Rugby, la nazionale del Tonga arriva a Castegnato e si prepara alla sfida di sabato

0
Bsnews whatsapp

Le ‘Ikale Tahi, “le aquile del mare” della nazionale di rugby del Tonga che sabato incontreranno l’Italia allo stadio Rigamonti di Brescia, sono state festosamente accolte stamattina a Castegnato, nella sala del Consiglio Comunale. Ad accogliere i giocatori tonghiani, il sindaco Giuseppe Orizio con Vice Sindaco, Assessori e consiglieri comunali, il Consiglio della Città dei Ragazzi, studenti, atleti del progetto Motus e tanti cittadini. Perché il Tonga a Castegnato? Perché l’Azienda più importante che opera sul territorio, la Ghial, è lo sponsor del tour europeo della squadra del Regno di Tonga, paese retto da una monarchia costituzionale che ha ottenuto l’indipendenza dal protettorato britannico il 7 giugno 1970, una tra le prime dieci al mondo  e che dopo l’Italia sarà impegnata il 17 novembre in Galles contro gli Stati Uniti ed il 24 novembre contro la Scozia a Aberdeen. “”Consideriamo questo incontro un momento importante – ha detto  il sindaco nell’indirizzo di saluto — perché valorizza uno sport, una attività produttiva ed il nostro paese di Castegnato il cui nome sarà portato in Europa.”” Interprete dei saluti del sindaco è stato David Cornwal giocatore gallese che vinse lo scudetto con il Brescia nel 1975. Al commissario tecnico del Tonga, Mana Otai e a Elio Ghidoni, titolare della Ghial, presente con i figli Angelo e Gianluigi, il sindaco ha consegnato i due libri sulla storia di Castegnato e le insegne del paese: un gagliardetto ed un distintivo, entrambi raffiguranti il ramo di castagno con riccio, da cui deriva il nome Castegnato. Al sindaco Mana Otai ha fatto dono della maglia della sua squadra con le firme di tutti i giocatori. Il momento di festa si è concluso con le fotografie di gruppo ed un canto con danza che gli atleti tonghiani hanno voluto donare ai presenti come ringraziamento per la calorosa accoglienza.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI