Loggia 2013, anche gli “anti” pensano ad una nuova lista civica di ispirazione sociale

13
Bsnews whatsapp

(e.bentivoglio) Per ora è solo un’idea, o poco più. Ma se nella riunione pubblica di sabato 20 ottobre i soggetti che in questi ultimi anni si sono impegnati per portare avanti battaglie sociali dal basso decideranno di unire gli sforzi, alla corsa per la Loggia 2013 potrebbe partecipare anche una nuova lista civica. I nomi che potrebbero entrare a farne parte sono i più diversi, si va da Ferdinando Scarlatta della Comitato Antimafia Peppino Impastato a Sauro Di Giovanni Battista della Rete Antinocività, fino a Giovanna Giacopini del Comitato spontaneo contro le nocività e a tanti altri soggetti appartenenti al mondo degli ambientalisti, animalisti e antispecisti bresciani. Insomma, una compagine quanto mai agguerrita, almeno a giudicare dalla tenacia con la quale molti di loro hanno combattuto per tutelare ciò in cui credono, sia essa la tutela dell’ambiente, la lotta alla mafia o la vita di molte specie animali. “L’idea è quella di costruire una Brescia solidale e partecipata – ha spiegato Giovanna Giacopini – Il senso è quello di mantenere inalterato il flusso di informazioni e richieste che arrivano dal basso e che ha fatto di noi “anti” una forza sociale capace di lottare contro i poteri forti della politica per far riemergere la centralità della partecipazione civile”. La questione centrale all’ordine del giorno degli “anti” sarà di certo l’ambiente e i rimedi che possano portare Brescia ad uscire dallo stato di emergenza. Il tutto seguendo la modalità assembleare, “vale a dire coinvolgendo attivamente tutti i soggetti che vorranno unirsi a noi e valutando tutte le proposte che arriveranno dai cittadini”. In linea puramente teorica, e ipotizzando che la riunione del 20 ottobre porti davvero alla costituzione di una Lista, Giovanna Giacopini annuncia: “Se otterremo anche un solo posto in Loggia proporremo una rotazione tri -o -semestrale degli eventuali consiglieri eletti, questo perché nella nostra idea di politica non è il singolo individuo a contare ma la battaglia che porta avanti”. L’invito a partecipare all’assemblea, che si terrà sabato 20 ottobre nella sede circoscrizionale di via Capriolo, è aperto a tutta la cittadinanza.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

13 COMMENTI

  1. Queste bravissime persone, che conosco personalmente, non si identificano evidentemente con nessuna delle numerose forze già in campo, nè partiti nè Liste Civiche che pure condividono i temi a loro cari. E’ un segnale non solo della confusione che regna, ma anche dell’incapacità politica di trovare momenti di sintesi, dialogo, aggregazione. Se si arriva in queste cobndizioni alla primavera 2013, con un sicuro ballottaggio, chiunque vinca si troverà inevitabilmente alle prese con enormi problemi di governabilità. Purtroppo.

  2. "“Se otterremo anche un solo posto in Loggia proporremo una rotazione tri -o -semestrale degli eventuali consiglieri eletti,"…..inizian o male se non conoscono la legge….nun se po’ fa

  3. Identificate le tre persone citate come No Tav e "gruisti": state attenti a catalogare le persone, perchè le semplificazioni e le generalizzazioni sono sinonimi di povertà, mentale e culturale ovviamente…

  4. La rotazione, in quei termini esasperati, non mi sembra una soluzione. Però si può fare, eccome. Basta che il consigliere eletto si dimetta, e subentra il primo dei non eletti, poi il secondo e cosi’ via. Certo, finiti i ecandidati non si può ricominciare da capo, ma chi ha avanzato la proposta non é cosi’ sprovveduto da pensare che sia cosi’

  5. Questa lista dimostra chiaramente che Fenaroli non è il candidato del "magazzino 47" come qualcuno sostiene…
    Certo che nei nomi letti mi sembra di vedere tutta gente di Sinistra Critica…

  6. Oh, finalmente la società civile si fa avanti e si propone al Governo della ciità. Mai più gregari di nessuno, ma diretti protagonisti del loro futuro che, per inciso, sono stati gli unici a tutelare in questi anni la città dalle continue aggressioni trasversali della Brescia affaristico-speculat iva. Dai che ce la potete fare anche perchè siete gli unici veri DOC!

  7. L’importante è rimanere indipendenti e non finire con l’appoggiare questo o quest’altro candidato e venire utilizzati per dimostrare la propria "sensibilità ambientale"

  8. La rotazione degli eletti si può fare eccome. Il consigliere si dimette e lascia posto al primo dei non eletti, e così via. Certo, il tutto deve essere ratificato dal consiglio comunale.
    Rispondo brevemente ad altre osservazioni: non è una lista di Sinistra Critica, non iniziamo a "criticare" a priori per denigrare ciò che sta nascendo dal basso, perché, evidentemente, ciò nuoce a qualcuno. Alcuni lo sono, tanti altri no.
    Sarà l’assemblea a decidere la lista dei candidati, i nomi riportati nell’articolo sono (siamo) i promotori di questo percorso politico elettorale. (A proposito il mio nome, Fernando e non Ferdinando,e cognome, Scarlata non Scarlatta, sono sbagliati).
    Ai vari temi elencati – ambiente, antimafia, ecc. – non dimentichiamo le lotte per i diritti di tutti/e i/le cittadini/e e la lotta per il diritto allo studio e in difesa della scuola pubblica.
    Insomma, abbiamo un’idea di città diversa, vogliamo essere noi cittadini i protagonisti della vita sociale e politica della città; basta con le deleghe, con i politici di professione e con i candidati che calano dall’alto o che si auto promuovono. Ecco perché proponiamo l’alternanza degli eletti. Vi aspettiamo all’assemblea del 20 ottobre alle ore 15.

  9. Sottoscrivo in pieno la proposta di questa lista civica. Un’altra Brescia onesta e solidale è possibile. Auguri per un successo pieno.

RISPONDI