Il Tribunale di Brescia dà ragione al Comune: non è responsabilità dell’amministrazione il superamento del PM10

0
Bsnews whatsapp

Il Tribunale di Brescia si è pronunciato in favore del Comune di Brescia nella causa intentata da alcuni cittadini del centro storico, che imputavano all’Amministrazione la responsabilità per il superamento delle soglie consentite di PM10 nell’atmosfera.

“Si tratta di un passaggio importante – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente del Comune di Brescia, Paola Vilardi – che spero possa essere un nuovo punto di partenza su cui basare la programmazione di un lavoro condiviso, volto alla tutela della salute dei cittadini. Brescia presenta criticità storiche sotto il profilo ambientale e questa Amministrazione si è adoperata molto per predisporre misure che potessero in qualche modo arginare questi problemi. Mi sembra francamente assurdo che si possa imputare all’Amministrazione comunale qualsiasi responsabilità per il superamento delle soglie consentite di PM10. Abbiamo al contrario istituito dei tavoli operativi sia con i comuni dell’hinterland che con altri capoluoghi di provincia per adottare iniziative comuni e confrontarci sulle possibili soluzioni. Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione, perché il tema ambientale non ha colore politico e qualsiasi divisione o contenzioso contribuisce esclusivamente a ostacolare il lavoro su questioni così delicate”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. …e così i cittadini inquinati continuano a restare tali. A Brescia no ma ci sarà un giudice a Berlino che potrà difendere i polmoni dei cittadini.

  2. Veramente il tribunale di Brescia ha detto una cosa diversa che è quella che il ricorso presentato dai cittadini del centro storico era da indirizzare, per competenza, ad altro istituto giuridico. Da qui l’assoluzione che non vuole dire che il Comune di Brescia con scelte ambientalmente scellerate non sia responsabile della grave situazione dell’inquinamento atmosferico dopo che, 4 anni or sono, aveva cancellato parte della pedonalizzazione del centro storico e riaprendo le ZTL, favorito l’uso del mezzo privato con la riduzione del 50% dei parcheggi di struttura ed introdotto l’iniquo aumento del 20& del biglietto dell’autobus. Se questi non sono stati provvedimenti che hanno favorito l’aumento dei gas inquinanti che cos’altro sarebbero stati?

RISPONDI