Diritti per Tutti replica alle accuse della Lega: “Tutte menzogne”

31

Con un comunicato l’associazione Diritti per Tutti e il Comitato provinciale contro gli sfratti rispondono alle accuse lanciatogli dalla Lega Nord durante la conferenza stampa di ieri:

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO:

A proposito delle menzogne leghiste. Durante la conferenza stampa di ieri gli esponenti leghisti hanno usato la tecnica della menzogna per screditare l’attività dell’associazione Diritti per tutti e del Comitato provinciale contro gli sfratti tentando di descrivere un mondo di furbi e non di vittime della crisi come sono la maggior parte delle famiglie sotto sfratto per morosità incolpevole; arrivando addirittura a parlare di discriminazione contro i bresciani (proprio come fa l’organizzazione neofascista Forza nuova,che strana somiglianza..). La sindaca di Castelcovati GRITTI (anche consigliere provinciale della Lega Nord) parla, con sicumera, del suo cittadino ABDIRRAHIM CAGDANI, coinvolto il 5 novembre in un tentativo di sfratto come di un “furbetto” matricolato che non meritava nessun aiuto. Per farlo, falsifica i dati, confonde le date, intorpidisce le acque. La verità è, però, più forte delle sue bugie e delle sue inesattezze.

ABDIRRAHIM è in Italia dal 1998 e ha sempre lavorato, in vari settori (macelleria, azienda agricola, fabbrica plastica); dal 2004 fino al dicembre 2009 ha fatto il carpentiere per una ditta di Castelcovati la “FB”, che l’ha licenziato per mancanza di lavoro. Dal gennaio all’agosto del 2010 ha percepito, solo, l’indennità di disoccupazione Per tutto il 2011 e il 2012, fino a oggi, non ha più percepito alcun reddito. Per vivere a Castelcovati ha pagato, per anni, un affitto di 500 euro al mese per il piccolo appartamento dove vive con la moglie BARRATUI e i loro due figli di 3 e 5 anni, nati in Italia. Ha pagato finchè ha potuto; con la perdita del lavoro e la fine della disoccupazione non ha avuto altra scelta se non quella di smettere di pagare l’affitto per cercare di sopravvivere con i pochi risparmi messi da parte. Il comune gestito dalla Gritti, intanto, guardava senza far niente per aiutarli. Salvo tentare di rispedirli in Marocco o proporre lo sfasciamento della famiglia.

Alla GRITTI ricordiamo solo che le dichiarazioni dei redditi cui fa riferimento sono relative, come da prassi, all’anno precedente: la dichiarazione del 2010 vale per i redditi del 2009, quella del 2011 per quelli del 2010. Si scopre, così, che il reddito di 20.000 euro è quello percepito sino al dicembre 2009 dalla ditta “FB” e la successiva disoccupazione non riguarda il 2011 ma , appunto, l’anno precedente.

DETTAGLI che fanno la differenza, errori impregnati di malafede e ipocrisia che tentano di mascherare la situazione vera di MOROSITA’ INCOLPEVOLE! Se poi la signora Gritti intende insinuare che Abdirrahim abbia lavorato in nero, e quindi abbia reddito non dichiarato, si faccia avanti e denunci il datore di lavoro; queste allusioni le ha fatte anche durante l’incontro con l’Associazione in municipio dopo il blocco dello sfratto e l’abbiamo invitata a segnalare il reato al capitano dei carabinieri che era presente; la signora Gritti si era ammutolita! NON BASTA, le menzogne continuano. Il vicesindaco ROLFI ci tiene, infatti, a ribadire che l’Associazione diritti per tutti, riguardo agli sfratti, “(…) dichiara sul proprio sito di intervenire solo per gli extracomunitari”. Niente di più falso, naturalmente; chiunque può controllare. In più c’è la cronaca bresciana che racconta degli interventi a favore di famiglie italiane. L’esempio più significativo è, forse, l’intervento dei volontari per difendere la famiglia di una signora italiana 91enne a rischio sfratto, residente nel quartiere ABBA di Brescia, il 28 maggio di quest’anno. In quella giornata non abbiamo visto né ROLFI, né MAZZATORTA davanti alla casa per impedire che la signora e tutta la sua famiglia italiana venissero sbattuti in strada. C’erano, solo, i volontari della “famigerata” ASSOCIAZIONE DIRITTI PER TUTTI e del “perverso” COMITATO PROVINCIALE CONTRO GLI SFRATTI; come ogni volta, sia che riguardi italiani che “extracomunitari” (per dirla alla Rolfi!). I degni rappresentanti del CARROCCIO avranno pensato che, anche, lei fosse una “furbetta” decisa a non pagare l’affitto, approfittando della crisi. Lo stesso vale per Debora di Lamarmora, per Cinzia di via Fiorentini e per Francesca di Via Franchi, che abbiamo e stiamo seguendo per scongiurare lo sfratto.

Di passaggio, una puntualizzazione del conteggio degli sfratti bloccati con la CAMPAGNA D’AUTUNNO. Mentre il sen. MAZZATORTA dichiarava che erano già 29, noi ne fermavamo un altro a Verolanuova. E stamane un altro ancora: adesso sono 31 e non abbiamo nessuna intenzione di fermarci perché la crisi incalza e la politica istituzionale pensa a altro. Fra questa GENTE CHE NON SA COS’E’ IL PUDORE e gli esseri umani in lotta per la vita, abbiamo scelto di stare con questi ultimi. SEN. MAZZATORTA, il conteggio è destinato a prolungarsi finchè non si garantiranno i PASSAGGI DA CASA A CASA, una vera assistenza intanto che questi non siano realizzati, una MORATORIA GENERALIZZATA per tutte le situazioni di MOROSITA’ INCOLPEVOLE ed un centro temporaneo di emergenza abitativa.

Comments

comments

31 COMMENTS

  1. Il comunicato (a me) sembra un pò minaccioso: non saprei se è meglio avere un morto in casa o dritti per tutti all’uscio.
    Comunque dicano che partito e candidati appoggeranno nella vicina campagna elettorale regionale, comunale e nella prossima parlamentare, i capitoli di spesa da cui prelevare eventuale fondi alla bisogna, quantificare la sovratassa regionale/e o comunale x finaziare ciò, i criteri per la formazione dell’eventuale graduatoria x gli aiuti, ecc

  2. non credo che un sindaco sia così sprovveduto da dare dati falsi!!
    La dichiarazione dei redditi è una cosa ,uno può dichiarare quello che vuole,anche reddito zero ed avere lavorato .il sig.cagdani dovrebbe pubblicare l’estratto inps!!!

  3. non credo che un sindaco sia così sprovveduto da dare dati falsi!!
    La dichiarazione dei redditi è una cosa ,uno può dichiarare quello che vuole,anche reddito zero ed avere lavorato .il sig.cagdani dovrebbe pubblicare l\’estratto inps!!!

  4. non credo che un sindaco sia così sprovveduto da dare dati falsi!!
    La dichiarazione dei redditi è una cosa ,uno può dichiarare quello che vuole,anche reddito zero ed avere lavorato .il sig.cagdani dovrebbe pubblicare l\\\’estratto inps!!!

  5. non credo che un sindaco sia così sprovveduto da dare dati falsi!!
    La dichiarazione dei redditi è una cosa ,uno può dichiarare quello che vuole,anche reddito zero ed avere lavorato .il sig.cagdani dovrebbe pubblicare estratto inps!!!

  6. Non è ora di pensare onestamente a far rientrare al loro paese la popolazione in esubero?
    Certo servono dei criteri per la precedenza, cosa proponete?

  7. non é difficile verificare la verità. le dichiarazioni dei redditi sono pubblici. io credo abbia ragione DPT. si accettano scommesse.

  8. Il comune si è mosso benissimo:da notare che questo personaggio dal 2010 grava sulla comunità con moglie e figli(che non mancano mai in questi casi)….e questi erano quelli che ci dovevano pagare le pensioni, capito? Ritorni pure tranquillo in marocco con moglie e prole al seguito.

  9. che schifo leggere i commenti degli squallidi razzisti quí sotto. sono forse gli stessi che si richiamano alle radici cristiani? sono radici rinsecchite che non hanno proprio nulla a che fare con la nostra civiltà. un lavoratore che é da 15 anni in italia é un italiano !! i figli sono nati in italia sono italiani !! io toglierei la cittadinanza ai razzisti: quando un razzista esprime idee razziste dovrebbe diventare cittadino di serie B, perdere il diritto di voto, perdere il diritto di parola. al bando !

  10. è pure arrivato quel poveretto di carlos,adesso la festa è completa.Per lui son tutti italiani,pure gli africani che devono ancora sbarcare in questo povero paese….a carlos!Noi non ci richiamiamo a nessuna radice sei tu che ti richiami alla radice dell’idiozia con i tuoi editoriali da scolaretto di terza media.

  11. Come sempre, le chiacchiere stanno a zero. La sindaca Gritti chiamata semplicemente a confermare le sue affermazioni tramite legalissima denuncia circostanziata ammutolisce, gli altri sindaci ed amministratori vari destrolegaioli che si confermano incompetenti ed incapaci di risolvere i problemi, i commentatori razzisti ed ignoranti che abbaiano "rimandateli a casa loro" senza manco sapere che spesso si riferiscono a cittadini italiani (troppo complesso capire che anche un Italiano può avere un nome "straniero" che non sia Kevin o Samantha eh?) e quel che resta è facile da capire: persone (troppo poche, certo) che si espongono senza alcun tornaconto personale per difendere la vita e la dignità di altre. Le panzane hanno le gambe corte, guardacaso come quelle dei legaioli e dei loro amici fascisti (quelli da stanare casa per casa, latrava qualcuno, mentre qualcun altro, con lo stesso straccetto verde nel taschino, faceva e continua a fare comunella con neonazisti francesi e nostrani…)

  12. dopo dieci anni in italia si diventa cittadino italiano. Se non lo sai sei ignorante: non conosci nemmeno le leggi del paese dove vivi. Inoltre impara ad usare la punteggiatura ed a rispettare le regole grammaticali della lingua italiana. Che scuola hai fatto?

  13. dai carlitos non te la prendere….questi con l’italia c’entrano come te con l’intelligenza:2 rette parallele che non si incontreranno mai.

  14. Affittare agli extracomunitari è una esperienza allucinante, riescono a portare alla esasperazione anche le persone piu tolleranti ed in assoluto non razziste.
    In sintesi, anche quando lavorano mandano i soldi al loro paese, pagano solo ciò che sono costretti a pagare (utenze gas, luce) solo perché sono nominali.
    I soldi per pagare l’affitto non ci sono mai, ci sono sempre PROBLEMI ….in realtà . I soldi li mettono da parte per farsi viaggi (in aereo ) con tutta la famiglia x visitare i parenti.
    Lo sfratto oltre ad avere tempi biblici è costosissimo e va a sommarsi ad un anno di morosità, anno sul quale si sono pagate tasse salatissime (IMU, dichiarazione dei redditi, ecc.), dulcis in fundo dobbiamo lottare anche con questi squadroni di nulla facenti che fingono di interessarsi ai più deboli : lo facciano pure ma con le loro proprietà non con le case che ci siamo guadagnati lavorando e risparmiando per generazioni.
    Io ho già pagato e perso migliaia di euro, ora tocca ai paladini dei "diritti per tutti" ospitarli! E ora di finirla di fare i generosi con le cose altrui.
    NON DOBBIAMO CEDERE, MAI E POI MAI DOBIAMO ACCETTARE CHE VENGA RIMANDATO UNO SFRATTO! OGNI SFRATTO RINVIATO RAPPRESENTA UN DANNO E UNA INGIUSTIZIA PER CHI QUELLA CASA L’HA SUDATA.

  15. Dopo 10 anni di ininterrotta permanenza legale sul territorio italiano si ha diritto a CHIEDERE la cittadinanza, passato "l’esame" la si può ottenere. Non c’è niente di automatico.
    Poi a scanso di equivoci IO sono a casa mia in quanto bresciano.
    Però qualcuno è in casa d’altri (gratis) per morosità incolpevole o meno, usufruisce (con i fondi pubblici) d’istruzione e sanità. Non è sufficiente? Possono sempre tornarsene a casa loro.
    ps: evitare di far figli durante il periodo di disoccupazione, no è? Usare metodi anticoncezionali, no è? Tanto qualche pantalone ci penserà. Le consorti possono fare qualche lavoro o devono stare per forza camuffate & blindate in casa?

  16. la cittadinanza si puó richiedere dopo 10 anni di permanenza in italia ed in genere viene concessa in 2-3 anni. i rifugiati possono richiuederla dopo 5 anni. gli immigrati che lavorano pagano le tasse e pagano i così i servizi che utilizzano in misura cmq minore rispetto alle tasse che versano in quanto non percepiscono pensioni (sono in prevalenza giovani). quanti figli bisogna fare? ma pensa te ! io avrei sconsigliato di fare figli ai tuoi genitori !

  17. Gli unici veri pantaloni siamo noi ad ever sopportato per tutti questi anni la Lega, Bossi e famiglia, cortigiani e cortigiane che non si rassegnano a dover lasciare i loro cadreghini onerosi per le nostre tasche di poveri "somari lombardi". Lombardi alla riscossaaaaaaaaaaaaa !

  18. 1)Quindi quando prima hai detto che questo e la sua famiglia è italiano hai mentito sapendo di mentire.
    2)A causa dei lobotomizzati come te come te purtroppo gli immigrati rimarranno qui fino al percepimento della pensione.
    3)Molti immigrati fanno venire in italia un genitore anziano che ha poi diritto(grazie ai magheggi della cgil) ad una pensione sociale di svariate centinaia di euro senza mai aver versato un euro di contributi in italia.
    4)La maggioranza degli immigrati manda una quota consistente di stipendio all’estero sottraendo così all’economia italiana una fetta importante di risorse.
    5)Gli immigrati sono primi in tutte le classifiche di accesso a:case popolari,bonus bebe,bonus affitti,asili e mense gratis ecc ecc
    6)Gli immigrati inflazionano il mercato del lavoro e sono la principale causa delle retribuzioni basse nell’industria e nei servizi in un paese con la disoccupazione giovanile al 30%.
    7)Molti immigrati non solo non lavorano ma delinquono e infatti al nord costituiscono la maggioranza della popolazione carceraria (vedi canton mombello).
    8)Offend i il commentatore per l’osservazione sui figli perchè tutti hanno notato(tu compreso) che gli immigrati spesso mettono al mondo i figli senza curarsi del fatto che poi i figli(2-3-4-8!) vanno mantenuti,tanto paga il munifico stato italiano.

  19. l’odio ti acceca. non sei capace di esprimere le tue idee senza offendere? grave! come fai a dialogare se non rispetti l’interlocutore? non sei un bell’esempio della nostra civiltà e nemmeno di buona educazione. calmati.

  20. Forse a qualcuno sfugge una cosa.Pagare l’affitto non e’ un diritto ma un DOVERE,italiano o no.Dobbiamo assolutamente far rispettare le leggi altrimenti diventa un Far West.ADT non puo’ difendere gente che infrange la legge,questo fatto e’ gravissimo!

  21. ahahaha.. aspettavo il commento del sig B/W. Le faccio una domanda: questi inquilini che hanno lavorato per 12, 15, 20 anni le tasse le hanno pagate a me o ai miei compagni di Diritti per tutti? evidentemente no, quindi perchè dovremmo essere noi a risolvere un problema sociale per cui sarebbe necessario un intervento delle istituzioni, del welfare? Oppure lei crede che le tasse pagate da tutti noi e da questi lavoratori debbano servire per pagare la ristrutturazione della casa di BOssi, le festine del Trota e i lauti stipendi e pensioni d’oro dei Mazzatorta e non invece a garantire i diritti ed i servizi sociali fondamentali a tutti? Per quanto riguarda le mie "unità immobiliari" ho già avuto modo di ribadire che i due appartamenti ereditati insieme alle mie sorelle sono stati affittati da 20 anni, ancora da mio padre, con i parametri dei contratti concordati a due famiglie: dovremmo sfrattarle per dare casa ad altri sfrattati?!? Sono le istituzioni che devono prendere provvedimenti per affrontare una crisi che ha prodotto un terremoto sociale! Infine sulla questione ospitalità e generosità: sig B/W, certi gesti chi li fa, per stile, non li deve pubblicizzare.

  22. "Se poi la signora Gritti intende insinuare che Abdirrahim abbia lavorato in nero, e quindi abbia reddito non dichiarato, si faccia avanti e denunci il datore di lavoro;" beh non ci vuole poi molto a conoscere la vita lavorativa di una persona , ci si rivolge all’INPS e si vede quando e quanti contributi ha pagato…….."la ristrutturazione della casa di BOssi, le festine del Trota e i lauti stipendi e pensioni d’oro dei Mazzatorta " ahi ahi ahi Gobbi hai dimenticato gli amici della sinistra e dell’estrema sinistra . I nomi ed i particolari li puoi trovare comodamente in rete , ovvio non sull’Unita’ o Il manifesto ma su Repubblica ( il che e’ tutto dire ) pensa te che qualche nome ce lo trovi.

  23. Occorre un’aggiunta: Diritti, al formaggio, per tutti. Il valoroso presidente ci dica ora quanto formaggio ha ereditato.

  24. I campi da tennis servono a dare un’occasione di svago gratuito ai tanti immigrati che lavorano, alla fine di una giornata di fatiche. O no?

  25. Scusate ma perchè è vietato dire che gobbi di diritti per tutti possiede svariati campi da tennis?Lo ha ammesso lui stesso su questo sito.Lui può intervenire e sputtanare chi vuole ma non vuole critiche?Manco il papa…

  26. bsnews.it/notizia.ph p?id=20344

    Penso che dopo questa l’Associazione Diritti Per Tutti si sia veramente dimostrata per quello che è: falsa e bugiarda.

LEAVE A REPLY