La Loggia non presenta il bilancio preventivo 2013, Capra (Pd): “Decisione grave ed irresponsabile”

0
Bsnews whatsapp

Con un comunicato il consigliere comunale del Pd Fabio Capra commenta la decisione della giunta Paroli di non presentare il bilancio preventivo 2013.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO:

La Giunta ha deciso di non presentare il bilancio preventivo 2013 e di andare alle prossime elezioni con l’esercizio provvisorio. Un decisione che ritengo grave e irresponsabile. Un segnale di paura. Una furbizia volta a mascherate le criticità nelle quali si trova il bilancio della Loggia a causa di 5 anni di decisioni sciagurate. Il Sindaco Paroli nell’informare la stampa ha dichiarato, dopo aver fatto miracoli per tutto il 2012, che “non vuole vincolare le scelte future di chi sarà chiamato a guidare la città”. La verità è che Paroli non ha fatto alcun miracolo, anzi è stato miracolato proprio da quel Governo Monti, di cui si è lamentato, insieme alla Lega, a sproposito. Infatti, con le manovre governative del Governo la Giunta ha goduto di ben 65 milioni di euro in termini di crediti d’imposta e di crediti perenti della precedente amministrazione, nonché di benefici sul patto di stabilità . Un esempio eclatante su tutti: il Sindaco ha più volte protestato in agosto contro la spending review che lo obbligava a tagli dei servizi sociali per 3 milioni. Ebbene, il taglio governativo non c’è stato. Coerenza suggerirebbe, pertanto, alla Giunta di rinunciare ora al pari importo dell’IMU, a detta del Sindaco obbligato ad aumentare per coprire i tagli di Monti. Aumentata, invece, per metter in ordine un bilancio fragile, quasi al disequilibrio: spesa corrente in aumento, dividendi della aziende partecipate in diminuzione, tagli dei servizi sociali, zero investimenti. Nel 2008 Paroli ha ereditato un’Amministrazione che poteva contare sui seguenti parametri positivi: niente ICI, niente addizionale IRPEF, il Comune più patrimonializzato d’Italia, un indebitamento quasi inesistente, una disponibilità di cassa superiore ai 150 milioni e servizi sociali invidiati in tutto il Paese. Dopo 5 anni di centrodestra i cittadini devono pagare l’addizionale e l’IMU, la disponibilità è più che dimezzata e i servizi sono stati tagliati da 56 milioni a 44 milioni. Di quali miracoli parla il Sindaco? Il quale incolpa noi di non dire come affrontare la crisi. Il Pd fin dal 2008 e ogni volta ha richiamato l’attenzione della Giunta sulle ricadute negative della crisi. Ha invitato la maggioranza a evitare sprechi e rinviare investimenti impossibili con il clima di ristrettezze economiche. Ora si scopre che non sin possono fare e si lancia alla città un messaggio di disagio e difficoltà: tutta colpa della crisi. No, molte responsabilità sono da attribuire a questa maggioranza, tanto che si ostina a continuare nel proposito di realizzare un costoso e inutile parcheggio sotto il Castello. Un bilancio preventivo 2013 è possibile, basta cancellare fin che si è in tempo opere inutili, riscrivendo l’agenda delle priorità, mettendo al centro le persone e i temi legati alla qualità della vita, riorganizzando la macchina comunale, razionalizzando la sovrabbondanza di aziende, alcune delle quali hanno creato solo debiti. Il Pd è pronto al confronto subito e in campagna elettorale per il bene della città.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Come non essere d’accordo con Capra? Peccato che la pletora di società partecipate e relativi incarichi non sia sola responsabilità di Paroli, ma anche e soprattutto delle precedenti amministrazioni di centrosinistra, che hanno sempre considerato ASM una mucca da mungere all’infinito. Il non aver previsto la situazione attuale, ingigantendo la macchina comunale, investendo pazzamente (metro), mantenendo un patrimonio edilizio smisurato che ora è un debito, sono tutte responsabilità anche di Del Bono, che ora si erge a verginella moralizzatrice. Troppo tardi, serve gente nuova e preparata (tipo Piattaforma Civica) non compromessa con il solito sistema partitico. Che poi gli attuali amministratori siano totalmente incapaci è un dato di fatto incontrovertibile.

