Rolfi: “ll nostro obiettivo è quello di rendere la città più bella e sicura per chi la vive in bicicletta”

    23
    Bsnews whatsapp

    Pubblichiamo di seguito il comunicato stampa del vicesindaco Fabio Rolfi, che fa il punto della situazione sulla mobilità presente e futura bresciana dal punto di vista ciclistico. 

    Il vicesindaco e assessore alla Mobilità e traffico del Comune di Brescia Fabio Rolfi è intervenuto per ribadire limpegno dellAmministrazione comunale in materia di sviluppo delle politiche di ciclabilità nellarea urbana, anche in seguito allincontro con i rappresentanti del movimento Salvaiciclisti.

    Il Comune di Brescia già da mesi ha aderito al manifesto Salvaiciclisti e lincontro con i rappresentanti dellassociazione è stato cordiale e positivo perché ha dato modo di ragionare su proposte concrete, nellottica di un miglioramento della città” ha dichiarato.

    Alcuni punti del manifesto sono già stati realizzati, prosegue il vicesindaco Rolfi altre proposte sono state prese in seria considerazione e saranno concretizzate a breve. Per quanto riguarda le zone di ricovero delle biciclette in aree condominiali, ho fatto presente che nel regolamento di indirizzo del Comune di Brescia vige da tempo lobbligo di inserirle nel progetto di realizzazione delle nuove strutture condominiali, a testimonianza della concretezza e del pragmatismo di questa Amministrazione rispetto ad altre città limitrofi che non prevedono invece questo vincolo.

    Ho colto positivamente inoltre la richiesta di indicare piazza Tebaldo Brusato come la bike square della città. È già stata predisposta la segnaletica adeguata, mostrata anche ai rappresentanti di Salvaiciclisti, che sarà installata nei prossimi giorni. Sulla possibilità di percorrere contromano in bicicletta alcune arterie delle zone 30 della città, l’intenzione è quella di accogliere la proposta e al proposito ricordo che il centro storico è già zona 30, così come altri quartieri periferici, da ultimo il centro urbano di Folzano. Su questo tema mi preme anche richiamare l’attenzione dei ciclisti nei confronti dei pedoni, specialmente nelle zone pedonali in cui anche il traffico di biciclette rischia talvolta di essere pericoloso per gli utenti più deboli.

    Per quel che riguarda il bike sharing comunico che entro la fine dell’anno saranno installate altre due postazioni Bicimia nella zona nord della città, tra cui una in Borgo Trento, e verrà ripristinata anche la postazione di piazza Tebaldo Brusato che nelle scorse settimane è stata oggetto di atti vandalici.

    Per realizzare le ciclostazioni previste nei pressi delle stazioni della metropolitana conclude Fabio Rolfi ripristineremo gli stanziamenti necessari. Ricordo a tal proposito che la metropolitana offrirà la possibilità, riconosciuta proprio dalle sue modalità realizzative, di salire sul mezzo con la bicicletta e non sarà posto alcun limite di orario. In merito alla realizzazione di piste ciclabili, abbiamo approvato un piano di mobilità ciclabile, il primo nella storia di Brescia, inserito nel Piano di governo del territorio. Sarà quindi un elemento vincolante anche per le prossime amministrazioni, che saranno chiamate, chiaramente nei limiti delle risorse disponibili, ad attuarlo. Abbiamo terminato la postazione esecutiva della prima ciclabile, la Sant’Eufemia Arnaldo, che sarà costruita in sede propria, sicura, protetta dalla strada e segnalata in maniera adeguata. A breve appalteremo i lavori per la realizzazione.

