Il Bigio? Simbolo fascista. Al via la raccolta firme di Anpi e Fiamme verdi

48

(a.c.) Domenica, durante la commemorazione dei caduti di piazza Rovetta (vedi la locandina in allegato), i primi caduti tra le vittime della Resistenza, Fiamme Verdi ed Anpi di Brescia daranno il via ufficiale alla raccolta firme contro il riposizionamento del Bigio in piazza Vittoria.

Ritenuto un simbolo della forza e della violenza del regime fascista, il Bigio non dovrebbe secondo le due associazioni essere rimesso in bella vista, anche perché la sua rimozione fu un preciso e deliberato intento, anche simbolico, di smantellamento di tutto ciò che richiamava il Ventennio.

Sul modulo della raccolta firme, indirizzate al Comune di Brescia, c’è scritto (è riportato sulle colonne di Bresciaoggi in edicola stamane): «I sottoscritti cittadini chiedono che la statua non venga rimessa in piedi né in piazza della Vittoria, né in alcun altro luogo di Brescia. Si tratta di una statua brutta, di nessun valore artistico, il cui ricollocamento peggiorerebbe ulteriormente le qualità e i significati di una piazza che, fin dal nome, era stata voluta a scopi propagandistici dal regime fascista. La ricollocazione dello scadente manufatto, oltre che in una spesa inutile, si risolverebbe solo in una riproposizione nostalgica e strumentale dell’ideologia fascista che la Brescia democratica – medaglia d´argento al valor militare per il suo contributo alla Liberazione e città della strage fascista di Piazza Loggia – rifiuta in nome della Costituzione».

Comments

comments

48 COMMENTS

  1. "un preciso e deliberato intento, anche simbolico, di smantellamento di tutto ciò che richiamava il Ventennio". Per coerenza l’ANPI proponga la demolizione dell’intera Piazza Vittoria.
    Il Bigio fa parte della storia della città, bella o brutta che sia, e come tale va considerato.

  2. massi ….buttiamo giu’ tutta piazza vittoria , quadriportico , il palco del duce e mezza citta’ di Roma in nome di un ideologia che grazie a Dio e’ rimasta in soli 2 o 3 paesi al mondo . domanda : l’ANPI come associazione prende qualche contributo statale ? chiedo come cittadino perche’ ormai sono passati 70 anni.

  3. "Si tratta di una statua brutta e di nessun valore artistico". Adesso hanno anche l’arroganza di decidere cosa sia bello e cosa sia brutto. Dovreste ringraziate il ventennio se ancora oggi, in nome di un periodo storico vissuto tra le difficoltà di tutti, con la vostra propaganda antifascista siete stati sovvenzionati per decenni con i soldini dello stato.

  4. la statua é orribile, come d’altra parte anche Piazza Vittoria. Lasciamo tutto come adesso anziché spendere un sacco di soldi per un capriccio dei nostalgici.

  5. "Negli anni 1931-32 scolpisce il colosso marmoreo di Piazza della Vittoria a Brescia, il Bigio, così come fu popolarmente chiamato, benché dovesse rappresentare l’Era fascista. Il colosso, alto 7.50 metri (nove con lo zoccolo), al tempo definito come l’apice dell’abilità espressiva dell’artista, fu rimosso nel 1945 poiché additato come simbolo del regime e fu trasportato in un magazzino comunale, dove si trova tuttora."……..la statua e’ molto bella , ovvio che per quei pochi comunisti rimasti non sia un problema di arte ma di passato ideologico , quindi ben venga . P.S. oltretutto si fanno esperienza i ragazzi della scuola artistica …..questa benedette scuole che dicono non servono a nulla mo’ che hanno un po di lavoro glielo togliamo ? E lasciate perdere il costo perche’ se si contassero le bollette energetiche degli ultimi 20 anni di chi vive in quei 3 o 4 campi attorno alla citta’ e pagate dai bresciani si potrebbero rimettere in piedi altri 20 monumenti almeno.

