Roccafranca, marocchino con patente falsa e droga cerca si scappare ai carabinieri

0

Ha collezionato una serie di denunce in un attimo un marocchino 26enne di Castelcovati che a Roccafranca, anziché fermarsi all’intimazione dell’alt dei Carabinieri di Rudiano per un normale controllo, ha deciso di proseguire per la sua strada cercando di far perdere le proprie tracce. Inseguito dai militari, una volta raggiunto, ha mollato l’autovettura ed ha proseguito la fuga a piedi ma a nulla è servito poiché è stato bloccato dai Carabinieri dopo una breve colluttazione. Il soggetto è stato poi trovato in possesso di 2 grammi di cocaina ed un grammo di hashish, inoltre gli accertamenti condotti hanno permesso di appurare che era alla guida del mezzo con una patente di guida palesemente falsificata. L’uomo è stato così denunciato in stato di libertà per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale (uno dei militari ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni), detenzione illecita di stupefacenti false dichiarazioni sull’identità e guida senza patente. L’autovettura è stata confiscata.  

Comments

comments

1 COMMENT

  1. oggi è il marocco day…..ps:violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale (uno dei militari ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni), detenzione illecita di stupefacenti false dichiarazioni sull’identità e guida senza patente:ANCORA LIBERO!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!grazie magistrati….

  2. ..é stata la volta dell’italiano di ghedi che ha violentato suo figlia. non ho visto nemmeno un commento contro di lui. é dei vostri?

  3. "poveri" marocchini ……. sempre presi di mira dai soliti italiani che sono "razzisti" !!! "poverini" fateli difendere sai soliti avvocati pagati dalla CGIL

  4. "Viva i bianchi d’Europa, viva la nostra identità, la nostra etnia, la nostra razza: quando la nostra patria viene invasa, bisogna bastonare" – borghezio, oggi in francia. eccolo un bel razzista padano. che ci resti in francia! la lega non lo smentisce ne lo caccia. gli unici bastardi sono i razzisti !

  5. razzista é chi prende spunto da UN episodio che vede coinvolto uno straniero per dare addosso a TUTTI gli stranieri. un delinquente é un delinquente, di qualsiasi etnia sia.

  6. "Un delinquente è un delinquente, di qualsiasi etnia sia". Quando però il 7,5% della popolazione residente in Italia "produce" il 38% della popolazione carceraria, c’è qualcosa che non va. Basta falsi moralismi e buonismi, è sufficiente leggere ogni giorno le prime pagine dei giornali. A parità numerica di reati commessi da italiani e da stranieri ricordiamoci sempre che questi ultimi rappresentano il 7,5% della popolazione.
    Da questi dati non bisogna ovviamente trarre conclusioni "lombrosiane", ma certamente bisogna mettere in discussione questo modello di pseudo-accoglienza e pseudo-solidarietà.

  7. borghezio non vuole l’italia, non vuole l’euro, è separatista: quindi non è un italiano, è un extracomunitario anche lui, ergo si deve autobastonare. questione risolta.

  8. Esatto…pseudo accoglienza e pseudo solidarietà. Sono in realtà solo "materiale" per propagandare una falsa ideologia democratica fatta solo a parole. Altrimenti la situazione sarebbe già risolta da anni e sopratutto sarebbe dovuta essre già risolta a suo tempo, quando a governare c’erano governi e amministrazioni di centro sinistra. E invece….parole parole parole….

  9. o tutti delinquenti? su 6 milioni di stranieri, gran parte sono brave persone, come lo sono in gran parte gli italiani. quelli hanno tassi di delinquenza pari a quello degli italiani. poi ci sono gli immigrati irregolari, senza lavoro, senza casa che più facilmente delinquono per intuibili motivi. l’immigrazione non l’ha inventata ne la dx ne la sx e come si é visto essere "buoni o cattivi" produce alla fine lo stesso risultato.

  10. ahahahahahahahahahah ah questa è la più bella da anni a questa parte,vai a farti un giro in un qualsiasi carcere del nord oppure chiedi in qualche caserma dei carabinieri se hanno "hanno tassi di delinquenza pari a quello degli italiani"….

  11. Basta: questo è un Paese verso il quale si emigra, clandestinamente e non, molto volentieri se si vuol delinquere. Forze dell’ordine con enormi vincoli d’azione, falso garantismo, leggi blande, magistratura derisa, processi eterni, condanne ridicole, nessuna certezza della pena, recidive poco o per nulla sanzionate. E i risultati si vedono, alla grande.

  12. ..in stato di libertà……, ades per nà in galera bisogna copà argù…forse…..ta net, se no ciao giustizia ta fet schife !!

  13. ridi ridi . quando ti é passata documentati anziché ripetere quello che senti al bar. gli stranieri che lavorano non delinquono e sono la stragrande maggioranza. basta con i luoghi comuni diffusi da gente che si forma ai bar: l’italia ha tassi di criminalitá tra i piú bassi d’europa. documentatevi !! prima di scrivere, leggete !

  14. ..al suo paese lo appendevano al lampione di piazza bin laden e sito…se no, muto che gli tagliano prima il bigolo e poi lo appendono

  15. Abbiamo capito tutti che non sei italiano e se lo sei hai dei grossi problemi….Su 10 crimini 8 sono extracomunitari e chi lo nega e’ peggio di loro.Siamo stufi di sta gente,basta!Tornatev ene al vostro paese.

  16. "A Brescia ci sono 245 i detenuti in eccesso: a Canton Mombello, dove la capienza regolamentare è di 206 unità, i detenuti presenti sono invece543, di cui 101 tossicodipendenti e 319 stranieri, pari al 58,75%." Ps:consideriamo che la maggioranza degli extra delinquenti è libera e a spasso come il soggetto dell’articolo.

  17. Quando si parla di percentuali si fanno facilmente pasticci sommando erroneamente pere e mele. La prcentuale di crimini non coincide necessariamente con il numero dei detenuti, dato che per molti crimini non si trova il colpevole, e parlando poi di detenuti bisogna valutare quanti sono quelli in attesa di giudizio e quanti sono ivece coloro che stanno scontando la pena ai domiciliari. Inoltre è spesso vero che non tutti quelli che sono in carcere sono necessariamente colpevoli ed è pure vero che molti colpevoli se ne stanno tranquillamente a casa.
    Insomma, smettiamola di fare sempre di tutta l’erba un fascio dando numeri che non hanno alcun senso e che servono solo a fare populismo di bassa Lega.

  18. da 8 su 10, al 58%. un bel salto. bravo, sei sulla buona strada. la percentuale nazionale é del 35%. aggiungerei che chi non ha una casa non puó ottenere gli arresti domiciliari e quindi rimane in carcere. i dati ufficiali confermano che gli immigrati che lavorano non delinquono piú degli italiani che lavorano. per gli irregolari il problema é diverso, per motivi ovvi. non é essere straniero il fattore che si associa ad una maggior propensione al crimine, ma il mancato inserimento sociale e lavorativo. anche gli italiani che non hanno ne lavoro ne casa delinquono di più. questo per chi vuol ragionare. chi sragiona non vuol sentire ragione e dice agli altri di tacere.

LEAVE A REPLY