle vie limitrofe e del cortile interno del Broletto. Mi sembra elementare che le istituzioni della Provincia di Brescia, che hanno a disposizione gratuitamente il parcheggio di piazza Vittoria, abbiano dei comportamenti coerenti affinché venga messa la parola fine a questi assurdi comportamenti e privilegi.

Franco Gramano consigliere della Circoscrizione Centro

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. è arrivato il genio…il motivo dello sfratto sta nel fatto che lo stato centrale continua a tagliare i trasferimenti agli enti locali e la prefettura, presidio dello stato centrale sul territorio, usufruisce dei locali della Provincia gratuitamente pur avendo a disposizione numerosi immobili da poter utilizzare. la provincia, utilizzando legittimamente gli spazi di sua proprietà, risparmierebbe ingenti somme. Se poi la prefettura pensa di fare e brigare come se fosse roba sua, sono con i consiglieri della provincia.

  2. – si rimborsino i ticket parcheggi dei consiglieri solo su presentazione del tagliando con esclusiva data e ora combaciante a consigli e commissioni; La sosta vietata è la sosta vietata anche per il presidente della repubblica. il resto sono le solite italianate: tanto in consiglio provinciale nessuno sta reggendo le sorti dell’umanità, il tempo per parcheggiare c’è;
    – nessuno, compresi il prefetto e il presidente della provincia parcheggi nel cortile del broletto;
    – si sfratti il prefetto.

  3. Dura lex, sed lex (non sempre tenera, ma la legge è legge) dicevano i latini. Quando lo capiremo, politici in testa, che il rispetto delle regole significa anche rispetto degli altri, sarà sempre troppo tardi.

  4. " assessori e consiglieri i multati si sono vendicati … ecc. ecc… " Ma per eliminare la privilegiata casta politica italiana non ci resta che sperare in un salutare colpo di stato ?

  5. Peli sulla questione delle multe ha fatto una figura pietosa e cosi’ tutto il consiglio provinciale…si dovrebbero solo vergognare. Hanno pure il parcheggio pagato…COSA VOGLIONO DI PIU’????????? a casa tutti!

RISPONDI