Paroli toglie la delega per la celebrazione dei matrimoni civili alla Albini: “Hai fatto un comizio”

12

(a.c.) Donatella Albini di Sinistra Ecologia e Libertà non potrà più celebrare matrimoni col rito civile in Loggia. A revocarle la delega, durante l’ultimo consiglio comunale, tramite una lettera depositata alla sua postazione nell’emiciclo, è stato in prima persona il sindaco, che in confidenza avrebbe detto alla Albini che "ai matrimoni si parla d’amore, non si fanno comizi".

Ad Adriano Paroli non sarebbe andata giù la celebrazione dell’ormai famoso matrimonio tra il fotografo bresciano Mario e l’immigrata moldava Tamara, matrimonio celebrato dopo mesi di attesa (leggi la notizia: http://www.bsnews.it/notizia.php?id=16947) e dopo l’arresto della donna perché risultata clandestina. Durante la cerimonia in Loggia pare che la Albini abbia tirato in ballo nel suo discorso anche dei passi di Manzoni, in particolare dove si parla dei bravi che, secondo le interpretazioni degli uomini del Carroccio in Loggia, e dello stesso sindaco, sarebbero stati accostati proprio ai leghisti. Una semplice canzonatura o un parallelismo inaccettabile? 

Dopo la revoca, Donatella Albini, dalle colonne di Bresciaoggi in edicola stamane, replica: «Quando ho aperto la lettera e ho letto quella roba della mancanza di condizioni, mi è venuto da ridere. E’ allora che mi sono ricordata di Virginia Woolf: la risata, più di qualunque altra cosa mantiene il senso delle proporzioni, scriveva. E invece il sindaco sempre per citare la Woolf, era sceso sul duro suolo della banalità seriosa».

Comments

comments

12 COMMENTS

  1. certo, mi sembrano queste le cose importanti a cui pensare. la città soffoca nello smog, decine di sfratti, code alla caritas etc…

  2. I matrimoni sono ormai l’unica occasione per i nostri politici di poter essere ascoltati almeno da qualche decina di persone tutte insieme.

  3. ha fatto un comizio che non ci azzecca proprio nulla . bene ha fatto a toglierle la revoca .Comunque ci sono sempre le elezioni(democratich e)l’anno prossimo mica siamo in paesi comunisti come Cuba o peggio ancora in paesi nazicomunisti come la NordoCorea . Quando vincera’ il SEL avremo la Albini sindaco la quale potra’ celebrare tutti i matrimoni che vorra’….quando vincera’ eh.

  4. Questo è forse il titolo corretto.
    Nello specifico tutta la questione è nata per scopo di creare un "caso".
    Come a suo tempo da me commentato la sig.a Tamara bastava che usufruisse delle varie sanatorie disponibili nel corso degli anni.Al limite poteva "assumerla" il futuro marito come collaboratrice. Evidentemente non aveva interesse a farlo, ha lavorato in nero presso un esercizio pubblico (dichiarato da loro pubblicamente), e quindi anche il datore di lavoro ha evaso imposte. Ma era più bello creare un "caso".
    Non credo che l’ Agenzia delle Entrate si sia attivata per recuperare il non versato.
    Se la Albini vuole fare comizi lo può fare dove e come vuole (anche in consiglio comunale).
    Appunto non siamo a Cuba dove (a pagamento) si può ottenere il passaporto, però alle elezioni c’è la monolista.

  5. a Fidel gli e’ venuta un idea geniale , non potendo piu’ da dar mangiare ad 11 milioni di persone ( ammesso che prima lo faceva ) ora rilascia i passaporti e ci guadagnera’ 2 volte , la prima con il rilascio del documento in valuta pregiata e la seconda con l’emigrazione di alcuni milioni di persone ( e non saranno certamente ingegneri ma di tutto e di piu’ ) e state tranquilli che l’Italia sara’ la meta preferita ….grazie a Dio qui da noi questa ideologia e’ quasi morta e sepolta. scusate l’off topic

  6. i bravi protestano. si sono sentiti offesi dalla albini che li ha accostati a rolfi ed ai legisti. in un comunicato hanno fatto sapere che loro sono "bravi" non come i legisti che son "cattivi".

  7. Gent.ma Dott.ssa Albini,
    sono molto dispiaciuti che l’On. Signor Sindaco le abbia revocato la delega alla celebrazione dei matrimoni civili della città di Brescia. Sono anche certo che il Signor Sindaco avrà ponderato molto le parole scritte in quella lettera … e avrà molto meditato prima di sottoscriverla e ancora prima di farla consegnare a lei in occasione del Consiglio comunale …

    Ebbene Dott.ssa Albini: io la ringrazio!
    Pensi se il Signor Sindaco invece di quella lettera avesse firmato un nuovo contratto con Artematico … o un progetto per un nuovo parcheggio in centro, magari al posto della famigerata pensilina … o un nuovo cubo bianco magari al posto della loggia … o una nuova sede del comune al posto di quella che non si è ancora cominciata … o l’abbattimento della seconda torre di san Polo al posto di quella che non vuole più abbattere …
    Ebbene si dott.ssa Albini! Io la ringrazio! Per avere per un poco distratto il Signor Sindaco dagli impegni istituzionali e dai problemi veri della nostra città. In questo modo Lei, gentile dottoressa, ci ha risparmiato da nuovi guasti e precipitose sciocchezze che in questi anni non ci sono mai mancati!
    Grazie
    La sua Brescia

  8. evabbe’ dai non gli darei piu’ di tanto peso a questi comizi …ormai i veterocomunisti sono rimasti talmente in pochi che per arrivare a farsi eleggere devono allearsi persino con i democristiani

LEAVE A REPLY