  6. I simboli, come le statue, non sono "neutri", men che meno "apolitici" (parola stupida quanto usata a sproposito da troppi), al contrario sono esposti per esaltare, omaggiare e ricordare persone o avvenimenti storici. E’ semplicemente puerile pensare di abbattere edifici o quartieri, ma non vedo alcuna innocenza nel riproporre un simbolo di un periodo storico tragico e nefasto, a maggior ragione di questi tempi, nei quali la persistenza dell’ideologia nazifascista è ampiamente confermata anche a Brescia. Nel nostro Paese si è arrivati ad erigere un monumento al criminale di guerra Graziani, i neofascisti sfilano impuniti a Predappio tendendo il braccio a salutare il loro duce, le città sono insozzate da lugubri cortei di giovani esaltati e vecchi arnesi delle trame nere e di tutto questo è responsabile anche chi si è inventato baggianate tipo "i ragazzi di Salò" e "giornate della memoria" che mistificano e falsano la Storia. Concludo chiedendomi come reagirebbe il mondo se, in Germania, si ripristinassero statue concepite al tempo del Terzo Reich per esaltare la superiorità degli "ariani"…

  7. ahMario ? ecche’ ti dimentichi di chi marcia con il pugno chiuso ineggiando a comunisti (o nazicomunisti chiamali come vuoi ) che nel mondo hanno causato il triplo dei morti dei nazifascisti ? massi la tua sara’ una dimenticanza sincera e non di parte.

  8. Tranquillo, nessuna dimenticanza. Ti ricordo solo che i comunisti (ai quali non è vietato inneggiare) sono quelli che hanno dato il maggior contributo alla sconfitta del nazifascismo, che in Italia è stato un ministro comunista (secondo me, sbagliando) ad evitare che molti fascisti pagassero per le loro malefatte. Quanto al calcolo dei morti causati dagli uni o dagli altri, mi permetto sommessamente di consigliarti altre letture, oltre al ridicolo "libro nero del comunismo. Studia, leggi, impara e poi dai il TUO pensiero come contributo alla società.

  9. Hai capito, o ingenuo di un "ideologie sepolte" ? Studia leggi e impara…ma solo sui libri che (ma "sommessamente!) decide il Mario…!!!

  10. "hanno dato il maggior contributo alla sconfitta del nazifascismo" ah si andiamo bene con il lavaggio del cervello….altre letture di chi di scrittori comunisti ? Sul calcolo purtroppo il comunismo ne fa ancora di morti e laddove non sono morti non sono certamente liberi di scrivere o pensare .

  11. Sicuramente Mario, che legge la storia vera, conoscerà il celeberrimo Tito di Sant’eufemia, il più grande criminale partigiano che la nostra città abbia mai prodotto.
    "I comunisti sono quelli che hanno dato il maggior contributo alla sconfitta del nazifascismo": non sapevo che le truppe americane fossero di stampo marxista, nemmeno che il piano Marshall fosse il risultato di un’attenta strategia russa. Quante cose che si imparano!
    ANPI: Associazione Nazionale Polemiche Inutili (ma sovvenzionate dallo Stato)

  12. C’entra molto relativamente con questa notizia ma stamattina hanno arrestato e perquisito ragazzini e padri di famiglia colpevoli semplicemente di essere iscritti a stormfront che è legale praticamente in tutto il mondo…..ovviamente immagino che quelli che qua sbraitano contro una statua siano gli stessi che sono contenti se un padre di famiglia va in galera per un reato d’opinione.Democrazi a oggi in italia.

  13. Dopo 70 anni, si bruciò la resistenza degli scaldabagni e restarono tanti bidoni arrugginiti che pensavano di essere gl’inventori dell’acqua calda.

  14. Dopo 70 anni, si bruciò la resistenza degli scaldabagni e restarono tanti bidoni arrugginiti che pensavano di essere gl’inventori dell’acqua calda.

  15. Il 25 gennaio 1504 una commissione di illustri artisti fiorentini: Andrea della Robbia, Piero di Cosimo, Pietro Vannucci, Leonardo da Vinci, Sandro Botticelli e Cosimo Rosselli decise di collocare il Davide di Michelangelo sul sagrato di Palazzo Vecchio. Per il bigio in piazza Vittoria basta labolani, portatore di una ideologia di morte e di distruzione. E il fascismo questo era (è lui che si è sempre proclamato fascista)

  16. ..allora dite all’anpi che ci sono mille scritte sui muri " credere obbedire combattere..vincerem o …etc etc " ..che fanno, demoliscono le case ???? ancorati ad un passato , quasi nostalgici per aver fatto PUM PUM col 91…….forse !

  17. hahahahhaaaa…rido di gusto , l’ anpi che si scaglia contro il bigio….siete alla frutta, sono passati oltre 70 anni e ancora siete quì a rivangare il passato con il contributo alla liberazione….siete ciechi e sordi, a voi che fin dopo il 1947 avete pensato bene di assassinare la gente che non la pensava come voi, vi arrogate come sempre una verità di parte, la vostra e basta…..basta leggere i libri a voi scomodi, pansa per primo , che ha avuto il coraggio di documentare le vostre di barbarie, pari se non peggio di quelle che condannate voi per vostro comodo e per la vostra verità costruita sulle fole !

  18. …non ho mica capito perchè chi alza la mano destra non può farlo, mentre che fà il pugno si …..non era anzi non è un regime pure il comunismo ?? e allora ? ma piantiamola lì, se il biglio abbellisce la piazza bene ci può stare pure lui…., aspetto la risposta dal signor mario….
    non è che magari perchè i comunisti hanno " vinto " la guerra a loro è concesso usare falce e martello, agli altri che invece l’hanno persa ..sito …SONO PASSATI DECENNI, MEZZO SECOLO E PIU’, ORA BASTA LA GUERRA è FINITAAAAAAAAAAAAAAA AAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AAAA….W IL BIGIO

  19. Molto serenamente, senza urlacchiare con le maiuscole, faccio notare che viviamo nella Repubblica Italiana, nata dalla Resistenza, in seguito alla sconfitta del fascismo, sconfitta per la quale (anche se a qualcuno dà fastidio ammetterlo) i comunisti sono stati determinanti. No, la mano destra tesa non si può alzare, perché è un gesto che costituisce reato, così come non si può inneggiare alle Brigate Rosse, perché la legge contempla il reato di apologia. Gli "altri", nella fattispecie i fascisti, devono proprio fare "sito", perché la ricostituzione del loro partito è vietata. La falce ed il martello sono i simboli del lavoro e nessuna legge li ha messi al bando, quindi si possono tranquillamente utilizzare. La guerra è finita ma, purtroppo, i fascisti ci sono ancora e sono pure pericolosi, continuano ad ammazzare, aggredire e tramare, quindi non è bene abbassare la guardia neppure in merito all’esposizione di simboli o monumenti ad essi riconducibili. Quanto all’operazione contro Stormfront, basta scorrere l’elenco dei coinvolti per vedere che eccetto due o tre casi non si tratta affatto di ragazzini: a parte un diciottenne e pochi entro i 25 anni, gli altri son tutti fra i 30 e i 50 anni; fossero pure tutti degli sbarbati, basta vedere il delirio razzista e violento che sconvolge le loro povere menti per capire che è indispensabile metterli in condizione di non nuocere. E ringrazino la buona sorte per essere stati beccati dalle istituzioni della Repubblica, che in altri tempi, giustamente, non se la sarebbero cavata così a buon mercato.

  20. Prima di tutto vennero a prendere quelli di stormfront
    e fui contento, perché rubacchiavano.
    Poi vennero a prendere quelli di forza nuova
    e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.
    Poi vennero a prendere quelli di casa pound,
    e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.
    Poi vennero a prendere i leghisti,
    e io non dissi niente, perché non ero leghista.
    Un giorno vennero a prendere me,
    e non c’era rimasto nessuno a protestare.

  21. Piazza della Vittoria è un complesso architettonico che rappresenta compiutamente un determinato capitolo della nostra storia artistica, non va negata. Il bigio al contrario è un concentrato figurativo di un’ideologia sbagliata, superata dalla storia, ma ancora troppo vicina per dimenticarne le atrocità. Se questa brutta statua rimarrà ancora qualche decennio nei depositi comunali sarà buona cosa per tutti.

  22. quelli di stormfront li hanno messi in galera perché incitavano all’odio razziale. arrestato anche un noto esponente di forza nuova, Mirco Viola della sez Lario di CAntú. nella sua casa manganelli, decine di coltelli stile militare, svastiche e testi nazisti.

  23. Possibile che ci sia ancora in giro qualcuno che non si rende conto che Pzza Loggia (e pure Pzza Vittoria )
    richiama già ,ed ha sempre richiamato il periodo fascista per via delle sue opere ? ma poi come si fa a non rendersi conto che in Italia la maggior parte dei Municipi e delle scuole risalgono e rtichiamano per architettura al periodo fascista ? Come si fa a non rendersi conto che il fascismo ha introdotto la previdenza sociale?l’assistenza ospedaliera ?…togliamo pure quella!!……..FORS E PER QUALCUNO SAREBBE PIU’ OPPORTUNO FARE UN RIPASSO DELLA STORIA,…..provate a digitare ,le cento cose buone del fascismo, se poi volete proprio fare pure una ricerca di quello che era ai tempi l’opposto ovvero il comunismo ,digitate le cento cose buone del comunismo.fascista per via delle sue opere ? ma pquella!!……..FOR SE PER QUALCUNO SAREBBE PIU’ OPPORTUNO FARE UN RIPASSO DELLA STORIA,…..provate a digitare ,le cento cose buone del fascismo, se poi volete proprio fare pure una ricerca di quello che era ai tempi l’opposto ovvero il comunismo ,digitate le cento cose buone del comunismo.

