Raccolta differenziata a Mairano: +12% in un mese grazie alle calotte sui cassonetti

0
Bsnews whatsapp

(a.c.) Sono pochi, pochissimi, i comuni bresciani che hanno fatto la scelta di mantenere i cassonetti per l’indifferenziata ma dotarli di calotte con apertura possibile solo tramite specifico apparecchio. Eppure si tratta di una scelta che funziona: lo dimostra la recente introduzione di questo tipo di tecnologia nel comune di Mairano.
 
La nuova modalità di conferimento è partita solo poco più di due mesi fa, il 3 settembre. Nelle settimane precedenti gli uffici del comune hanno recapitato nelle abitazioni delle famiglie le tessere magnetiche personalizzate per l’apertura dei cassonetti. Da allora il conferimento è possibile solo ai residenti, ed al massimo è possibile depositare un sacchetto da 15 litri, un normale sacco della spesa. La raccolta differenziata invece è proseguita come prima, con un passaggio settimanale per il ritiro di carta, plastica, vetro e lattine. Niente più sacchi neri nei cassonetti, niente grossi e ingombranti rifiuti gettati senza riguardo quando invece andrebbero depositati all’isola ecologica. Il risultato? Il peso dell’umido e dell’indifferenziata raccolto nel mese di settembre è diminuito, e la percentuale di differenziata è schizzato al 54% dopo che per anni è stata fermo intorno al 42.

I volontari delle associazioni di Alpini e Protezione Civile, con il loro stretto monitoraggio del territorio, hanno scongiurato il rischio di trovare sacchi nei fossi e nei campi, e l’impegno è stato ampiamente ripagato. Sono state poche, infatti, le multe staccate dalla Polizia Locale ai trasgressori che hanno smaltito in modi "alternativi" la loro immondizia.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI