Controlli antiprostituzione e antiaccattonaggio. Rolfi: “Necessità di nuove norme”

0
Bsnews whatsapp

Gli agenti della Polizia locale di Brescia, nella notte tra venerdì 19 e sabato 20 ottobre, hanno portato a termine una serie di interventi antiprostituzione e antiaccattonaggio durante una specifica operazione di controllo. Nel corso del servizio sono state identificate in totale venti persone in via Milano, via Vallecamonica e viale Piave. Tra queste, sei ragazze (due rumene, due albanesi, una nigeriana e una cinese) sono state accompagnate in Comando per una verifica dei documenti e sono risultate tutte senza fissa dimora. Due di loro sono state fotosegnalate e trattenute in quanto prive di documenti, in attesa di decisioni da parte dell’Ufficio Immigrazioni della Questura. “La lotta alla prostituzione viene effettuata nel pieno rispetto della normativa attuale, ma appare ormai palese la necessità di nuove regole. – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Brescia, Fabio Rolfi – La prostituzione spesso è la punta dell’iceberg di attività criminali più profonde, come lo spaccio di droga o la riduzione in schiavitù. La Polizia locale di Brescia è molto attiva nel contrasto a questo fenomeno e sta ottenendo risultati importanti. Serve però un impianto normativo nuovo, moderno e più efficace, che non consenta di vanificare il lavoro di enti locali e forze di polizia”. Nel corso della notte inoltre otto persone sono state trovate a dormire con coperte e cartoni di fortuna sotto il cavalcavia Kennedy, all’entrata del Parco Tarello. Le persone identificate sono tutte di origine rumena, quattro uomini e quattro donne, maggiorenni, senza fissa dimora e dedite all’accattonaggio nei pressi di incroci stradali e cimiteri cittadini. Accompagnate all’interno del Comando per accertamenti, dopo la verifica dei documenti di identità, sono state tutte sanzionate ai sensi del Regolamento di Polizia Urbana art. 7/1 lett. b.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Per i clienti : sequestro per 6 mesi del veicolo, multa di cinquemila euro a favore del Comune di Brescia, e accertamento fiscale degli ultimi 10 ANNI. ( In sintesi : colpire il portafoglio )

  2. Perche gli amici piddini non inseriscono nel loro programma di governo la riapertura delle case chiuse?Cittadinanza agli immigrati e matrimonio gay si e andare a mign…e no?

  3. Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia
    non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia.
    Sei contenta se un ladro muore o se si arresta una puttana
    se la parrocchia del Sacro Cuore acquista una nuova campana.
    Sei soddisfatta dei danni altrui ti tieni stretta i denari tuoi
    assillata dal gran tormento che un giorno se li riprenda il vento.
    E la domenica vestita a festa con i capi famiglia in testa
    ti raduni nelle tue Chiese in ogni città, in ogni paese.
    Presti ascolto all’omelia rinunciando all’osteria
    così grigia così per bene, ti porti a spasso le tue catene.
    Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia
    io non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia.
    Godi quando gli anormali son trattati da criminali
    chiuderes ti in un manicomio tutti gli zingari e gli intellettuali.
    Ami ordine e disciplina, adori la tua Polizia
    tranne quando deve indagare su di un bilancio fallimentare.
    Sai rubare con discrezione meschinità e moderazione
    alteran do bilanci e conti fatture e bolle di commissione.
    Sai mentire con cortesia con cinismo e vigliaccheria
    hai fatto dell’ipocrisia la tua formula di poesia.
    Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia
    io non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia.
    Non sopporti chi fa l’amore più di una volta alla settimana
    chi lo fa per più di due ore o chi lo fa in maniera strana.
    Di disgrazie puoi averne tante, per esempio una figlia artista
    oppure un figlio non commerciante, o peggio ancora uno comununista
    Sempre pronta a spettegolare in nome del civile rispetto
    sempre fissa lì a scrutare un orizzonte che si ferma al tetto.
    Sempre pronta a pestar le mani a chi arranca dentro a una fossa
    e sempre pronta a leccar le ossa al più ricco ed ai suoi cani.
    Vecchia piccola borghesia, vecchia gente di casa mia
    per piccina che tu sia il vento un giorno, forse, ti spazzerà via.

  4. Adesso il nostro sceriffo(vice)fa le prove tecniche di statista, cercando il linguaggio da parlamentare o, quantomeno da Consigliere regionale. Il suo ruolo nel Comune di Brescia sembra essersi esaurito causa "sconquassi", per cui cerca nuove possibilità remunerative. Speriamo che lo capiscano anche gli elettori della lega disgustati da tutti coloro che macinano vantaggi alle spalle della stragrande popolazione che si fa in quattro per tirare a campare con le proprie forze.

  5. Non sono casuali questi "fuochi d’artificio" a trecentosessanta gradi di Rolfi in chiusura di consigliatura comunale constestualmente all’essere, assai inconsuetamente, Segretario Provinciale della Lega: la barra non punta sul Pirellone ma su Montecitorio, con un fior di curriculum (per i leghisti…) scritto proprio nell’ultimo anno. Bresciani, forse ce ne liberiamo.

  6. puttanoni e pappa esistono dalla notte dei tempi, mestiere più antico del mondo difficile da debellare in quanto la domanda supera sempre l’offerta…..introd urre la tassadelcasso e vedi come si debella il problema, ricevuta fiscale obbligatoria per prestazioni !

RISPONDI