Chiusura consultorio di via Baracca, Albini (Sel): “Io non ci sto”

0
Bsnews whatsapp

Con un comunicato e un’interrogazione rivolta al sindaco Paroli la consigliera comunale Donatella Albini torna sulla decisione dell’Asl di chiudere il consultorio di via Baracca. Di seguito il testo integrale del comunicato:

Non posso tacere lo stupore e la tristezza, come donna, come medico e come politica, di fronte alla decisione dell’ASL di chiudere il consultorio di via Baracca, perché il consultorio è luogo di prevenzione e di promozione di salute, dove i diversi operatori sono a condividere percorsi di accompagnamento e dove le donne sono a dare parola ai loro corpi, è luogo di alta professionalità, non solo tecnica, ma capace di intimità e autonomia, buona vicinanza e giusta distanza, con un atteggiamento di rispettosa attesa, che apra le porte alle scelte. Perché ogni donna è il personaggio principale nell’intreccio rappresentato dalla storia della propria vita e dunque ciò che realizza una donna può non avere senso per un’altra. Hanno smarrito lo spirito della legge 405 sui consultori, di prossimità alle persone, il ruolo cruciale nell’applicazione legge 194, come ribadito nel documento conclusivo della commissione parlamentare d’indagine sulla stessa legge 194 del 2006, la funzione di snodo culturale e di cura affermato con forza nella legge contro le mutilazioni genitali del 2006. E che ne è del progetto obiettivo materno-infantile del 2000, che indicava 1 consultorio ogni 20.000 abitanti nelle aree urbane? Dov’e’ definita la centralità del pubblico rispetto al privato convenzionato, come garanzia di applicazione delle leggi dello stato e tutela della libertà dei cittadini? Sta avanzando un mondo senza tenerezza e senza cura, io non ci sto.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI