Bocelli pronto ad illuminare il teatro Grande per una notte di musica e solidarietà

0

È giunta l’ora del “Concerto del cuore”. Questa sera alle 20 Andrea Bocelli sarà al teatro Grande accompagnato dall’Orchestra Sinfonica Gioacchino Rossini diretta da Marcello Rota. Oltre a lui calcheranno il palcoscenico i solisti Annalisa Stroppa e Paola Sanguinetti, ma anche la violinista Anastasiya Petryshak.

La serata vivrà momenti altissimi. Bizet, Offenbach, Franck, Schubert, Lehàr, ma anche Mascagni, Massenet. Una notte di grande musica con una nobile finalità: la solidarietà. L’iniziativa sosterrà i progetti di Olimpiadi del cuore, seguiti da Paolo Brosio e Claudia Koll, che stasera saranno presenti in teatro. Gli ultimi biglietti disponibili possono essere acquistati su vivaticket.it o alla biglietteria del Grande, aperta a partire dalle 13.30 fino all’inizio dello spettacolo.

Ecco in sintesi i progetti sostenuti: 

 

BOSNIA ERZEGOVINA. Realizzazione, completamento e mantenimento del progetto Orfani e Anziani denominato “Nonni e Nipoti” in Bosnia Erzegovina nel comune di Citluk vicino a Medjugorje in località Vionica. Si tratta di completare la costruzione di un centro di accoglienza iniziato da Suor Josipe e continuato dalla sorella Suor Kornelija per orfani di famiglie vittime della guerra dei Balcani e per un altro centro per anziani abbandonati vittime del conflitto degli anni novanta.

BOSNIA ERZEGOVINA. Borse di studio dei frati francescani minori della provincia di Mostar per “Studenti Talentuosi ma Poveri” per iniziare e completare gli studi universitari nelle varie discipline umanistiche, scientifiche e sportive. Il progetto prende il nome da Fra Slavko Barbaric, uno dei più grandi francescani delle apparizioni mariane di Medjugorje insieme al primo parroco Fra Jozo Zovko.

AFRICA-BURUNDI. Il progetto “Piccola Lourdes” in Africa nello stato del Burundi è frutto dell’accordo fra il vescovo locale e l’attrice Claudia Koll. Si tratta di costruire un ospedale pediatrico di chirurgia ortopedica con piscine di riabilitazione per i bambini africani che hanno patito traumi alle ossa o malattie degenerative delle articolazioni.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY