Archivi Musicali, musica dal passato: sabato l’anteprima

0
Bsnews whatsapp

E’ in programma sabato 17 novembre l’anteprima del FAM Festival degli Archivi Musicali.

L’appuntamento anticipa l’importante progetto che la Fondazione del Teatro Grande realizzerà a Brescia nel 2013: il FAM Festival degli Archivi Musicali è un nuovo festival dedicato all’ascolto e alla visione del materiale d’archivio dei più grandi produttori mondiali di musica colta. L’anteprima del 2012 è un’occasione per anticipare le modalità e i temi del Festival 2013.
Il progetto della Fondazione del Teatro Grande nasce dal desiderio e dalla necessità di far emergere i tesori culturali nascosti del nostro Paese: la musica in Italia ha radici antiche e profonde, l’opera nasce nei nostri teatri e le tradizioni musicali hanno da sempre rappresentato uno dei punti di forza del nostro Paese. I più grandi artisti di ogni tempo si sono esibiti in Italia e i Teatri Lirici e di Tradizione, come il Teatro Grande, ne sono una testimonianza. Le performance di questi musicisti sono diventate documenti importanti da non disperdere né dimenticare.

Ecco perché il Festival degli Archivi Musicali: un appuntamento che consenta alle realtà italiane di condividere e mettere a disposizione del pubblico le proprie documentazioni. A cominciare dalla Rai, il cui ruolo di divulgazione e conservazione costituisce la spina dorsale della custodia della cultura musicale in Italia. E poi l’Istituto per i Beni Sonori e Audiovisivi, con i suoi immensi archivi legati alla tradizione musicale e orale italiana. I Conservatori e i Teatri con i loro documenti preziosi, grazie ai quali possiamo assistere continuamente alla scoperta di manoscritti inediti di grandi compositori del passato.
L’obiettivo di questo Festival è che il salvataggio e la conservazione degli archivi non siano più delle iniziative singole, ma diventino elementi di partenza che, attraverso percorsi di formazione e divulgazione, possano trasformarsi in opportunità. Il FAM è quindi un progetto sulla memoria ma anche sul futuro. Un’occasione unica per tutti, ma soprattutto per le nuove generazioni, di poter (ri)ascoltare e (ri)vedere inediti, rarità, storiche esecuzioni, interviste di alcuni dei più grandi musicisti del secolo scorso.
L’anteprima del FAM in programma per sabato 17 novembre è dedicata al grande direttore d’orchestra rumeno Sergiu Celibidache nell’anno in cui si festeggiano i cento anni dalla nascita.

I diversi appuntamenti che compongono il programma del 17 novembre si concentreranno sul rapporto tra il Maestro Celibidache e l’Italia. Dalle ore 10.00 fino alle 19.00 sarà possibile ascoltare da diversi punti di ascolto materiali d’archivio audio e video forniti dall’archivio Rai. Alle ore 15.00 è prevista la conferenza Celibidache in Italia. Fenomenologia del mito a 100 anni dalla nascita condotta dallo storico della musica Paolo Bertoli. Alle ore 16.30, sempre nel Ridotto del Teatro Grande, Paolo Noseda di Media Artis modererà l’incontro Gli archivi italiani. Storia e tradizione per un futuro diverso in cui interverranno Carlo De Marinis, funzionario responsabile del progetto Archivio Radio Rai, Sabina Benelli, funzionario dell’Archivio del Teatro alla Scala e Pierluigi Ledda, amministratore delegato dell’Archivio Ricordi.

Nel programma di questa giornata di anteprima del FAM si è voluto inoltre riservare uno spazio importante al rapporto tra Celibidache e Arturo Benedetti Michelangeli. In un’intervista al Corriere della Sera del 1992 Sergiu Celibidache aveva raccontato il raro rapporto che lo legava a Benedetti Michelangeli: "Abbiamo effettivamente suonato una enormità di concerti insieme senza che uno solo sia stato mai annullato. Ho vissuto dei momenti paurosi, ma non mi sono mai innervosito davanti alle sue richieste anche quando non capivo, perché io lo amo talmente che ho sempre ceduto: sentivo che c’era dietro una ragione musicale e non un capriccio… Ho avuto il primo incontro con Michelangeli nel 1938 a Berlino. Lui aveva 18 anni ed io 26. Una cosa paralizzante. Ho ringraziato Dio di non essere pianista. Il dominio della tastiera era miracoloso. Tra noi esiste un’affinità che mi sorprende perché abbiamo formazioni diverse. Ma che si deve giudicare dai risultati".

Alle ore 19.00 verrà proiettato nel Ridotto del Teatro Grande una delle più rare documentazioni storiche che riprendono insieme Sergiu Celibidache e Arturo Benedetti Michelangeli: il Concerto per pianoforte in Sol maggiore di Maurice Ravel, registrazione dal vivo del 1982 alla Royal Festival Hall con la London Symphony Orchestra.

Il FAM Festival degli Archivi Musicali è realizzato con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Tutti gli appuntamenti di sabato 17 novembre sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI