Avevano rapinato un giovane, individuati e arrestati a causa di un gatto

10

Individuati grazie anche al cucciolo di gatto che tenevano in braccio, sono stati arrestati ieri pomeriggio gli autori di una rapina in strada. Si tratta di una ragazza bresciana del 1988 e di un cittadino tunisino del 1993, suo amico. Il fatto è accaduto ieri pomeriggio alle ore 18.50 circa in via Milano quando una Volante di Polizia è stata inviata dalla locale Sala Radio nei pressi dell’Ideal Clima, fabbrica abbandonata sita su quella via, a seguito di una segnalazione di patita rapina

A chiamare il 113 un ragazzo rumeno del 1982 che, in compagnia di un connazionale della sua età, dopo essere uscito da un bar nelle vicinanze della suddetta area dimessa, è stato avvicinato da quattro ragazzi di etnia nord-africana e da una ragazza italiana con in braccio un cucciolo di gatto. Questi, dopo avergli intimato di consegnare loro il portafoglio, non hanno esitato a colpirlo portandogli via la giacca e la somma di circa 1.200 euro. I cinque aggressori si sono poi allontanati facendo perdere le loro tracce.

Giunti sul posto gli agenti hanno prestato soccorso al richiedente il quale, in buone condizioni di salute, ha rifiutato l’intervento del 118 e ha fornito ai poliziotti la descrizione somatica dei rapinatori oltre che il dettaglio importante del cucciolo di gatto in braccio alla ragazza. Ed è stato proprio quel dettaglio a renderla facilmente riconoscibile: la cittadina bresciana infatti, in compagnia di uno dei quattro stranieri, sostava ancora in via Milano, nelle vicinanze del supermercato Esselunga, ed è stata subito notata dagli agenti proprio per via del cucciolo.

Condotti in Questura, i due ragazzi, entrambi pregiudicati per reati contro il patrimonio, sono stati riconosciuti dalla vittima ed arrestati per rapina in concorso con persone rimaste ignote e sulla cui identità sono attualmente in corso le indagini della Squadra Mobile.

Comments

comments

10 COMMENTS

  1. il gatto di che nazionalità era? e i poliziotti erano meridionali o del nord. mi aspetto ora tutta la gazzarra sulla nazionalità dei protagonisti. avanti…….

  2. mmmmm 4 maghrebini e una bresciana con un gattino in braccio….chi sarà l’autore materiale della rapina?chissà….del resto chi non è mai stato rapinato da una ventenne con un gattino in braccio?Ps:il comunicato della polizia fa riferimento ad una "etnia nordafricana" che è un falso,non esistono razze o etnie siamo tutti uguali no?Così mi insegnano gli amici di sinistra

  3. le razze umane non esistono: per razza si intende una differenza genetica molto grande, come per esempio, tra un cane san bernardo ed un chiuaua. tra gli umani esistono differenze genetiche minime come quelle che possono esserci tra una cane bianco ed uno nero della stessa razza. le etnie invece esistono e fanno riferimento agli alberi genealogici o stirpi. attenzione che l’ignoranza é la prima caratteristica del razzismo, che di per se non é ne di destra ne di sinistra.

  4. tu che parli di ignoranza allora sai dirmi come mai in ambito scientifico medico legale esiste la c.d."diagnosi di razza"????

  5. perché sono termini vecchi che la medicina legale si tira dietro da quando si pensava che le razze umane esistessero. ma secondo la scienza le razze umane, zooligicamente intese, non esistono.
    « In base alle conoscenze attuali non vi è alcuna prova che i gruppi dell’umanità differiscano nelle loro caratteristiche mentali innate, riguardo all’intelligenza o al comportamento »
    (Dichiarazione sulla razza, Parigi, UNESCO, 1950)

  6. Ci sono due sole razze: Homo Sapiens Sapiens e Homo Deficens Padanus. La seconda fortunatamente è in via d’estinzione. (Per i "Padanus" all’ascolto: non cercatela su Tutto Città, via d’estinzione non è l’indirizzo della nuova sede della Lega Nord per la (tossico)dipendenza della Banania). Sciao sciao Maronao.

  7. Poi c’è la razza di quello che aspetta di essere lui la vittima di un bel quartetto di maghrebini maneschi….ma fino a quel momento continuerà a sostenere che di maghrebini circolanti ce ne sono troppo pochi.

LEAVE A REPLY