    Il nostro obiettivo dichiara Rolfi è quello di rendere la città più bella e sicura per chi la vive in bicicletta, trasformandola anche da questo punto di vista in una realtà sempre più moderna ed europea.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    23 COMMENTI

    1. La ciclabile Arnaldo-S.Eufemia esiste già da dieci anni ma va nel tratto finale solo opportunamente messa in sicurezza. Il sistema integrato ciclabile in tutta la città su modelli europei fa parte di quelle utopiche buone intenzioni che si scontrano con le abitudini consolidate da rimuovere: i bresciani usano da smpre le autovetture e non le bicilclette o i mezzi pubblici. Come e chi li convincerà a cambiare idea e costumi ?

    2. Vi prego ditemi che questo comunicato stampa è una barzelletta, non riesco a smettere di ridere ma sento dentro di me lo strano timore che Rolfi stia parlando seriamente! ahahahahahah

    3. Parla a vanvera senza neppure sapere esattamente quello che dice. confidando nel pubblico leghista, che tanto sappiamo che roba sono……Lui prende atto che inserirà nel progetto, quando lui non ci sarà già più, ovviamente!

    4. allora rolfi siete pronti a rimettervi con l’evasore silvio? a maroni é piaciuto il delirio di berlusconi e giá sogna, da bravo barbaro, di allearsi "contro monti e la sinistra". sempre alleati con i furbi ed i disonesti.

    5. In tempo di elezioni ogni sparata è buona!
      Io faccio tutti i santi giorni in bici la tratta S.Polo-Mompiano, e sapete qual’è il tratto più difficile? Ovviamente il centro: SUV che schizzano su stradine strettissime, SUV che parcheggiano sui marciapiedi.
      Quindi non spariamo cavolate, si sa che un vice-sindaco che abita a Monticelli (perchè non fai il vicesindaco a Monticelli?) sicuramente non viene a Brescia in bici.

    6. Sappiamo bene che "la mano destra non pensa alla sinistra" ma perchè non pensiamo anche ad atrezzarle aree extraurbane appena fuori città ( vedi Roncadelle, Castelmella, Sanzeno ecc..) di ciclabili x arrivare in centro città o quantomeno in quartieri limitrovi senza intasare con le macchine????

    7. ….forse e’ male informato…non e’ Rolfi che vive a Monticelli, ma colui che a sinistra si propone a governare da Sindaco per il prossimo quinquennio….

    8. Interessante vedere il vice del sindaco in sella alla bici girare tra un tavolino e l’altro dei bar. Un modo simpatico per stare davvero allegri, un po’ come quel simpaticone del suo ex all’Assessorato alla Mobilità e Traffico che per finanziare le campagne per la sicurezza stradale offriva in piazza Arnaldo 400 aperitivi col bancomat del Comune. Si vede che negli androni dell’assessorato l’aria inquinata da traffico che si respira non fa certo del bene.

    9. I comunisti non entrano nel merito delle questioni ? Molto meglio i comunionisti (quelli di Comunione e Liberazione) che le questioni le affrontano subito e in compagnia (delle Opere): per questo vincevano sempre le elezioni.

    10. ll nostro obiettivo è quello di rendere la città più bella e sicura per chi la vive in bicicletta, così potremo multare ancora di più i poveri ciclisti!!!!

    11. ll nostro obiettivo è quello di rendere la città più bella e sicura per chi la vive in bicicletta, così potremo multare ancora di più i poveri ciclisti!!!!

    12. Ho i miei dubbi che qualcuno della giunta sappia andare in bicicletta, credo che la foto sia opportunamente tagliata per evitare di far vedere le rotelle che lo tengono in equilibrio. Una mobilità sostenibile la possono fare solo amministratori che vivono in maniera sostenibile, come molti sindaci del nord europa. Mentre i nostri leghisti spingono la città sempre più a SUD!

    13. Ci manca solo la foto del Sindaco che miete il grano a torso nudo e poi, in fatto di propaganda, le abbiamo viste tutte. ( Ma i nostri anmministratori sanno cosa vuol dire andare in bici in Svizzera, Austra e Germania, Olanda, ecc ? )

    RISPONDI