E’ stata vendetta, confessa l’assassino

0

Viktor Chobotar, l’ucraino clandestino che ha confessato di aver ucciso a coltellate giovedì sera a Brescia due il connazionale Oleksih Kurazov, 65 anni, è a Canton Mombello. Domani sarà davanti al Gip per l’interrogatorio di convalida. Come scritto dal Bresciaoggi, ancora non si sa se confermerà quanto detto in questura al magistrato Antonio Chiappani, che lo accusa di omicidio volontario premeditato. "Sono stato io ad ucciderlo ieri sera. – ha detto l’assassino – dovevo vendicarmi. Sono andato lì perché volevo ucciderlo. Aveva buttato fuori casa la mia ragazza. Ha detto che beveva, ma in realtà voleva portarla a letto. Lei lo ignorava e lui l’ha messa sulla strada". La conferma della sua colpevolezza è stata data da altri ucraini.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Riscrivo: l’ucraino ucciso, residente da dieci anni a Brescia, abitava in Vicolo della Disciplina, in centro (traversa di Via Cavour). In subaffitto, concedeva posti letto a connazionali ucraini. Un diverbio su questa attività, ha portato all’efferato delitto. Nessuno si è accorto di nulla, a partire dal proprietario dell’appartamento e dalgi altri inquilini ?

LEAVE A REPLY