Dove vai? Dove vuoi: la nuova campagna per la promozione della metro

0

Il Comune di Brescia presenta la campagna pubblicitaria e di comunicazione volta a promuovere l’entrata in funzione della metropolitana leggera. Le immagini realizzate, che accompagneranno i bresciani durante questi ultimi mesi di attesa, sono state concepite per mettere in luce tutti i vantaggi che questo mezzo di trasporto offrirà, con l’obiettivo di instaurare una familiarità accattivante tra il cittadino e la metropolitana stessa.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Guardate il manifesto principale, il logo, quello dell’articolo. Parrebbe un vecchio televisore o una vecchia radio montati su un trèspolo. Il messaggio ? "DOVE VAI ? Da nessuna parte, sto gaurdando la televisione per collezionare brutte notizie"

  2. Quanto costerà il biglietto? Quanto costerà la gestione? Quanto traffico reale toglierà? Da quale servizio pubblico toglieremo i danari del mutuo (visto che i soldi mancano per tutto)? Se sarà un fallimento ecomomico per tutta la città chi si dimetterà da ogni carica pubblica?
    CCHISSENE FREGA DEL LOGO. Ci diano accattivanti risposte a queste domande e non la solita fuffa di origine politica!!!

  3. L’accattivante logo della Metro sembra quello di McDonald’s… Ma a parte questo, per coinvolgere la popolazione sarebbe utile parlare di fruibilità e di capillarità: venendo dalla Valtrompia, dalla Franciacorta, da Rezzato, dalla bassa, ecc, quanto tempo perderò a trovare una stazione della metropolitana? Quanto mi costerà il parcheggio? 3 €/h come l’Autosilo? Avrò un "agevole" biglietto giornaliero a soli 15 €? Qui è labile il confine fra servizio e lucro. Il servizio deve coinvolgere i cittadini per la propria fruibilità e per essere un obiettivo condiviso. Se l’obiettivo è il lucro, i cittadini non hanno più soldi ed in una città che si attraversa a piedi in un quarto d’ora non c’è metro che tenga.

LEAVE A REPLY