Algerino e macedone arrestati in A4: aprivano le auto clonando i telecomandi elettronici

1
Bsnews whatsapp

(a.c.) Avrebbero potuto impiegare la loro abilità mettendosi a servizio di qualche azienda elettronica, lavorando come come tutte le persone oneste (e fortunate, per avere un lavoro in tempi di crisi). Invece l’unica forma di associazione che hanno messo in piedi è "a delinquere". Due immigrati sono stati bloccati dagli agenti della Polizia stradale di Verona nel piazzale di sosta Monte Alto di Desenzano, lungo la A4.

Bensenouci Messaoud, algerino di 45 anni, e Mahmut Nailj, macedone di 62, le due persone arrestate. Gli agenti tenevano d’occhio la coppia da qualche minuto, quando hanno visto il macedone fare da palo all’algerino che avvicinandosi ad un’auto in sosta ha messo la mano in una borsa armeggiando fino a che ha disattivato la chiusura centralizzata ed ha aperto la portiera per prelevare il navigatore satellitare sul cruscotto. Nella borsa gli agenti hanno trovato un paio di telecomandi elettronici modificati per far sì che potessero inibire gli antifurti delle automobili. 

Portati direttamente in caserma, e poi davanti al giudice per il processo immediato in direttissima, i due sono stati condannati a un anno e quattro mesi l’algerino ed otto mesi il macedone, e sono già in carcere. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. mai che il polentone perda l’occasione per mettersi in mostra. gli vanno tutte storte, ha bisogno di sfogarsi. ma perché non pensi ai tuoi tanti problemi?

RISPONDI