Consumo di suolo, Brescia + 320% in 52 anni. La Lega punta a cambiare rotta

11

Con un comunicato l’ex assessore regionale all’Urbanistica Daniele Belotti torna sul consumo di suolo in Lombardia e annuncia di aver messo agli atti la proposta di legge costruita durante la sua amministrazione.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO:

Un netto cambio di tendenza, con una forte attenzione sul consumo di suolo in Lombardia. E’ questo il principio ispiratore del progetto di legge presentato dal consigliere regionale ed ex assessore all’Urbanistica Daniele Belotti. “Da assessore – dichiara Belotti –  avevo preso l’impegno di trasmettere al Consiglio entro la fine dell’anno un disegno di legge assolutamente innovativo al fine di fare della Lombardia la prima regione a normare e limitare il consumo di suolo. Purtroppo  lo scioglimento del Consiglio regionale impedisce di poter approvare in questa legislatura il progetto di legge; ciò nonostante ho ritenuto importante mettere agli atti la proposta legislativa predisposta insieme ai miei collaboratori al fine di poter avere una base su cui la prossima giunta e il prossimo consiglio potranno lavorare seriamente”.

Il problema del consumo di suolo non va sottovalutato. Basti pensare che, nella nostra regione, dal 1955 al 2007 sono stati 235.737 gli ettari urbanizzati, con un incremento medio del +235% ed una crescita media annua delle aree urbanizzate del 4,52%. Brescia è la seconda provincia lombarda per percentuale d’incremento di consumo di suolo (+320% in 52 anni). Il pdl presentato dalla Lega Nord prevede, innanzi tutto, che il dimensionamento del fabbisogno immobiliare del PGT venga effettuato in funzione del reale andamento demografico: in via prioritaria si potrà costruire all’interno delle aree urbane già consolidate, in particolare riqualificando il patrimonio edilizio esistente dismesso o sottoutilizzato e recuperando le aree dismesse; solo secondariamente sarà possibile urbanizzare nuove aree. “Un altro aspetto innovativo del pdl – spiega il consigliere Daniele Belotti – riguarda l’obbligo di autocertificazione da parte dell’amministrazione comunale, in base a una serie di parametri oggettivi, del Piano di Governo del Territorio al fine di incentivare la pubblica amministrazione a raggiungere obiettivi di eccellenza in ognuno dei campi che interessano il governo del territorio. Come avviene per la certificazione energetica degli edifici, anche per i Pgt  avremo così un dato sintetico e leggibile che, oltre a favorire la trasparenza e la comunicazione, offrirà ai cittadini la possibilità di valutare l’operato svolto dall’amministrazione. Tale dato potrà essere utilizzato infine anche nei bandi per l’erogazione di finanziamenti pubblici, favorendo le amministrazioni  più virtuose nella politica di tutela e valorizzazione del proprio territorio. Da questo provvedimento trarrà sicuramente vantaggio anche il settore agricolo che, nella provincia di Milano per fare un esempio, ha visto tra il 1999 e il 2009, una contrazione dei terreni coltivabili del 14%. A tal fine, Infatti, è prevista l’invarianza della destinazione d’uso delle aree agricole. Altre novità importanti contenute nel progetto di legge sono la compensazione preventiva ambientale e un forte disincentivo per mettere un freno deciso ai centri commerciali e ad altre strutture di forte impatto, quest’ultimo attuato attraverso la ripartizione, ai comuni confinanti, del 20% degli oneri di urbanizzazione primaria e del 50% di quella secondaria.” “Con questo progetto di legge – conclude Daniele Belotti – cerchiamo infine di salvaguardare il territorio, tenendo presente al tempo stesso la necessità di tutelare un settore fondamentale, peraltro già in grossa difficoltà, qual è quello edilizio, un settore che occupa in Lombardia ben 375.000 persone.”

 

Comments

comments

11 COMMENTS

  1. Un netto cambio di tendenza, con una forte attenzione sul consumo di suolo in Lombardia. E’ questo il principio ispiratore del progetto di legge presentato dal consigliere regionale ed ex assessore all’Urbanistica Daniele Belotti. SCUSA CARO MA FINO A IERI COSA HAI FATTO?!?! ERA MIA NONNA L’ASSESSORE ?!?!

  2. Ma hanno governato loro o i loro sosia? il PGT di Brescia, con un consumo del suolo degno dell’espansione di una città cinese, lo ho votato io o loro? incredibile, incredibile la faccia tosta. Senza parole.

  3. capisco che per alcuni leggere e’ un optional , ma se l’autore dell’ultimo commento comprendesse pure quei numeri forse riuscirebbe a capire che chi governa ora non c’entra una mazza con quella cementificazione.

  4. Come è vero che in 52 anni la città è stata cementificata, questa giunta ha contribuito non poco a continuare sulla stessa strada approvando un PGT che mangia ancor più il territorio! Non ha certo usato la tenica della riqualificazione e del recupero dell’esistente per poter conservare il poco verde rimasto.

  5. Come è vero che in 52 anni la città è stata cementificata, questa giunta ha contribuito non poco a continuare sulla stessa strada approvando un PGT che mangia ancor più il territorio! Non ha certo usato la tenica della riqualificazione e del recupero dell\’esistente per poter conservare il poco verde rimasto.

  6. gli amici della lega erano impegnati nelle ronde padane in stazione ?? abbiamo visto crescere immobili di ogni osrte ed in ogni posizione …. molti dei quali invenduti …

  7. ma se sono stati al governo della città x 5 anni peggiorando le cose, ora come mai si infuriano e vogliono cambiarle? un controsenso

  8. Trattandosi di una visione urbanistica del tutto condivisibile e di effettiva salvaguardia del territorio, ci si chiede davvero se certi amministratori leghisti siano stati tutti di colpo folgorati come S.Paolo non sulla strada di Damasco, ma sulla strada di Pontida: hanno costruito il costruibile, cementificato il cementificabile, infestato ogni angolo abitato di centri commerciali, favorito la speculazione edilizia. Ma adesso si accorgono che il consumo di territorio era inutile ed è un danno irreversibile. Forse in Padania serve uno studio epidemiologico psichiatrico…

  9. e quanti/quali sarebbero i centri commerciali e/o palazzi approvati e costruiti da questa giunta a differenza dei 20 anni di giunta cattocomunista ? altrimenti e’ un pour parler

  10. Sveglia ! Si parla di provincia di Brescia: è dal 2009 (soprattutto, ma non solo, nello specifico per i centri commerciali) che in Provincia governa anche la Lega. Lo conoscete il PGT provinciale ? Volete anche l’elenco dei Comuni governati dalla Lega ? Volete l’elenco delgi amministratori compresi quelli negli Enti Locali ? Cosa preferite analizzare il Lago di Garda, i Comuni dell’hinterland o la Bassa ?

LEAVE A REPLY