  2. Ma che cavolo c’entra Del Bono che non c’era nelle giunte di centro sinistra?. A me pare invece che Del Bono parli un linguaggio chiaro e soprattutto abbia idee chiari di rigore e moralizzazione. Auguri al PD e al suo candidato. Abbiamo bisogno di un cambio di guida politica in Loggia

  3. adesso se il comune va male è colpa del PD e di Del Bono ! Questa è bella !
    Il dramma è che la Giunta non ha capacità amministrative e mai tanti scandali hanno colpito la città … cos’è … colpa di Corsini questo !
    Speriamo che i bresciani scelgano meglio la prossima volta !

  4. …troppo comodo sparare sulla croce rossa (giunta paroli) senza osservare con un minimo di attenzione a quello che è avvenuto prima. Il debito spaventoso della metropolitana è tutta responsabilità del centro sinistra (o del Bono nega di farne parte?), l’intervento mangiasoldi delle LAM (compreso rifacimento completo delle mattonelline e sostituzione finale con asfalto) sono tutte responsabilità del centro sinistra (o del Bono nega di farne parte?), per non parlare di piani regolatori simili all’attuale PGT in quanto a occhi di riguardo ad amici e supporters, ecc… ecc… Fare opposizione è un conto, saper governare è un altro. E le responsabilità dell’attuale situazione sono da dividere in parti uguali fra PDl e DP-L (unica battuta divertente del demagogo Grillo)

  5. caro troppo comodo: l’attuale PGT ampia notevolmente l’edificato occupando molte zone agricole ( anche se poi la lega presenta una proposta in Regione che è esattamente quello che dice il PD da tempo). il probelma sono le mattonelline ( siamo seri suvvia), oppure le lam: vedo che finalmente Rolfi ripropone il centro privo di auto copiando l’idea Brunelli .. ci sono voluti 5 anni ma ce l’ha fatta! Per la Metro informati bene, come le grandi opere pure questa farà grande Brescia,nonostante Rolfi( che raccoglieva le firme contro)…si lo stesso Rolfi che si legava ai cancelli di A2A per non ricevere i rifiuti milanesi quando era presidente di Circoscrizione .. ma per me el ga mai laurat !!

  6. se io non presento il bilancio della mia società incorro in sanzioni che potrebbero essere anche penali (e uso soldi miei non della collettività) e questi???

  7. Il presupposto, e forse la vera motivazione della mancata presentazione, sta nell’obbligo di redigere il bilancio di previsione in pareggio, cioè con il totale delle entrate pari al totale delle uscite. E di questi tempi, dovendosi raccogliere di solto tali dati previsionali da ogni singolo Assessore in carica, si tratterrebbe in sostanza di un "redde rationem" sull’operato amministrativo dei singoli e della Giunta. Ormai in campagna elettorale, meglio lasciar perdere: così ha probabilmente pensato il duo Parolfi…

  8. Del Bono / Capra non rappresentano un’alternativa solida e credibile per la guida di una città che si sta trasformando, crescendo e deve affrontare con decisione e lucidità grandi sfide in termini di immigrazione, mobilità e sicurezza. Il Bil preventivo può non essere presentato in questa fase che nazi vincolerebbe l’amministrazione nell’anno elettorale. Siamo seri: se venisse approvato e (Dio non voglia) Del Bono fosse eletto sindaco per prima cosa criticherebbe l’adozione di questo Bil preventivo e lo addurrebbe a scusa per l’immobilità della sua amministrazione. (Del) Bono solo a criticare

  9. IL problema che stà affliggendo il nostro paese e in paricolare Brescia è il ritorno del Comunismo, grave sarebbe restituire la Città a queell’orda di barbbari senza Dio guidata da Piccoletto Del Bono. Brescia Leonessa non puo piu permettersi di esserer governata da queste armate Brancaleone che si occupano piu dei loro interesi che di quelli della Città.

  10. Reading this article gave me a whole new outlook on this topic. I enjoyed reading your article very much. I agree with some of your views shared so well here.

RISPONDI