Gli artigiani bresciani protestano la nuova norma del Pirellone che colpisce i veicoli Euro 3

0

Grandi polemiche da parte degli artigiani bresciani per la norma del Piano regionale per la qualità dell’aria (Pria), varata ieri dalla regione, che prevede, entro il 2016, che tutti i veicoli diesel euro 3 non possano più circolare sulle strade lombarde per sei mesi all’anno. Come scrive Bresciaoggi, gli artigiani costretti a sostituire circa 120 mila veicoli parlano di una vera e propria “devastazione economica”.  Sono in totale 91 le misure strutturali del Pria, 40 per i trasporti, 37 per l’energia e il riscaldamento, 14 per le attività agricole. In base alla normativa nazionale sono previsti 60 giorni per le osservazioni e 90 per i pareri motivati. Poi il Pria potrà essere definitivamente approvato. Il testo intero è visibile su www.reti.regione.lombardia.it e www.cartografia.regione.lombardia.it/si

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E i pensionati e i lavoratori dipendenti dove troveranno i soldi per cambiare l’ auto ? E questa sarebbe una politica nell’interesse delle famiglie ? Ringraziate Formigoni e Maroni.

  2. Gli euro 3 non si vendono piu dal 2004.Nel 2016 questi veicoli avranno quindi almeno 11-12 anni e potranno comunque circolare 6 mesi l’anno senza contare che il rischio di essere fermati e multati è bassissimo….

  3. Perchè devo essere costretto di vendere la mia attuale vettura per acquistare un altro?
    Quando ho acquistato la mia vettura era considerato all’avantguardia, ed ora?
    Cè odore di favorire le case automobilistiche.

LEAVE A REPLY