  24. Ma cosa vuole che digitino questi qui? Basta fargli cantare l’internazionale con il pungo chiuso e con una bella maglietta rossa con la zucca di Che Guevara e li rendi felici come bambini. Mi meraviglia il fatto che ci sia ancora qualcuno che perda tempo a tentare di ragionarci. Sono partigiani. Lo dice il significato della parola stessa. Di parte. Tempo perso. Sono 70 anni che lo perdiamo.

  25. Ma perchè al posto del bigio non ci mettiamo la pensilina con dentro labocubo ? Sarebbedi grande atrattiva e un modo per rilanciare il turismo O no ?

  26. a mariooooooo…….le ggiti qualche libro di pansa e poi ne riparliamo….non sono fascista ma non la penso come te, credo anzi che tu dica delle menzogne…..fino ad ora chi ha veramente ammazzato sono quelli delle brigate rosse e quindi la tua teoria e la tua lezioncina manca di un contradditorio che invece sui libri c’è….. ideologia rossa o nera vanno di pari passo , quindi non prendertela sui pirla di stormfront che sono dei patetici esaltati, gli esempi veri sono scritti sui libri di storia e mi pare che oltre al fascismo, il comunismo non è che abbia fatto una bella fine…riguardo a falce e martello sono pari alla svastica e al fascio littorio perchè rappresentano un regime.
    se poi l’anpi ha tempo da perdere rivangando tempi che furono, a me interessa brescia e se il bigio sta bene in piazza vittoria che ci torni, se ci sta male che stia dove si trova, senza fare troppa retorica e senza troppe sentenze ( di parte, leggiti pansa prima ) …….

  27. si vede che scrivi…di pansa. proprio perché le ideologie é bene che restino archiviate dalla storia, il bigio pure dovrebbe restare dov’é ora.

  28. ..vi duole la pancia quando qualcuno ( io ) che non è nè comunista nè tanto meno partigiano dice la sua,come sempre, vi da fastidio. vi danno fastidio tutti, persone e cose ,in questo caso persino una statua ! fastidio perchè si osa contraddire, e agli altri che non la pensano come voi menate la solita solfa, la resistenza, i partigiani etc etc….
    ma volete capirla una volta per tutte che la verità vostra che divulgate come dottrina unica è infarcita di menzogne è pari all’ altra ? scatenare l’ira e sventolare le fiamme verdi per una statua è patetico e ridicolo allo stesso tempo, la guerra è finita e sono finiti anche i partigiani.

  29. ..partigiani, già, quelli che quando andava tutto bene allora erano i primi ad alzare la mano destra e affollavano la piazze come tutti , per poi alzare subito dopo la mano sinistra e ergersi ai salvatori della patria…escludendo ovviamente americani, inglesi, polacchi etc etc…restando ovviamente solo loro a dire quel che si può fare e quel che non si può fare, oggi come ieri…..

  30. Hanno tirato fuori dai magazzini 2 reperti dell’arte bresciana da far invidia al più brutto museo d’Italia. Con la Lodoica e il Picio allora risulta più facile capire perchè ci hanno "imbottonato su" quelli di Artematica.

  31. Aboliamo le pensioni, le 40 ore, il libretto di lavoro, l’istruzione obbligatoria, la protezione ai neonati e puerpere, mai più Pirandello a Teatro ecc. ecc. e coi nostalgici neo-partigiani andiamo a riallagare la pianura Pontina, il Basso Volturno,il PoLesine e distruggiamo Latina!!!!!!!

  32. Io chiederei al Bigio se gli possa piacere di essere messo tra pakistani, peruviani e africani, dubito che possa rispondere positivamente…

  33. In Italia l’antifascismo è ormai inflazionato. E’ stato usato per qualsiasi cosa ed è usato ancora oggi per additare l’avversario di turno. Anche Beppe Grillo è stato accusato di essere un fascista. Ormai è fascista chi vorrebbe una statua in piazza, chi espone in una mostra un busto del duce, chi vorrebbe più giustizia quando questa viene sistematicamente violata. La polizia è fascista. La profe di matematica è fascista. Tutto quello che non è condiviso da Magazzino 47 è fascista. Chi non partecipa alla festa della radio è fascista. Chi guida un macchinone, un evasore, un prepotente, un imprenditore è un fascista. Sono diventati ridicoli con questo antifascismo pret-a-porter. Antifascisti da strapazzo.

