Il Metrobus rivoluziona il sistema pubblico locale. Via la Linea 1 e ridisegnata la 2

0

L’avvio della Metropolitana porterà con se una piccola rivoluzione anche nel trasporto pubblico locale su gomma. Verrà soppressa la linea 1, quella che da Mompiano porta fino a San Polo, visto che lo stesso percorso sarà effettuato anche dal metrobus. La linea 2 , invece, verrà ridisegnata andando a colmare i vuoti lasciati dalla rotaia. Il vicesindaco Rolfi durante la conferenza stampa odierna di presentazione dei primi cambiamenti al trasporto pubblico su autobus ha annunciato che, insieme alla Provincia, si sta studiando un nuovo riordino del trasporto pubblico extraurbano.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Geniali, davvero geniali ! Soppressione delle linee in superficie là dove coincidono con il percorso del metrobus, ovviamente non con le stesse tariffe. E poi, nuovi percorsi raccordati al territorio extraurbano, il tutto per giustificare, ancora e molto solo in teoria, un esborso di 1 miliardo di euro. Complimentoni.

  2. Scusa ma per una volta non capisco il tuo sarcasmo..
    Sarebbe stato gravissimo se non avessero fatto modifiche alla rete di autobus.
    È inutile ormai remare contro la metro, ma fare di tutto per renderla funzionale alla città.. Vedrai che porterà un miglioramento a tutti.. Anche a chi non la utilizzerà

  3. sono letteralmente spudorati. A Rennes, città uguale a Brescia, con la metro da dieci anni, hanno impiegato anni e risorse per riprogettare completamente il trasporto pubblico di tutta la città e del circondario, portando i passeggeri da 30 a 70 milioni l’anno. E questi vogliono farci credere di essere capaci in un mese di fare quello che in francia hanno pensato e realizzato in anni. Abbiamo al governo una massa di gnari (dal latino = ignorante, che non conosce) arroganti e presuntuosi.

  4. caro amante del lento lavoro dei nostri vicini francesi sei proprio un gnaro se non riesci a capire che la metropolitana c’è e serve anche a ridurre l’inquinamento o le tanto note polveri sottili , motivo per cui è d’apprezzare la velocità con cui si muovono per eliminare trasporti su gomma con anche autobus doppi che sarebbero adatti ad una città come Milano ( ancora non si capisce come abbiano potuto comprarli)

  5. Forse non mi sono spiegato bene. Hanno impiegato sì anni, ma anni precedenti alla messa in funzione. Quando la metro di Rennes è partita tutto era pronto, progettato e ridisegnato, nonchè spiegato con mesi di anticipo all’utenza, con una informazione capillare e diffusa. Così il tutto è partito con grande soddisfazione di tutti. E a Brescia? Del progetto del nuovo trasporto pubblico se ne parlerà, forse, fra un anno. Ecco perchè dico che, invece di progettare opere inutili e impossibili (sede comunale, posteggio sotto il castello, incubo bianco, demolizione Tintoretto, ecc…) avrebebro dovuto occuparsi di cose più serie.

  6. Gli attuali amministratori (e responsabili di brescia trasporti)hanno avuto 5 anni per pensare a come ridefinire il trasporto pubblico di superficie di loro competenza(quelo della città per intendersi) e nel contempo confrontarsi con chi è deputato al trasporto provinciale, per individuare dove e come intervenire per intercettare il flusso che viene da fuori brescia. Invece, e questa è la sensibilità dell’attuale giunta, si sono accupati delle vere necessità dei cittadini come la sede unica del comune, fare un parcheggio sotto il castello, fare la nuova curva dello stadio….a dimenticavo la pensilina, il cubo bianco e il riposizionamento del bigio!. Dilettanti.

  7. Beh, almeno le nuove assunzioni per la gestione del metro le hanno fatte. Sono a conoscenza di laureati con preparazione sulla mobilità il cui CV langue in qualche hard disk di Brescia Mobilità….. ovviamente neppure contattati….

  8. Incredibile… il fine dovrebbe essere quello di dare un servizio aggiuntivo ai cittadini. si parla infatti di integrazione dei mezzi pubblici… mompiano non avrà un giovamento, dire che poichè c’è la metropolitana allora si toglie il Bus è grottesco…

LEAVE A REPLY