Loggia 2013, Onofri risponde a Montagnoli: il mio no è questione di merito e di metodo

0

“Il mio no è questione di merito, e soprattutto di metodo”. Il civico Francesco Onofri risponde alla lettera di Riccardo Montagnoli, che l’aveva criticato per la decisione di dire no alla proposta di Marco Fenaroli di sedersi attorno a un tavolo e discutere delle elezioni comunali del 2013.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DELLA LETTERA

Caro Riccardo, grazie per la tua risposta. Continuo a credere però che non sia solo una questione di merito (peraltro qualche mia personale differenza su temi come unioni civili e testamento biologico l’altra sera alla Camera del Lavoro con Marco Fenaroli è emersa), ma anche e soprattutto di metodo.

Porsi comunque “contro” e farlo partendo da posizioni storicamente antagoniste – come sigle, storie, nomi attestano – non è il nostro metodo.
Ed è questo metodo che non ci piace, non le persone. Marco Fenaroli per quello che l’ho conosciuto e che in molti mi hanno detto è infatti persona per bene e certamente in buona fede.

E poi resta che i partiti di oggi sono così in crisi da non essere più in grado di autoriformarsi. Il numero di adesioni al tuo appello, sino ad ora inversamente proporzionale al tuo valore e alla stima di cui godi a Brescia nell’ambiente forense e non solo, e il fastidio con cui in molti lo hanno accolto dimostrano una scarsa propensione ad aprirsi veramente e non strumentalmente al civismo o a forze innovatrici non allineate. Devi fartene una ragione, Riccardo: i partiti e chi li dirige sono davvero “bizzarri”, non tu che ci hai messo la faccia in modo generoso e pulito, cosa che a noi tutti piace molto quando la vediamo fare anche da altri.
È vero che anch’io sono molto critico nei confronti di diverse azioni ed omissioni dell’attuale Giunta e per certi versi anche deluso perché mi sarei aspettato di più. Ma questo non basta per cambiare il nostro stile ed il nostro modo di agire, animato dal desiderio di coinvolgere ed appassionare i cittadini alla politica, una vocazione che i partiti hanno purtroppo smarrito e che non sono più in grado di adempiere.

Neppure io voglio dilungarmi o ripetermi, ma solo aggiungere che se per te Officina della Città è l’esperienza politica più significativa e originale che si sia visto a Brescia negli ultimi anni, e se condividi in massima parte le nostre linee programmatiche, vuol dire che, qualora il 30 novembre il tuo appello non dovesse essere stato accolto, dal primo dicembre, caro Riccardo, le porte di Piattaforma Civica, per te e per chi desidera vederti tra i protagonisti della vita politica bresciana, saranno aperte, apertissime.

Con ricambiata stima
Francesco

Comments

comments

1 COMMENT

  1. "Il fastidio con cui in molti lo hanno accolto dimostrano una scarsa propensione ad aprirsi veramente e non strumentalmente al civismo". Questo, carissimo Francesco è il punto che condivido di più della tua analisi che, purtroppo, non condivido nelle conclusioni. Spero però che menti aperte e lungimiranti del PD sapranno valutare con più attenzione (e meno personalismi) proposte preziose come quella dell’Avvocato Montagnoli e più strutturate come Piattaforma Civica. Un contributo prezioso da raccogliere e riunire per Brescia 2013. A tutti buon lavoro!

  2. Speriamo che l’avvocato Montagnoli comprenda e condivida le ragioni di Francesco e partecipi attivamente al tentativo di Piattaforma di andare oltre gli sterili tatticismi e le insipide proposte dei partiti, che antepongono per principio i loro interessi a quelli di tutti.

  3. Piattaforme e officine, civici e cinici, comunisti e comunionisti (di CL), camicie nere e camicie verdi, Parolfi (Paroli+Rolfi) e Delbetti (Del Bono+Castelletti): film già visti, idee scontate, colori sbiaditi, programmi riciclati, ovviomi politici. Con un solo orizzonte: il consociativismo spartitorio simbolo della prima e seconda repubblica. Brilleranno poche stelle, cinque per l’esattezza…

  4. ma quali 5 stelle, piuttosto 4 gatti e riciclati pure: ma avete visto chi è entrato nel movimento a Brescia?
    tutta gente che nei partiti e alle elezioni arrivava 38°-39°-40° e che oggi per rivalsa personale si butta sotto il nome di Grillo e anche con 40/45 preferenze può entrare in consiglio comunale, ma di idee fino ad oggi non se ne sono viste, nemmeno UNA!

  5. "tutta gente che nei partiti e alle elezioni arrivava 38°-39°-40° fai qualche nome altrimenti parli per dar fiato alla bocca…

  6. Vassalini Celso: sono anni che rimbalza da una parte all’altra
    Piergiorg io Gazich: ex coordinatore Idv
    ed è solo l’inizio, altro che facce nuove, ambientalisti dell’ultimo momento? vogliono riciclare solo se stessi!

LEAVE A REPLY