Il “Comitato Lamarmora per l’ambiente” accoglie i cittadini con un volantino ironico

0
Bsnews whatsapp

(a.c.) 620 firme consegnate e protocollate dalla Segreteria del sindaco, e un cartello di "benvenuto" ai cittadini che arrivano nel quartiere. GLi abitanti di Lamarmora, riuniti nel "Comitato Lamarmora per l’ambiente" si danno da fare per tutelare la qualità dell’aria che respirano, e tengono alta l’attenzione sulla questione dell’impianto di trattamento delle ceneri prodotte dai camini dell’inceneritore. 

Autostrada e tangenziale, termovalorizzatore A2A, centrale policombustibile e deposito di rifiuti solidi urbani: i residenti dicono che a loro bastano e avanzano tutti questi fattori di pericolosità, dell’impianto di trattamento ceneri vogliono proprio farne a meno. Così hanno fatto stampare una locandina che "accoglie" i cittadini che arrivano nel quartiere, non con le bellezze naturali e i luoghi di interesse ma con tutti questi problemi.

A margine della consegna delle firme in Loggia alcuni portavoce del Comitato hanno dichiarato che vorrebbero che A2A convocasse i cittadini per spiegare la natura dell’impianto. Non solo: l’occasione è stata propizia per parlare della politica ambientale del Comune, ad esempio tirando in ballo la raccolta differenziata ferma al 40% seppur i regolamenti europei impongano di arrivare al 65% entro fine anno. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. La raccolta differenziata è da anni ferma ufficialmente al 40%, ma sembra sia ferma nella relatà a livelli assai più bassi, perchè l’inceneritore non può scendere sotto le 800.000 mila tonnellate di rifiuti vari bruciati in un anno: sarebbe antieconomico (!!!). La dimensione (enorme) del problema sta tutta qui.

  2. alla vigilia delle elezioni ormai questi comitati vengono fuori come funghi , non si sa dov’erano dal 1990 al 2008 pero’ oggi mettono fuori la testolina anche se c’e’ da scommettere che una volta passate le elezioni spariscono di nuovo . Sul controllo delle firme non ci vuole poi molto a sapere chi c’e’ dietro e se tutti i 620 firmatari abitano in quel di Lamarmora.

  3. Per chi ne ha cognizione.
    Perche’ , come auspicato quel sabato di protesta davanti al "TERMOVALORIZZATORE" si concordava con il Consigliere di Circoscrizione Visconti , di avere maggior chiarezza e miglior informazione?
    la cartolina "benvenuti a Lamarmora" penso che possa essere utilizzata in altre cento citta’ , non solo a Brescia mi piacerebbe , che gli scriventi leggessero la lettera che in data 31.10.12 ho inviato ad A2A nella persona dell’Ingegner Rossetti che il giorno dopo, aveva prontamente risposto e disposto ulteriori accertamenti .
    La tutele dell’ambiente e’ un argomento che tira per cui nell’avvicinarsi della scadenza elettorale diventa di tutti. Peccato che per primi ,ovviamente dopo chi cromosomicamente lo ha nel sangue sia intervenuto in merito il movimento di cui faccio parte. Per vostra informazione vi posto la lettera antecedente alla vostra uscita, per la seconda volta in ritardo.

    Prot.241 4
    Del 31.10.2012

    Brescia 31.10.2012

    Gent.mo Ing.Rossetti

    Le scrivo dopo aver avuto il Consiglio di Circoscrizione.

    C ome le avevo accennato nel nostro incontro , in merito all’oggetto, nulla osterebbe da parte del Consiglio ad approvare l’insediamento sperimentale di recupero delle ceneri.

    Ovviamente , dopo perizia da parte di esperto “super partes” che ne verifichi l’impatto ambientale,che deve essere zero, la durata del prodotto inerte e la salubrita’ del sale prodotto nel primo passaggio di lavatura dell’inerte.

    Aspetto sua nota in merito e caldamente la saluto.

    Con Stima

    Giacomo Lini

    Presidente Circoscrizione Sud del Comune di Brescia

RISPONDI