  34. attenzione anche a negare l’esistenza del fascismo che é alla fine un modo di concepire i rapporti umani basato sulla forza, la prepotenza e l’imposizione. anche il Bigio viene ri- imposto alla città: che dibattito é mai stato avviato con la cittadinanza? con le forze sociali e politiche? viene tolto dagli scantinati da amministratori con lunga storia di nostalgia e messo in piazza come segno di prepotenza. non é certo un modo democratico di agire.

  35. guarda te se ades per mettere una statua " che sarebbe un perchèsegno di prepotenza " bisogna fare il referendum …….!
    ma avete rotto i cosidetti o pseudo comunistoidi tutti col portafoglio ben a destra però !!
    non se ne può più delle vostre assurde e anancronistiche azioni , quì di nostalgici ci siete solo voi con i vostri ricordi persi nel tempo, le fiamme verdi, i partigiani, matusalemme a cavallo…direi allora di indire un referendum per togliere il leone di san marco dal portale del castello, simbolo della serenissima e del suo antico potere, la statua di napoleone a parigi, e quella di garibaldi perchè dà fastidio che abbia unificato l’italia con le armi……
    RIDICOLI , PATETICI, FUORI DAL TEMPO, LEGATI A UNA RETORICA DI CUI VI FATE VANTO PERCHE’ VI RIMANGONO SOLAMENTE I RICORDI ( taroccati per vs comodità e guai a contraddire……ved asi le censure su pansa , e perchè ? forse per aver tirato fuori dagli armadi i vostri scheletri ).

  36. Mai messo in dubbio l’esistenza del fascismo. Dubito molto invece delle persone che della parola "antifascimo" ne abusa del suo significato o ne fa uso improprio. Un pò come ha fatto velatamente lei ma neanche troppo…"viene tolto dagli scantinati da amministratori con lunga storia di nostalgia e messo in piazza come segno di prepotenza".

  37. ..le donne pare non vogliano il bigio in piazza ( sai a loro che gliene frega ) , i cittadini ( alcuni, gli altri se ne fregano ) non vogliono il bigio in piazza perchè riproposizione nostalgica, perchè la brescia democratica ( quale ? quella di parte ? ) dicesi brescia DEMOCRATICA AVREBBE GIA’ DECISO ….. a bhe o bheeee quale sarebbe la brescia democratica ???? come sempre nulla di nuovo sotto il solleone…

  38. 200mila euro per il bigio, 500mila per la pensilina, senza contare i soldi regalati ad Artematica. Tutto per togliere lo sfizio a labolani. Ma in tempi di crisi, con i tagli ai servizi sociali (che interessano gli anziani ed i piu deboli) non sarebbe stato meglio spendere questi soldi in maniera piu utile? Non mi sembtra che sia una posizione ideologica.

  39. Viviamo in un paese dove se occupi con la forza la proprietà privata altrui per permettere all’immigrato di turno di viverci a sbafo nessuno ti tocca e sui giornaloni ti fanno pure i complimenti….dall’ altro lato i ragazzini che si dichiarano neo-fascisti su un forum arriva la digos a prelevarli alle 6 del mattino.Trova le differenze.

  40. Ha ragione Scweik. Se questa amministrazione spende tutti i soldi, alla prossima giunta cosa rimane da rubare? Infatti Paroli se ne guarda bene dal presentare il bilancio. Se la sinistra dovesse scoprire che non ce ne sono più, farebbero di tutto per perdere le elezioni. Un pò come è successo a Parma. Anche se i meriti al M5S va riconosciuta l’onestà, il coraggio con un pò di ingenuità.

  41. …HAHAHAHAH leggetevi l’altro articolo del bigio…..i sinistroidi han dato fiato alle trombe e noi suoniamo i tromboni…..LA GIUNTA CORSINI HA IDEATO LA COSA, LA GIUNTA DI SINISTRA ……..quindi non c’è nessun nostalgico o una qualche strategia di destra………..a proposito invito tutti gli scontenti in malafede a non passare più da piazza vittoria perchè simbolo dell’ impero fascista che fu ancor più della statua del bigio, quindi non transitate per la piazza……..attend o discussioni e proposte per abbaterla …anpi e mario compresi……
    salu ti

  42. propongo ai "ragazzi" dell’anpi di fare un giro in qualche magazzino nei pressi di mosca , magari trovano ancora una statua del baffone oppure una di lenin la caricano sul camion e la portano in piazza rovetta …a perenne monito.

LEAVE A REPLY