Rumeno sfrattato ricatta la padrona di casa per lasciare l’appartamento

0
Bsnews whatsapp

Non pagava l’affitto dal marzo scorso per un totale di 3.600 euro di insoluti, ma quando la padrona di casa gli ha intimato di lasciare l’appartamento di Calvisano nel quale viveva, l’affittuario 34 enne di origine rumena ha dato inizio alla sua personale campagna di intimidazione, chiedendo innanzitutto alla proprietaria di pagargli 600 euro per lasciare l’appartamento. A quel punto l’uomo ha dato inizio a minacce e vessazioni nei confronti della donna che, preoccupata, si è rivolta ai carabinieri. Proprio quando stava sporgendo denuncia è arrivata l’ennesima telefonata intimidatoria da parte del rumeno. I carabinieri hanno così suggerito alla donna di assecondare le richieste dell’uomo, che ha così fissato un incontro per consegnargli il denaro richiesto. Ma all’appuntamento si sono presentati anche i militari che, al momento della scambio, si sono palesati arrestando il rumeno in flagranza di reato.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. … Che, dopo la convalida dell’arresto, è stato rimesso in libertà in attesa del processo, in programma il prossimo 23 ottobre…
    La denunciante 63enne può comimciare ad avere paura: perchè mica avrà la scorta h 24 da parte dei carabinieri, ed inoltre nella lontana ipotesi che abbia un’arma legalmente detenuta non si può nemmeno difendere.
    Siamo ridicoli.

  2. Questa è la gente per cui di solito si muovono quelle ridicole organizzazioni che impediscono di sfrattare gli immigrati che non pagano l’affitto,,,

RISPONDI